Provvidenza e terremoto

  • Scritto il giorno
  • , aggiornato al giorno
  • da
  • in

06 febbraio 2009, Eluana, Napolitano non firma il decreto.

Napolitano: «Ci sia esame di coscienza Nessuno è senza colpa»


Dio e il terremoto

I terremoti (come le eruzioni vulcaniche) sono gli "aborti terapeutici" delle viscere della terra, della natura. C'è chi consente gli aborti terapeutici e decide di abortire incurante del feto indifeso che vive e porta in grembo e c'è chi consente i terremoti, incurante del popolo indifeso che vive sopra la terra, così come c'è chi consente la guerra, incurante dei morti che provoca. Se noi uomini non abbiamo rispetto di chi è più debole e indifeso, non possiamo pretendere che chi è più forte di noi abbia rispetto di noi. Siamo cocciuti come muli e di bastonate purtroppo ne prenderemo ancora molte. Ne abbiamo bisogno se ci vogliamo salvare, anche se non sono piacevoli. A meno che decidiamo di arrenderci e chiedere quali sono le condizioni per la pace.

194  (.)  194