Ictus

  • Posted on
  • by
  • in

E' ora di mettere fine alla pena carceraria detentiva che priva della libertà chi viola la legge mettendolo in prigione perché calpesta la dignità di Dio. Dignità di Dio, non dico dell'uomo, perché Dio è nell'uomo. Che ti piaccia o no, la pena carceraria deve essere eliminata, estirpata e abrogata dall'ordinamento giuridico mondiale a partire da quello italiano.

Signori, Dio non scherza, alzate le chiappe e ponete fine alla pena carceraria, perché la Terra non si trasformi nel vostro carcere.

Ti invito a meditare su questo passo del Purgatorio di Dante Alighieri: "Libertà va cercando, ch'è sì cara, come sa chi per lei vita rifiuta".

In ogni condanna, dalla semplice sanzione pecuniaria, fino alla condanna a morte, passando per la condanna al carcere, c'è una ingiustizia intollerabile: la privazione della libertà.

(.)

Ah, dimenticavo..., primo comandamento: "Io sono il Signore, tuo Dio, che ti ho fatto uscire dal paese d'Egitto, dalla condizione di schiavitù: non avrai altri dei di fronte a me. Non ti farai idolo né immagine alcuna di ciò che è lassù nel cielo, né di ciò che è quaggiù sulla terra, né di ciò che è nelle acque sotto la terra. Non ti prostrerai davanti a loro e non li servirai " (Es 20,2-5). Sta scritto: "Adora il Signore Dio tuo e a lui solo rendi culto" (Mt 4,10).


Dio non tollera concorrenti in amore.


Datemi una moneta da due euro italiana! Di chi è quella immagine? Di Dante Alighieri? Rendete a Dante ciò che è di Dante e a Dio ciò che è di Dio.

Moneta da due euro italiana