Gesù bamboccione?

| 20 Comments

In questo articolo pubblicato sull'edizione online del Corrire della Sera, come in articoli simili di tanti altri giornali come per esempio La Stampa, (vedi articolo) i giornalisti riportano: «Mandiamo i «bamboccioni fuori di casa», sintetizza con estrema brutalità e molta ironia Tommaso Padoa Schioppa nel corso dell'audizione davanti alle Commissioni Bilancio di Camera e Senato.»

Grazie Padoa Schioppa! Il termine "bamboccione" è un po' offensivo, ma mi piace, un po' come il termine "cretino" di cui i cristiani sono stati spesso soprannominati da tanti non credenti come Odifreddi.

Pagina de La Stampa, edizione di Torino del 01-10-2007

Da La Stampa, edizione Torino del 01/10/2007

Forse, caro Padoa Schioppa, Lei dimentica che anche Gesù è stato un "bamboccione" usando un termine da lei coniato per quelli che tardano a staccarsi dalla famiglia. E se lo è stato Gesù, di conseguenza, lo sono tutti quelli che gli vanno dietro come me e tanti cristiani. Già, lui è stato con papà e mamma fino alla veneranda età di 30 anni e passa, fino a quando è morto sulla croce con la mamma ai suoi piedi. Una eternità per quei tempi dove molto probabilmente si andava a lavorare a 12 anni e a 15 forse già ci si sposava.

Poi Gesù, invece di cercarsi una moglie e mettere su famiglia, come vorrebbe vedere il nostro Ministro dell'Economia, si è messo a girare per la Palestina a predicare il Vangelo, invece di pensare a finanziare le casse di Roma antica con il suo lavoro.

Io, come cristiano innamorato di Gesù, invece non giro per la Palestina, ma giro per Internet per comprendere meglio il Vangelo e cercare di testimoniarlo. C'è qualcosa che non va? Sentirmi dire "bamboccione" da Padoa Schioppa, il Ministro dell'Economia in persona, uno che della gestione del dio denaro ne ha fatto una scelta di vita essendo laureato in economia e ministro dell'Economia e delle Finanze, mi lascia da una parte un po' rammaricato, ma dall'altra mi fa capire di essere sulla buona strada.

Voglio ricordare a Padoa Schioppa che i bamboccioni per me sono i politici, che non si vogliono allontanare dalle loro poltrone e andarsene dal Parlamento, come anche i giornali e i giornalisti, finanziati dallo Stato invece che da papà e mamma. Fa qualche differenza? Forse solo l'età.

Non so se Lei è un cristiano, ma la sua battuta la ritengo offensiva per chi è cristiano e, come cristiano, io le porgo l'altra guancia e se vuole darmi anche del vitellone o del mammone, faccia pure. Le ricordo che i cristiani, quelli veri, amano Gesù e vivono il suo insegnamento che è di amare Dio e il prossimo e non quello di amare i soldi o mammona.

Caro ministro, si guardi intorno, tante persone hanno fatto il militare come soldato semplice, senza tanti piagnistei, al servizio dello Stato con una paga di 150.000 lire mensili, mantenuti per un anno dallo Stato, a volte interrompendo gli studi e il lavoro per obbligo di legge, mentre molti altri hanno fatto il militare nei carabinieri o negli ufficiali di complemento con il grado di sottotenente, percependo uno stipendio decente, sempre mantenuti dallo Stato. Ma quello che secondo me è più grave è che tante persone, il servizio militare non lo hanno fatto per un motivo o per l'altro e, ultimamente, mi pare che quelli della sua classe, i politici, abbiamo intenzione di abolire (se non lo hanno già fatto) il servizio militare che aiutava i giovani a staccarsi dai propri genitori e a fare una vita comunitaria lontano dalla famiglia. Mentre invece andrebbe sostituito con un servizio civile comunque obbligatorio per i giovani, per un senso di giustizia verso chi ha fatto il militare o il servizio civile.
Allora chi è più bamboccione? I cristiani, i giornalisti o i politici?

Come Lei ha detto che vuole mandare i bamboccioni fuori di casa, io dico che vorrei mandare i politici inquisiti fuori dal Parlamento, per un senso di giustizia. Posso dirlo? Caro Ministro, incominci a mandare fuori dal Parlamento i suoi colleghi "bamboccioni". Termino augurandole lunga vita al servizio dello Stato, perché ho grande stima di Lei.

20 Comments

Evito di commentare ciò che lei scrive, vorrei solo farle notare che Odifreddi non ha "soprannominato" i cristiani "cretini", come Lei crede. Ha semplicemente ricordato che la parola "cretino" ha origini etimologiche (anzi è proprio la stessa!) nella parola "cristiano", attraverso il francese chrétien e quindi crétin.
Cordialmente

Antonio

Grazie Antonio della tua precisazione. Forse ho preso un abbaglio leggendo un articolo su La Stampa dove si parlava della candidatura di Odifreddi nel PD, per la precisione La Stampa edizione Torino del 01/10/2007 pagina 61, "Piergiorgio Odifreddi, Il matematico e saggista contro i politici professionisti" I cristiani "cretini" scritto in rosso, pure in rilievo come sottotitolo ad una sua affermazione e di cui riporto uno stralcio della pagina nella foto che ho inserito nel post. O è La Stampa che, subdolamente, mette in bocca a Odifreddi tale affermazione?

Prisma, dai...non te la prendere! :-)
Non mi sembra il caso di chiamare Gesù in causa per queste "bamboccionate", perché Gesù non lo era neanche per ombra. Gesù LASCIO' la il suo padre e sua madre per unirsi alla sua SPOSA, rappresentata, e sottolineo RAPPRESENTATA, in 12 apostoli.
Quei apostoli che con il tempo si ridussero in 11, poi in 7 (per la pesca miracolosa), poi in 2(Pietro e Giovanni), per alla fine rimanere UNO solo; Giovanni, fino alla fine di questo ordine di cose.

Il tuo post lo trovo giusto quando dici che gli stessi politici (se dobbiamo usare "lo stesso metro" del giudizio) sono dei BAMBOCCIONI PIU' GRANDI DI TUTTI, attaccati ancora alle mammelle della mamma Italia, a ciucciare come dei NEONATI. Guai a chi cerca di STACCARLI!!! Vergogna TUTTA LORO dovrebbe essere!

Certo Gina, Gesù era Dio incarnato non dimentichiamolo. Se Dio ha scelto di incarnarsi in quell'uomo che storicamente corrisponde al profilo di un "bamboccione", non vedo perché non possa fare altrettanto con qualunque altra persona, compreso il nostro Ministro dell'Economia. Cosa ne sa Padoa Schioppa delle scelte di vita di una persona e delle scelte di Dio. E chi lo autorizza a dare giudizi sulle condizioni sociali di un uomo. Padoa Schioppa si crede il Ministro dell'Economia, senza rendersi conto che dovrà rendere conto di ogni parola inutile da lui pronunciata.

Si chiama condizionamento mentale, una forma di violenza psicologica più subdola di quella verbale e fisica. Mettere a disagio psicologicamente una persona facendola sentire inadeguata e fuori dai canoni comunemente accettati.

Lo scopo è quello di condizionare quella persona in modo che si comporti secondo la nostra volontà e non secondo la sua volontà, quando invece ogni persona dovrebbe fare la volontà di Dio, che vuole che tutti gli uomini si salvino.

L'uomo non si salva lasciando la famiglia a 20 o a 30 o a 40 anni sposandosi o non sposandosi. L'uomo si salva mettendo in pratica l'insegnamento di Gesù.

E che dire di Francesco di Assisi? Un vero cretino!
Di Gesù? … uno sfaticato!
Di Dio? … buuuu’
Io da tempo non ho paura di bestemmiare e forse sono veramente Lucifero!
Ma una cosa è certa ed è quello che provo in me nel capire quel cretino e quello sfaticato che mi fa capire Dio e che tutto quello a me in torno è così perfetto.
Questo post, il governanti italiano e specialmente quelli mondiali e tutto compreso Lucifero che io ho smascherato.
E se non ti ho ancora scandalizzato lo faccio adesso:
“Ma perché ti dà fastidio che qualcuno fa notare la tua vera situazione? Perché non vai nel deserto? Perché non diventi cretino come San Francesco? Non dirmi che andrai in guerra se l’Italia viene invasa?
Non preoccuparti perché c’è chi è andato via di casa e non torna ancora.
Dov’è ora? Da essere Figlio del Padrone ora forse è a servizio di Chissà Chi? Sperando che non stia a guarda dei porci o, ahimé, dividendo il cibo con loro.
Dove sei figlio mio! Perché non ritorni? … mio Lucifero!
Questa è la prima storia poi bisognerà dare una Sposa a Lucifero.
E’ la vita! Come in Cielo così in terra ma i tempo spiegherà tutto quando finirà.

Cesare, quello che mi dà fastidio è far passare per verità ciò che verità non è, come sanno fare bene i giornalisti e i politici. Amare Gesù per me significa anche amare la verità e la Verità è la Parola di Dio che si può conoscere solo per mezzo di Gesù.
Anche a Gesù davano fastidio certi discorsi ipocriti dei farisei.

Per quanto riguarda la mia vera situazione non la conosco nemmeno io.
Mi illudo di conoscerla, in realtà non la conosco perché nessun uomo conosce quali sono i piani che Dio ha su di lui.

Non illudiamoci di conoscere il prossimo o noi stessi con i nostri limitati sensi.

Per questo Gesù ha detto "non giudicate!" perché ci illudiamo di conoscerci, mentre in realtà non ci conosciamo fino a quando qualcuno non ci rivela chi siamo veramente.

Prisma! Io conosco UNA sola Verità: “LA VERITA’” come è anche UNICA “LA VOLONTA”.
Si inizia a percepirla in terra e spesso ci porta a seguire il più forte fino a quando cade, facendo disperdere tutti i seguaci.
Ma ti ricordo che su di noi c’è uno spazio più “ampio” ed io non lo consideravo potente perché ROMA riusciva a controbatterlo. Non piove sempre ed il Vesuvio spesso si addormenta.
Si ricomincia sempre per poi dimenticare gli avvertimenti.
Poi i miei soldati muoiono anche in modo coraggioso e lo fanno fino a quando mi vedono sul trono anche con personalità diverse.
Il tuo commento è contraddittorio verso me ma soprattutto in te, contenente il primo periodo che sembrerebbe un rimprovero verso te che vuoi giustificarti … poi di cosa?
SII fiero e basta, se sei convinto che sei nella Verità!
Dici Gesù ha detto ed ha fatto ma dimentichi in quale situazione dovette rispondere al mio il mio subalterno PonzioPilato”.
A livello provocatorio posso anche farti capire che Gesù non rispose perché era Lui in quel momento la Verità (ROMA) ma noi non siamo fermi a quel momento e sappiamo che Gesù rispose in un linguaggio che è pari al silenzio per chi non comprende!
Possiamo dire che Gesù è stato crocifisso per il Suo Silenzio? Possiamo dire che molti giudicano Dio per il Suo Silenzio?
Caro Pietro, potrai anche farti crocifiggere con la testa all’in su, non per non essere pari all’Unica Verità, ma io so perché ha voluto quel modo di morire e che poi io ho concesso di realizzare in te perché anche io cominciavo a percepire quella Verità, che prima non conoscevo. Ma entrambi non conoscevamo la scienza.
Tu hai scelto quel modo di morire, pensando che morendo, il tuo capo sarebbe chinato verso i tuoi piedi, come avvenne al Cristo, e conseguentemente verso il Cielo, ma quando moristi il tuo “CAPO” riguardò la terra, perché per essere con la Verità bisogna guardare verso il basso.
Per me è tutto facile perché sento quello che vuoi dire e lo dici bene, ma sono io che conosco te in quello che ero, e tu sai meglio di altri come reagisco quando mi attaccano.
Cerca di percepire la Verità soprattutto in chi cerca di offenderti e chiedi spiegazioni e non partire in quarta perché il loro compito è quello. “di farci perdere le staffe (le nostre croci)” ma noi dobbiamo far notare la falsità che è in loro e fargli capire come i giovani stanno andando alla deriva per colpa dei loro genitori che pensano a battezzarli, cresimarli ma temono che noi diventiamo come il Cristo.
E’ la stessa questione che Giovanni Paolo II° cercò di far notare quando non notò i valori Cristiani (da cretini) nella costituzione europea. Noi cretini non vogliamo che sia fatto riferimento a Gesù ma almeno leggere quelle Verità che vanno oltre quel motto eccezionale che dice che la legge è uguale per tutti. E vedi anche l’indulto e tanto e tanto altro … uno schifo che porta a far leggi non per misericordia verso chi sbaglia per colpa della Società che non sanno amministrare, ma lo fanno solo per far uscire di prigione i figli di questo mondo.
Tu sei figlio ormai della luce e la tua scaltrezza deve rimanere compassionevole nel cercare di aiutare e guarire i veri malati e non chi loro vogliono far morire, in quanto cretino o in come.
Ma il male si distrugge da solo e questa è Verità perché solo chi riconosce il vero Re che si mette al servizio del Suo Popolo è degno di essere Re e di non avere competitori che dovrebbero innanzitutto superarlo, come piace a Dio in quel combattimento che Angelo ha sempre cercato di allenarti.
Angelo non teme di cambiare abito e di perdere credibilità perché non dobbiamo temere i giudizi degli altri ma il sapere che nonostante stiamo in croce e vicini a morire, ci sale la forza di dire: “Ho fatto il mio meglio, perdonami se non sono stato degno ma prendi con te quel poco che ho fatto di bene e tienilo stretto nel tuo cuore, che di tanti ne fai UNO e Immenso come un cuore di Sposo o di Sposa”.

Grazie per il rimprovero amorevole che tu mi ha dato perché è quello che io ho preso per me ma ho cercato di abbracciarti come tu hai abbracciato me.
Conoscendo il nostro prossimo comprenderemo chi saremo o chi siamo stati.
E nel prossimo qualche volta ho incontrato Dio, Gesù e tutta l’umanità in cammino.
E’ bello incontrare se stessi che chiede aiuto a noi stessi.
Spesso chiediamo aiuto a Dio ma ci dimentichiamo quando d’io chiede aiuto a noi.

Ho letto quello che ha detto cesare e mi dispiace che prende le mie difese, come se Angelo voglia essere difeso, ma chissà se indirettamente.
Io voglio solo lasciarti questo:
“Ama tuo fratello come la tua anima e vigila su di lui come sulla pupilla del tuo occhio, perché se non lo farai dovrai dar conto dei suoi misfatti”.

Ricorda i giorni del tempo antico, medita gli anni lontani.
Interroga tuo padre e te lo farà sapere, i tuoi vecchi e te lo diranno.
Quando l'Altissimo divideva i popoli, quando disperdeva i figli dell'uomo, egli stabilì i confini delle genti secondo il numero degli Israeliti.
Perché porzione del Signore è il suo popolo, Giacobbe è sua eredità.
Egli lo trovò in terra deserta, in una landa di ululati solitari.
Lo circondò, lo allevò, lo custodì come pupilla del suo occhio.(Deut.32, 7-10)


Figlio mio, custodisci le mie parole e fà tesoro dei miei precetti.
Osserva i miei precetti e vivrai, il mio insegnamento sia come la pupilla dei tuoi occhi.(Prov. 7,1-2)

Angelo e Cesare, nessun rimprovero, ma tu Angelo mi rispondi con il vecchio e anche io replico con il vecchio, sperando di riuscire a far comprendere il nuovo non a te che già comprendi, ma ai tanti che giudicano dalle apparenze, pensando che l'uomo si salvi uscendo di casa all'età giusta, mettendo su famiglia.

[7] Il Signore rispose a Samuele: "Non guardare al suo aspetto né all'imponenza della sua statura. Io l'ho scartato, perché io non guardo ciò che guarda l'uomo. L'uomo guarda l'apparenza, il Signore guarda il cuore". 1 Sam.16,7

[45] Davide rispose al Filisteo: "Tu vieni a me con la spada, con la lancia e con l'asta. Io vengo a te nel nome del Signore degli eserciti, Dio delle schiere d'Israele, che tu hai insultato.

[46] In questo stesso giorno, il Signore ti farà cadere nelle mie mani. Io ti abbatterò e staccherò la testa dal tuo corpo e getterò i cadaveri dell'esercito filisteo agli uccelli del cielo e alle bestie selvatiche; tutta la terra saprà che vi è un Dio in Israele.

[47] Tutta questa moltitudine saprà che il Signore non salva per mezzo della spada o della lancia, perché il Signore è arbitro della lotta e vi metterà certo nelle nostre mani". 1 Sam.17

Certo Angelo, più che custodire, le parole del Signore, si tratta di ricordarle a chi sembra dimenticarle.

Tu hai percepito l'Eternità e per questo Dio ti lascia il testimone.
Non temere perchè agli umili spiega cose che aprono i Cieli e nessun Dragone potrà impedirti il cammino.

Puoi rispondermi con il nuovo e con il veccio, con l'alfa o l'omega perchè se ho comopreso altro è merito tuo e della tua ospitalità che mi rinvigorisce e mi rintempra per andare in altri luoghi a testimoniare la Verità, per quanto Lui mi lascia fare e per quanto altro tempo che mi rimane.

Vai Pietro e non ti voltare indietro!
Perchè se arrivi a sentirlo vedrai come ritornerai a riprendere cisa era perduto.

Come è strano è perfetto ... anche il numero che devo scrivere ora per immortalare quanto leggiamo insieme.

Segnalo il post di Beppe Grillo: "il Bamboccione": www.beppegrillo.it/2007/10/il_bamboccione.html

Decisamente su un piano più terreno e speculativo del mio post, ringrazio Dio perché non avrei mai pensato che Dio per mezzo di Beppe Grillo potesse fare da cassa di risonanza ad una protesta nei confronti del Ministro dell'Economia che è anche la mia.
Grazie Signore!

Dio è in ognuno di noi e solo quando si cade si riconosce chi rimane sempre in piedi, venendo pur elevato e ben fissato nel Cielo.
Se devi morire cerca di morire in Piedi ma non guardare il tuo corpo ma il corpo che ti accoglie e ti sorride nel Cielo.

In quel blog, nascosto tra i burka, a rischio di uno "stupro libero" potrai anche trovare ANGELO, che entra ed esce e non si allea con alcuno ma sa giudicare cosa è giusto e cosa è male ancora solo perchè teme di uscire allo scoperto.
La Verità non è nei corpo ma nello Spirito di chi ti informa e dice di verificare e non prendere nulla per fede perchè DIO è Certezza!
Tra Pinocchio e Geppetto dimenticavamo lo Spirito Santo che spesso viene azzittito con un martello lanciato da un burattino! Ma se è burattino come fa a lanciare oggetti?
Sarà colpa anche del Padre che poi si sacrifica nel seguirlo fino a morire e ritrovarlo nel Segno di Giona.

Medita su questo e non fare il piagnucolone, che fra poco si chiude!

http://www.beppegrillo.it/2007/10/la_legge_levipr.html#scrivi

Ho letto. Il fatto è che chi si mette contro Dio, prima o poi soccombe.
Possono fare tutte le leggi che vogliono. Se questo sito deve chiudere, chiuderà. Ma chi lo farà chiudere, se la dovrà vedere con il Dio degli eserciti che chiederà conto.

Grilloparlante, pensi che questo sito sia da chiudere perché espressione di Satana? Se sì, dimmelo, così ti faccio vedere come i figli di Dio abbiano la forza di scacciare Satana.

Ti senti espressione di Satana?
Tu lo pensi! … e perchè pensi che io lo pensi?
Io non chiudo nulla e lascio che altri aprono le porte che ancora non vedono, pensando di chiudere chissà cosa se non da loro stessi ... questo mondo.

Forse dovresti rileggerti quello che sostiene Angelo, e ancor di più quello che dicono le scritture e le lettere di Paolo, ma forse Lui viaggia così lentamente che per voi sembra più avanti o dietro ma inconsci del sapere di quanti giri vi ha doppiato ... o rimasto indietro, in quell'anello che tu hai intuito ma non ha saputo calcolare il raggio.
L’anello è Unico ma fisso ed immobile e nasce da un buco eseguito come quando si lancia una pietra nello stagno.
Ora non ti sto a parlare dei buchi nell’acqua o nello spazio ma rifletti sull’anello che allunga o accorcia la strada. Ricorda sempre i sette anelli, i Cieli e vedrai come saltare da un anello ad un altro ad una velocità ammissibile e alla portata di tutti se solo scoprissimo come si atterra in questo luogo, creato apposta, senza rischiare di disintegrarsi.
Lo Spazio è infinito ma se riuscirai a passare da un universo all’altro da quelle porte del tempo allora di certo arriverai a vedere Dio.
Io non l’ho visto come alcuno in questo anello ma di certo molti lo hanno sentito ed io potrei gridare quanto voglio ma sempre per un grillo che disturba il sonno di una pennichella estiva sarò sempre per voi.
L’estate è finita da un tempo e ora non ci tocca che superare un inverno che ha spazzato via l’autunno per annunciare che la primavera solo chi è gia in un cerchio vitale ed ultimo di un legno abbastanza vecchio potrà fiorire al sol tepore di quel raggio … albino in un’aurora di Luce … non prettamente solare.
Anche io devo andare ma ti leggerò sempre come tutti i luoghi che mi hanno fatto vivere.

grilloparlante, il tuo commento mi ha aiutato a capire molte cose.

Dio deve dimostrare di essere Dio Amore, di fronte a coloro che non lo riescono a riconoscere credendolo un Belzebul. E come lo fa? Sacrificando Colui che i capi dei sacerdoti ritenevano fosse Satana: suo Figlio, visto che Satana non può scacciare se stesso.

In questo modo Dio dimostra di essere in grado, sacrificando suo Figlio (il presunto Belzebul), di eliminare Satana e quindi dimostra di non essere Lui Satana.

Ma non solo. In questo modo Satana, che aveva trovato dimora dentro Giuda (il famoso boccone), resta spiazzato e viene scacciato. Perché Satana, trovando rifugio in un uomo che, pur pentendosi, riconoscendo di aver fatto male, non può essere più perdonato, perché Gesù (che ha il potere di perdonare) è stato portato via e condannato e non è ancora risorto.

Quindi Satana muore insieme a Giuda perché Giuda si impicca non trovando il perdono che cercava presso i capi dei sacerdoti.

stabiliamo anzitutto che gesù era un figlio generato per corrispondenza: che il padre nominale era umano, mentre il padre naturale era la nube che si posò sopra maria e la rese incinta; però il padre che aveva avuto l'idea di avere un figlio era dio. a che cosa gli serviva questo figlio? gli serviva per salvare l'umanità peccatrice. L'umanità pecccatrice che dio stesso aveva creato.
Ma si può essere più complicati di così? Una mattina dio si è svegliato col pensiero che l'umanità che lui aveva creato a sua immagine e somiglianza si era resa colpevole di peccati da meritare o un castigo esemplare o la salvezza.Siccome dio aveva sperimentato un'altra volta la distruzione dell'umanità col diluvio e non vi era riuscito, questa volta ha voluto essere più buono: Così si è inventato un figlio su commssione per farlo ammazzare in croce allo scopo di purificare l'umanità dai peccati commessi. Devon dire la verità, se io avessi dovuto salvare qualcuno avrei sacrificato me stesso, ma non avrei mai pensato di far fare un mio figlio per commissione per pio farlo massacrare e immolarlo per salvare l'umanità peccatrice.

stabiliamo anzitutto che gesù era un figlio generato per corrispondenza: che il padre nominale era umano, mentre il padre naturale era la nube che si posò sopra maria e la rese incinta; però il padre che aveva avuto l'idea di avere un figlio era dio. a che cosa gli serviva questo figlio? gli serviva per salvare l'umanità peccatrice. L'umanità pecccatrice che dio stesso aveva creato.
Ma si può essere più complicati di così? Una mattina dio si è svegliato col pensiero che l'umanità che lui aveva creato a sua immagine e somiglianza si era resa colpevole di peccati da meritare o un castigo esemplare o la salvezza.Siccome dio aveva sperimentato un'altra volta la distruzione dell'umanità col diluvio e non vi era riuscito, questa volta ha voluto essere più buono: Così si è inventato un figlio su commssione per farlo ammazzare in croce allo scopo di purificare l'umanità dai peccati commessi. Devo dire la verità, se io avessi dovuto salvare qualcuno avrei sacrificato me stesso, ma non avrei mai pensato di far fare un mio figlio per commissione per poi farlo massacrare e immolarlo per salvare l'umanità peccatrice.

"se io avessi dovuto salvare qualcuno"

Mimi,
visto come ragioni, sono contento che tu non sia Dio...
Dio ha creato l'uomo libero, lo ha creato come risultato dell'evoluzione nella natura, e ad un certo punto gli ha "soffiato" dentro il suo Spirito. Ma anche dopo di questo ha lasciato libero l'uomo di aderire alla sua Volontà.
Ma l'uomo ha usato male la sua libertà, ha voluto fare di testa sua, stabilire da sé le leggi a cui obbedire, ed ha rovinato se stesso e la natura; come ora, che la tecnologia si è evoluta, possiamo constatare con la massima evidenza ancor più che nel passato.
Dio trascende l'uomo, non poteva venire "personalmente", salvo incarnandosi in Gesù Cristo, sulla cui natura ed identità non è il caso di discutere qui.
Gesù Cristo ha donato se stesso per porsi come esempio a noi, per insegnarci cosa vuol dire amare il prossimo.
Egli ci ha lasciato un Vangelo che non è stato realizzato nemmeno nell'ambito della Chiesa dopo duemila anni, salvo l'esempio di una minoranza di cristiani che non riescono a sfondare l'ipocrisia della maggioranza.
Questa è la realtà vera, questi sono i problemi, e non gli inutili, presuntuosi ed arroganti discorsi su come Dio avrebbe dovuto fare.

Ehi MIMI'.
Gesù, il CRISTO, E' DIO Padre.
Anche Dio era prigioniero di se stesso e tramite l'UMANITA' si è liberato.
In scienza si chiama Big Bang.

Ricordati che i FIGLI salvano i genitori come il frutto che fa il seme SALVA tutto l'ALBERO.

Basta solo un piccolo seme.

Lo abbiamo trovato in Gesù.
Ora aspettiamo la SPOSA.

Vuoi farne parte?

Ti chiediamo solo di sopportare una piccola scheggia della SUA CROCE.

Scrivi un commento




Il tuo volto, Signore, voglio far risplendere
Il tuo volto, Signore, voglio far risplendere
Logo
I sette colori dell'amore di Dio: Misericordia, Perdono, Carità, Provvidenza, Bontà, Giustizia, Fedeltà.
Creative Commons License
This blog is licensed under a Creative Commons License.
Free Internet Security - WOT Web of Trust
Powered by  Movable Type 5.01