Piloti nel cielo in servizio antincendio

  • Posted on
  • by
  • in

In questa lezione di volo noi, piloti nel cielo, dobbiamo imparare a scendere dal cielo fino al mare per prendere l'acqua e andare a combattere con il fuoco dell'inferno.

Elicottero in servizio anti-incendio in arrivo
Elicottero in servizio anti-incendio in arrivo.

Elicottero in servizio anti-incendio in fase di atterraggio
Elicottero in servizio anti-incendio in atterraggio.

In questa lezione di volo dobbiamo imparare il volo stazionario. Si tratta di mantenere l'elicottero fermo a pochi metri da terra o dal mare in attesa di riempire i serbatoi di acqua. Mantenere un elicottero in volo stazionario è come mantenere una palla ferma al centro della propria testa. Ci vuole molto esercizio. Ma con la preghiera e gli esercizi spirituali noi riusciamo a padroneggiare bene il nostro "elicottero".

Elicottero in partenza
Elicottero in partenza.

Elicottero in volo stazionario carica l' acqua dal mare
Elicottero in volo stazionario carica l' acqua dal mare.

Quell' "incendio" che infiamma il corpo rendendo l' anima dell'uomo un inferno di fuoco, a noi piloti nel cielo non ci spaventa. Noi non usiamo l'acqua salata del mare che quando la bevi ti fa venire ancora più sete, ma usiamo l'acqua di Gesù per spegnere gli incendi della carne. Quell' acqua fuoriuscita dalla ferita del Suo costato, quell' acqua che quando la bevi ti toglie definitivamente la sete, noi la usiamo per spegnere il fuoco dell'inferno, il fuoco della carne. Come nostro aiuto utilizziamo l'elicottero.

Il nostro "mare" è la fonte battesimale, da lì noi attingiamo l'acqua dello Spirito Santo e il nostro "elicottero" è la Chiesa. Il pilota istruttore è sempre Gesù, Lui ci insegna il volo stazionario, ovvero ci insegna a stare fermi nell'amore e a non muoverci fino a quando non abbiamo riempito i serbatoi di Spirito Santo da versare sul fuoco dell'inferno, sul fuoco della carne fino a spegnerlo, affinché l' uomo possa ritrovare il suo vero nome.