La favola di Cristo

| 27 Comments

Navigando qua e là, mi sono imbattuto nel sito Luigi Cascioli Anti-Religions.org: la favola di Cristo dove leggo: ateismo contro cristianesimo. Ateismo attacca cristianesimo con una denuncia contro la Chiesa Cattolica sostenitrice di un'impostura basata su falsi documenti, quali la Bibbia ed i vangeli, attraverso la violenza dell'inquisizione e il plagio ottenuto con l'esorcismo, il satanismo e altre superstizioni.

Ho tovato singolari quelle pagine anche se non ne condivido le tesi.

Il comportamento di Cascioli che trascina in tribunale un parroco per abuso della credulità popolare, mi conferma nella fede e in quanto dice Gesù nel Vangelo in Marco 13,9 e in Matteo 10, 16-18: "Ascoltate: io vi mando come pecore in mezzo ai lupi. Perciò siate prudenti come serpenti e semplici come colombe. State in guardia, perché vi porteranno nei tribunali e nelle sinagoghe e vi tortureranno. Sarete trascinati davanti ai governatori e re, per causa mia, e sarete miei testimoni di fronte a loro e di fronte ai pagani."

Link:
Luigi Cascioli Anti-Religions.org: la favola di Cristo

Vorrei rispondere a Luigi Cascioli riportando alcuni passi di uno tra i più famosi scrittori cattolici: Vittorio Messori, tratti dal libro: Patì sotto Ponzio Pilato ? Edizioni Sei, pag.13. (Notare il punto interrogativo)

"Il fatto è che il Nazareno appartiene al presente quanto al passato: su di lui si fonda quel cristianesimo che è ancora ben vivo e vitale e di fronte al quale ciascuno, piaccia o no, è chiamato a prendere posizione, ciascuno ha i suoi pregiudizi - positivi o negativi che siano - che nascono dalla sua vicenda personale, dalla sua fede, dalla sua incredulità, dal suo agnosticismo. Almeno in occidente (ma, con diversi gradi e intensità, il fatto vale ormai per il mondo intero) dopo venti secoli di storia cristiana - e mentre quella storia continua - nessuno può illudersi di conservare imperturbabile equilibrio nello studiare le origini della fede in Gesù.

Del resto, dopo ormai due secoli di cosiddetto "studio scientifico" della Bibbia (e in particolare, per quel che qui ci interessa, dei vangeli, del Nuovo Testamento) i risultati sono implacabilmente eloquenti. Partendo, cioè dagli stessi versetti greci, dagli stessi dati storici, quasi ogni studioso "indipendente" giunge a risultati contrastanti se non addirittura opposti. L'esegesi biblica è il luogo per eccellenza delle ipotesi, anche se ciascuno vorrebbe trasformare la sua ipotesi in risultato acquisito e indiscutibile, munirla della forza cogente della verità ormai indiscutibile.

Ogni generazione di specialisti di questi argomenti presenta i suoi risultati come "oggettivi" e, dunque come "sicuri" perché "scientifici". E, puntualmente, ogni generazione successiva rinnega quei padri e giunge a conclusioni date come altrettanto "oggettive" (ma soltanto sino al sopraggiungere sulla scena dell'altra generazione, che ricomincerà quasi da capo).

Link:
Prometheus: Gesù - Yeshua
Scienza e fede: I falsi maestri

27 Comments

ciao bello! Finalmente vedo il tuo blog.
Un caro saluto! A presto!

Fiore

Ciao Fiore, chi è per te Gesù?

Per me Gesù è Dio ed è anke il mio migliore amico visto ke nn mi tradisce mai e mi sta sempre affianco... questo per risponderti brevemente... ma se pensi solo ke ti ho detto ke per me è Dio, beh mi pare sia molto = è il tutto, l'alfa e l'omega; il mio creatore, il mio vero grande amore. E' ciò a cui la mia anima aspira; è la parte ke mi manca da sempre e fino a quando nn l'avrò raggiunto nn potrò possedere fino in fondo la felicità e la pace vera...
spero di aver risposto alla tua domanda... cmq. sai dove trovarmi.
Ciao caro fratello!

Fiore

Ciao Fiorenzo, bello quello che dici. Per me Gesù è anche un modello di vita a cui tendere e da imitare. In effetti Gesù per me è l'unica persona che può dare pieno significato e senso alla vita e quindi portarti ad assaporare quella felicità e quella pace alla quale ogni uomo aspira.

;-)
Notte caro fratello! A presto!

Fiore

Voglio fare un appunto aggiuntivo a quanto riportato nel post e abbozzare una dimostrazione dell'esistenza storica di Gesù, richiamandomi alle parole di Gesù nel Vangelo, come riportato anche nel post successivo.

1) Nel Vangelo si legge: "Per questo io ti dico che tu sei Pietro e su di te come su una pietra io costruirò la mia Chiesa. E nemmeno la potenza della morte potrà distruggerla." (Traduzione CEI: " e le porte degli inferi non prevarranno contro di essa.") (Matteo 16,18.)
2) Chi ha scritto quelle parole? Le ha scritte l'evangelista Matteo o chi per esso.
3) Da chi le ha sentite? Le ha sentite dire da uno che si chiamava Gesù o da altri che dicevano di averle sentite dire da uno che si chiamava Gesù.
4) Matteo o chi per esso ha scritto una cosa falsa? Alla luce dei fatti risulta evidente che Matteo non ha scritto il falso perché la Chiesa fondata da Gesù è ancora in piedi.
5) Se alla luce dei fatti Matteo non ha scritto il falso, allora risulta anche vero che quelle parole sono state dette da uno che si chiamava Gesù. Quindi è esistito un uomo di nome Gesù che ha detto quelle parole. C.v.d.

Voglio sottolineare che la Chiesa siamo noi.
La Chiesa non è soltanto una istituzione capeggiata dal papa. La Chiesa è l'assemblea, è la comunità dei fedeli che credono in Gesù.

Siamo noi che crediamo nell'insegnamento di Gesù e nel suo messaggio di amore la principale dimostrazione della storicità di Gesù, perché è su di noi che Gesù ha edificato la sua Chiesa.
E siamo noi credenti che abbiamo il dovere di dimostrare, con il nostro comportamento e la nostra fede, la storicità di Gesù.

Se sappiamo accogliere il messaggio di amore di Gesù mettendolo in pratica, dimostriamo di appartenere a lui e quindi dimostriamo la storicità di Gesù facendoci suoi testimoni. In questo modo rendiamo gloria a Gesù e a Dio e lo facciamo trionfare nella Storia.

Noi siamo la comunità dei fedeli e siamo noi la sua Chiesa.

Chiudo questo commento con un messaggio di Gesù che dovrebbe farti riflettere: leggilo sul Vangelo di Giovanni 21,15-18.

Se Gesù non è mai esistito, che ci sta a fare la Chiesa nella storia? Sono d'accordo con prisma. La Chiesa, visto che è stata annunciata nel vangelo di Matteo, è la prova tangibile che dimostra l'esistenza storica di Gesù come uomo.

Voglio dire solo una cosa in particolare anche se ci sarebbero tantissime cose su cui discutere:
la chiesa se è la dimostrazione dell'esistenza di un'entità superiore,allora si tratterebbe di satana!Xkè?La chiesa ha fatto milioni e milioni di morti nella sua storia ed è stata crudelissima e assetata di potere!Ai giorni d'oggi le cose sembrano essere cambiate ma non lo sono!Xkè morti ne fanno ancora tanti con i loro "consigli" sul non usare il preservativo,causa di migliaia di morti nei paesi del terzo mondo e del dilagare delle peggiori malattie sessualmente trasmissibili!In + è sempre assetata di potere in quanto cerca sempre di avere accesso alla politica addirittura condannando quei politici che non fanno cio' che la chiesa professa!!
Il peggior nemico di Gesu e di Dio(naturalmente se esiste o esistono) è la chiesa,che nei millenni ha divulgato scritture che LEI ha approvato e se ne è fatta padrona probabilmente modificandoli anche,e se andiamo a vedere tutti i vangeli apocrifi che ha scartato(lasciando perdere il periodo dell'indice dove si sono persi migliaia di libri dove evidentemente c'era qualcosa che la chiesa non voleva fosse divulgato!!) vediamo che la loro IDEA DI DIO non è condivisa da tutti quelli che riportavano l'accaduto!!!!!!!Io ero una persona che amava Dio con tutto se stesso!La chiesa mi ha fatto diventare agnostico(per certi versi è stato positivo xkè ho usato la ragione e non l'irrazionalità!anche se cmq è bello pensare che ci sia qualcosa e qualcuno dopo la morte!),e da quel giorno io Odio la chiesa,e dovrebbero odiarla tutte le persone che credono in Dio o quelle che vedonogli enormi danni che la chiesa continua a fare!!

Ciao sospiro-mozzato, permettimi di dissentire da quanto dici. Se è vero che la chiesa ha commesso molti errori e crudeltà nel corso della storia, ha anche avuto il gran merito di permettere al messaggio di Gesù di arrivare fino a noi. Quello che conta non è la Chiesa intesa come "Pietro", come l'autorità ecclesiastica, ma è il messaggio di amore e salvezza di Gesù. Non bisogna guardare il dito che indica la luna. Bisogna guardare la luna - Gesù.

Fai male a odiare la Chiesa, perchè la Chiesa siamo noi. La Chiesa è la comunità dei fedeli che credono in Gesù e vivono il suo insegnamento. Se tu credi in Gesù, fai parte della sua Chiesa pure tu. Fai attenzione! Gesù ha voluto edificare la sua Chiesa su Pietro che rappresenta il Papa e l'autorità ecclesiasica e gli ha dato il potere di legare e di sciogliere.

Pietro quindi, ha e ha avuto un ruolo importantissimo nella storia della Chiesa. E' quello di aver difeso il messaggio di Gesù in modo che arrivasse fino a noi e di aver permesso a milioni di persone di ascoltare quel messaggio di salvezza ed entrare a far parte della Chiesa di Gesù, intesa come la comunità dei fedeli. In questo compito Pietro può anche aver sbagliato qualcosa e apparire al giorno d'oggi "crudele e malvagio" su molte scelte che ha dovuto fare, ma non sta a noi giudicare il suo comportamento. Noi dobbiamo aver fede in Gesù, credere in lui e mettere in pratica il suo insegnamento, lasciando tutto il resto alla misericordia di Dio. E' compito nostro, di noi fedeli, ora fare nostro l'insegnamento di Gesù che Pietro ci ha trasmesso e portarlo in tutto il mondo amandoci tra di noi, per realizzare quella unità affinché il mondo creda.

Che arroganza e' questa dei cristiani di dire chi e' Dio? Non gli basta proclamare i santi, ma conferiscono pure la divinita' a un crocefisso, la cui figura storica compare in solo 24 righe, per altro contraffatte. La presenza della chiesa nella storia, dice bene uno di voi, e' la presenza di satana.

Ciao io, è grazie alla Chiesa se il messaggio del Vangelo è arrivato fino a noi. Per me la Chiesa è la comunità dei fedeli che credono nel Vangelo, in Gesù. Nessuno ti obbliga a credere in qualosa che tu non senti dentro, tuttavia io riconosco la validità e l'importanza di quel messaggio d'amore per la salvezza dell'uomo e per dare un significato alla vita dell'uomo, anche se a volte non è stato compreso.

Si si... Processo Vanna Marchi, lo ricordate?

Se con la minaccia di finire all'inferno, di non poter condurre una vita serena, di andare incontro ad atroci disgrazie, professo una religione, sto commettendo un plagio nei confronti di colui al quale estorco con le mie minacce la propria fede.

Questo ha fatto e continua a fare la chiesa.
Non aggiungo altro.

Alessandro, la chiesa non estorce niente, propone un modello di vita sulla base dell'insegnamento di Gesù. Le tue affermazioni nascono dal fatto che non hai ancora mai letto il Vangelo seriamente, da cima a fondo per conto tuo, senza l'influenza di quello e quell'altro e non hai ancora mai provato a metterlo in pratica e a viverlo nella fede.

La Chiesa deve limitarsi a pascere le proprie pecorelle, sapendo che ci sono anche pecorelle in altri ovili, ma è il Pastore Nostro Signore che va a riprendere quelle smarrite.
Ogni tanto nell'ovile arrivano lupi che si spacciano da agnelli o pastori, ma è nella Parola che ci ha lasciato il Vero Pastore che noi dobbiamo confidare. Nessun male esterno potrà farci male, ma analizziamo quello che facciamo noi, cominciando da noi stessi a non plagiare.
Plagiare è falsità, una vera strategia che porta alla perdizione chi la fa e chi la subisce, ma se la nostra casa è costruita sulla roccia, nessun potrà demolirla. Ognuno dovrà darne conto del suo operato e quando sarà smascherato dalla “Sua Coscienza”, quando subirà quello che “poco prima” (non voglio dire cose che posso allarmarvi – vedi epistola ai Corinzi) ha commesso, allora comprenderà e farà un passettino avanti verso la Sua salvezza.
ANGELO

Secondo me il problema è molto più profondo e serio... se io credo in qualcosa e se con le mie azioni non faccio del male nè a me stesso nè agli altri, penso di essere a buon punto... Non serve essere cristiani, atei, buddisti, ecc., per avere rispetto degli altri ed essere in pace con se stessi... Però cio non vuol dire che io a qualsiasi azioni porga l'altra guancia...anzi...se tu mi dai un bacio io te ne do 1000 se mi dai un pugno te ne darò 1000 anche di quelli...penso quindi che la verità sia nel mezzo... dentro di noi sappiamo benissimo cos'è il bene ed il male e se un dio esiste, ce ne ha dato la possibilità di usarli entrambi...sta a noi il resto...chiesa o non chiesa

Carissimo Giovannino burrascoso, l'inizio della Verità si comincia a sperimentarla su se stessi! E tu già cominci a riflettere che se quello che vuoi (o non vuoi) essere fatto lo fai (o non lo fai) anche agli altri, allora sei a buon punto, ma c'è un "ma" ... che ti dice a che meta ti può portare questa giustizia, altrettanto vera. Ma ... se cominci già di lì, ne sarai certo che arriverai anche a comprendere la Verità che ti porta a rimanere veramente vivo, già da adesso e, per sempre. Una vita che bisognerebbe assaporarla per poter spiegarla agli altri, "ma" che già cresce nella tua coscienza. Non ti sei mai chiesto perchè qualcuno è più sensibile di un altro?
Se permetti posso farti delle domande per comprovare la tua verità?
Se chi ti dà un bacio è un lebbroso, saresti disposto a ridargliene 1000 di baci?
E se chi ti dà un pugno è tuo padre o tuo figlio o un amico in difficoltà, saresti capace di restituirgli quel pugno, super valutato a 1000 pugni?
La Verità non è in possesso di qualcuno di preciso, ma puoi arrivare tu prima di altri.
E' questo è il senso della tua esistenza, che tu sia uomo o animale, poco conta, a prescindere da che razza o tempo nel quale sei stato collocato.
Scruta le tue origini e dove vorresti veramente andare.
Se hai raggiunto la vera pace allora insegna agli altri qualcosa di nuovo.
Io mi sento in pace e se ho un bacio o un pugno ci penso due volte per restituirlo.
Giannino! Stai attento più ai baci che ai pugni, che sono quelli che tradiscono di più le apparenze.

Angelo, mi dispiace per ioannes, è una persona che stimo, con una sua spiritualità e sensibilità. La religione non deve essere mai motivo di astio e di rancore, altrimenti fallisce la sua missione. Ogni credo va rispettato e mai offeso o sottovalutato, perché Gesù è morto anche per chi non crede o crede a modo suo.

Le argomentazioni religiose possono ferire i sentimenti e la sensibilità spirituale delle persone, una frase fuori luogo, un gesto fuori posto può scatenare il risentimento di una persona o di un popolo, come è avvenuto per quella frase del Papa nei confronti dell'Islam.

Nelle questioni e discussioni religiose ci vuole molta umiltà e spirito di ascolto. Quello che uno crede e che sente sia la "verità" va detto e comunicato sì, ma come spunto per una riflessione per poter comprendere meglio sia il proprio punto di vista, sia quello dell'interlocutore che può differire dal nostro.

In campo religioso una opinione non si deve mai imporre sull'altra con la prepotenza, svalutando o denigrando l'opinione altrui giusta o sbagliata che sia. Tutti i punti di vista e le diverse spiritualità vanno rispettate e guai ad escludere o discriminare qualcuno se non la pensa allo stesso modo.

Escludere o discriminare qualcuno, per qualsiasi motivo religioso, significa negargli il proprio amore ed il suo diritto ad essere accolto, con conseguenze negative sia per chi viene escluso, sia per chi esclude. In quel caso la religione fallisce la sua missione e, invece di edificare l'uomo, rispettandone la dignità, finisce solo per abbrutirlo, rendendolo schiavo del proprio egoismo o dela propria opinione.

A questo punto il mio compito è finito anche da te! La mia non è presunzione ed io voglio tanto chi mi mette in difficoltà, perchè voglio essere abbassato, ma allo stesso tempo capire quello che avviene in me. Se ti dicessi che parli da uomo, potresti subito fraintendere, ma il mio Dio fa le cose buone e se vi fermate al primo ostacolo, non glorificandolo per la possibilità di superarlo, come farete a comprendere il Male in questo mondo? E' facile chiudere le porte, non accorgendo che chi giudicate vuole essere giudicato. Ma è più facile chiudere il dialogo per non far emergere la verità che è celata in noi.
Io devo dar conto solo a Dio e non penso di aver infangato cose che sono state dette in un modo poco comprensibile. Se anche tu non condividi il mio modo di fare, solo pronto ad andarmene. Ti invito solo ad andare su un sito amico a Ioannes (Morgana La Pazza).
Ha chiesto di essere mia amica, tu che dici? Loro cambiano volto ma il loro Padrone è sempre lo stesso. E' anche il tuo per caso?
Visto che hai tra gli amici una certa benedettaj, che senza ascoltarmi ed accogliermi mi ha solo dato del pinocchietto.
Meglio essere pinocchio, esserlo almeno stato ed ora pentito e divenuto bambino, che rimanere un pezzo di legno che è ormai secco (Luca 23, 31).
P.S. Non hai nulla da dire a gianburrasca? che pensi a riprendere pinocchio? continuando a giocare con la tecnologia?
N.B.Il tempo è mio amico solo perchè mi svela la provenienza di chi trovo nel mio cammino.
Questo è il senso di questo tempo.
Quo Vadis, Pietro?

Angelo, io non posso dirti cosa avviene in te. Lo puoi solo capire tu. Il tuo Dio? Comprendere il male di questo mondo? Giudicare? Dare conto solo a Dio? Veramente, faccio fatica a comprenderti. Andare oltre Dio? Per me non ha senso, perché Dio è il tutto e non si può andare oltre Dio. Vacci tu oltre Dio e spiegami come fai.

Il mio Dio è Gesù, figura ben evidente nel Vangelo. Lui mi ha insegnato a non giudicare, cosa non semplice. Tu mi chiedi di giudicare. Il male e il bene è questione biblica, se tu lo comprendi, spiegamelo in parole semplici e chiare.

E' tanto difficile per te vivere il Vangelo? Leggerlo, comprenderlo, condividerlo, spiegarlo in modo comprensibile a me o ai lettore del sito, secondo la tua sensibilità, metterlo in pratica e raccontarmi come lo vivi, se ti va?

Guarda, mi è venuta una ispirazione, apro una sezione del sito e la chiamo "Vangelo vissuto", dove raccontare sotto forma di commento come vivere il Vangelo, l'insegnamento di Gesù messo in paratica, come tradurre in pratica l'amore reciproco, il non giudicare, il dare, l'amore verso Dio e il prossimo.

Mi chiedi di andare da Morgana la Pazza. E chi è? Sono stato da ioannes, pensando fosse il tuo sito, ho commentato alcuni suoi post, sei anche arrivato tu e come è andata a finire? Ha schierato la contraerea.

Io il mio caccia (sito si intende) su splinder l'ho chiuso e cancellato. Se vuoi, lo puoi aprire tu, è a tua disposizione. E' un bel caccia da combattimento (spirituale si intende). Se lo apri, fammelo sapere che vengo a battagliare(commentare si intende). Benedettaj è utente splinder che mi ha chiesto di essere suo amico e io ho ricambiato. Apprezzo i suoi post e mi piace commentarli.

Tuttavia a me le telenovele o meglio le blognovele e i sentimentalismi al servizio del dio denaro non piacciono, per questo ho cancellato il mio sito.

Dai Angelo, apri un sito sotto la tua responsabilità, racconta la tua esperienza spirituale e il tuo incontro con Dio.

Dio è per tutti.

Io faccio quello che LUI mi dice di fare.
Non è questione di responsabilità, ma di capire come siamo piccoli e nonostante tutto vogliamo spiegare quello che a noi è già difficile sopportare.
Mi dispiace che dai a me la colpa di aver difeso la tua Chiesa su Ioannes. Io difendo tutti e divento un muro di gomma quando vogliono attaccare me e chi stenta a difendersi.
Come fai a rispettare chi si contraddice? E quando si vede perso chiude la porta?
Il problema è che tutti vogliono fare i galli e non si accorgono che sono gli stessi che hanno avvisato a Pietro che stava per arrivare una nuova alba.
Un'alba che non avrebbe mai pensato che potesse avverarsi nel Maestro ed in LUI.
A costo di farti chiudere anche a te la porta se non uscirai subito a seguirmi ed a riaprire il blog su splinder. Dove vuoi andare? Vuoi aspettare che loro verranno a prenderti? O è meglio che ti doni a loro, visto che sai spiegare bene il Vangelo. Loro hanno bisogno di te e se comincerò a vedere che ti sentiranno, allora io potrò andare in pace.

Angelo, anche io faccio quello che Lui mi dice di fare.
Si deve rispettare tutti, anche chi si contraddice.
Dove voglio andare? Non voglio andare da nessuna parte. Semplicemente vivo il Vangelo dove Dio mi ha collocato. Chi è che mi vuol venire a prendere? Seguire te? Io seguo Gesù e seguo anche te per amore di Gesù. Riaprire il blog su Splinder? Aprilo tu, io ho da pensare a questo. Gli uomini non hanno bisogno di me, ma di Gesù. Quelli che hanno bisogno di me, sono ridotti male, non hanno capito un tubo. E' Gesù che devono cercare, non me.

Hai bisogno di riposo per meditare.
Lascia raffreddare i motori.

Ok! Motori al minimo.

Ma che ve siete fumati il cervello?
il sito di Cascioli non è antireligions!
E poi invece di fumarvi l'incenso cercate di imparare da soli invece di farvi insegnare:
http://digilander.libero.it/ingeberg/Trans/maicammin.html;
www.yeshua.it;
Prof David Donnini ed altro....
e comunque io se avessi un dio che mi stesse sempre alle costole mi incavolerei moltissimo, non dovrei avere il libero arbitrio? E poi che dire della privacy?
Ciao a tutti

Moebius, se vai su www.webarchive.org e cerchi antireligions.org trovi che trai i link del 27 gennaio 2007 archiviati, i link al sito che punta al vecchio sito di Luigi Cascioli.
http://web.archive.org/web/20060127224437/http://www.anti-religions.org/

Se poi Luigi Cascioli nel frattempo ha cambiato titolo al suo sito, io non lo posso sapere se lui non melo segnala e comunque ti ringrazio di avermelo segnalato. Tuttavia il link al sito di Cascioli che trovi su questo post è corretto.

Spero di averti dimostrato che non mi sono ancora fumato il cervello.

TANTI COMMENTI PER UN PROBLEMA CHE NON ESISTE
FRA CREDERE E NON CREDERE, E' SUFFICIENTE UN MINUTO DI RIFLESSIONE; LA NATURA E NON UN FANTOMATICO DIO HA DATO ANCHE AI NOSTRI FRATELLI ANIMALI, INTELLIGENZA, AMORE, SOFFERENZE, GIOIE , PIANTI COMUNICANO A MODO LORO MA PRINCIPALMENTE GLI STESSI ATTRIBUTI
DELL'UOMO, ORA NON SI CAPISCE PERCHE' I C.........
DEL PAPA DOVREBBERO ANDARE NEL FANTOMATICO PARADISO.
E QUELLI DEI NOSTRI FRATELLI ANIMALI A MARCIRE SOTTO TERRA, MAGO PROF. SILVA (SPETTACOLI)

Ma c'è l'evoluzione spirituale oltre quella CARNALE.

Sottoterra SEI invitato alle nozze del VERME!

Scrivi un commento




Il tuo volto, Signore, voglio far risplendere
Il tuo volto, Signore, voglio far risplendere
Logo
I sette colori dell'amore di Dio: Misericordia, Perdono, Carità, Provvidenza, Bontà, Giustizia, Fedeltà.
Creative Commons License
This blog is licensed under a Creative Commons License.
Free Internet Security - WOT Web of Trust
Powered by  Movable Type 5.01