Religione e politica

| 6 Comments

Eugenio Scalfari, fondatore del quotidiano "la Repubblica" intervistato da Giuliano Ferrara in questo video, nella trasmissione Otto e Mezzo su La7 Tv.
Il tema della discussione è la religione e la politica.

La religione come spazio pubblico.
Scalfari è un non credente (lo dice lui nel video), per lui il sacro, la fede in Dio, non esiste, ma esiste la morale e, una discussione religiosa, secondo Scalfari, va impostata sulla morale, altrimenti non avrebbe senso.
Nel video si accenna anche al caso della parlamentare Binetti, se è stata influenzata o meno nelle sue decisioni di voto da qualche esponente della gerarchia ecclesiale.

Il Vangelo narra che Gesù non era un politico e quando lo volevano fare Re (così come oggi si fa un Presidente del Consiglio o della Repubblica), scappò via per ritirarsi sui monti, tutto solo. Questo dimostra che il potere temporale a Gesù non interessava.

Io sono dell'idea che al cristiano, l' impegno politico non dovrebbe interessare, non perché non debba interessare la politica in sè, ma perché il cristiano dovrebbe essere già impegnato a testimoniare Gesù e il suo insegnamento con la sua vita, in modo coerente, su un piano universale che interessa l'uomo e la sua evangelizzazione. Il compito del cristiano non è quello di impegnarsi in politica e portare avanti o imporre gli interessi di una lobby di potere piuttosto che un'altra (imprenditori o lavoratori dipendenti o commercianti o camionisti) in buona o cattiva fede, ma quello di evangelizzare e battezzare, in unità con tutti i cristiani, coloro che vogliono e chiedono di essere evangelizzati e battezzati, liberamente.

Update: Segnalo per un approfondimento l'articolo di Eugenio Scalfari: Atei devoti nel giardino del Papa, su Repubblica.it

6 Comments

Ma Gesù ha detto di lavorare ... per guadagnarsi da mangiare e vestire? ... o di seguirlo dopo aver venduto tutto?
E i suoi discepoli? ... come si guadagnavano da mangiare? ... pescavano sempre, vivevano di elemosina o da provenienti "RIVOLUZIONARI"?
La cassa che gestiva Giuda da chi veniva alimentata?
E se Gesù voleva distruggere i tiranni locali ed esteri "istigando" a non lavorare per degli approfittatori? ... smettendo di essere schiavi ... per lasciarsi morire come veri eroi, non vivono in schiavitù … almeno per sempre?

Molti se la prendono con Dio e le sue imperfezioni ma chi ha il coraggio di diventare un barbone e poter armarsi di lingua a doppio taglio?

Giovanni è il più grande in terra ma il più piccolo in Cielo ma Gesù chi E’?
Siete certi che abbia lavorato?
Ho ha impersonato la vera creatura in cattività?

Siete miseri e miseri morirete se non vi sforzate di capite la verità su questo mondo.
Eppure è tutto alla luce del sole ed è anche tutto scritto.

Ma vi sentite come gigli di allevamento o come orchidee da dare unitamente alle false palme come allora?
In verità siete molto di più e potete attraversare questo mondo come Gesù attraversò chi voleva pestarLo o farLo RE.

Solo così si attraversa la morte e molti animali si incarnano in uomini smettendo di mangiare un cibo dato come salario di compagnia o di schiavitù.

Ma molti uomini si incarnano in porci perché mangiano senza sapere per quale nutrimento sono fatti.

Dovete chiedervi e rispondere a certi semplici perché per capire il senso di essere stati fatti come erba e come carne per poi mangiarci a vicenda.

Voi non conoscete l’attrito di questo mondo e perché l’Iddio rimane in silenzio.

Ma se solo aveste visto e percorso insieme al Maestro i miracoli che eseguiva quel d’IO che scuoteva il mondo intero, come una folgore senza tuono, allora capireste che la morte non esiste ed è una invenzione di chi pensa che morire è come dormire.

Allora provate a non dormire, a non mangiare, e con occhi sbranati perdonare chi in Verità fa senza sapere che c’è dovrà dar conto fino all’ultimo spicciolo perché ordina e lascia fare ad altri quello che non vuole fare per non guardare in faccia il proprio passato.

Statene certi che la telecamera di Dio vi coglierà sempre con le mani nel sacco, anche quando Dio stesso vi metterà la refurtiva nel vostro, senza che voi l’abbiate sottratta a chi vuole solo farvi ripercorrere il proprio passato.

Che fine ha fatto la stirpe di quel Giuseppe, troppo buono, venduto ai mercanti?
Sara ha partorito un figlio in Egitto, avuta dal Faraone, quando Abramo ebbe paura di presentarla come sua moglie, temendo di morire?

Vi auguro il Vero Natale! Quello passato da quella coppia di profughi e da quel Padre che difendeva quella bimba che custodiva in grembo un figlio non SUO.

E’ una resurrezione di condanna … o di salvezza? … ma se continuate ancora a perdervi in questo deserto, non sarà mica Mosè a portarvi in salvo, facendovi entrare nella Terra Promessa, quando poi in Paradiso è entrato solo LUI.

Mosè poteva rimanere nel grasso Egitto ma capì che quella vita non aveva senso in grandi tombe di polveri compatte e racchiuse nell’oro.

Ma lo avete udito Dio? Il Suo Angelo? Ma su quali certezze vi basate? O pensate che la fede faccia miracoli? Se avete allora almeno un granello di vera fede perché non vi spostate … o pensate di essere come delle montagne? O alberi nati con radici?
O siete montagne e alberi o siete Figli di Dio, perché non sapete costruire nulla e nemmeno creare qualcosa che abbia cambiato il mondo in meglio, ma solo in peggio.
Il meglio in voi è stato preso dagli Angeli, ma se non li sentite arrivare, chi vi darà la certezza che valga la pena vivere una vita che poi termina qui?
Se non percepite già OGGI la Vita Eterna non potete allora dire che conoscete il Vivente Dio che vuole vedere i Figli fare ritorno almeno in quello che sostengono.

Tutto quello che ho scritto l’ho scritto per me ed io darò conto di quello che vi ho detto se non sono io il primo a mettermi in cammino ora che ho trovato il mare di fronte ed il mio antagonista che mi sta raggiungendo.

Voi tutti siete esclusi perché dovete ancora capire per quanto comprendete, ma se in voi è custodito quel piccolo seme che vi porterà in contrizione salvifica, in Verità darete il vostro contributo … se siete albero da frutto o semplici fichi sterili.

Basterà un solo fico per sfamare chi vi porterà in Paradiso.

I Santi sono 144.000 da non confondersi da chi è parte di uno di questi.
144.00 x 153 = 22.03.000 x 12 = 264.384.000 x 7 = 1.850.688.000 x 3 = 5.552.064.000 x 2 = 11.104.128.000.

Siamo tutti qui e ne devono ancora arrivare … ma non confondiamoli con quelli in vitro e con chi pensa di arrivarci per un nonnulla.

Quanta verità e saggezza nel tuo commento, Lucifero. Ma un nick migliore non potevi trovarlo? Cosa sono quei numeri? Cosa vuoi che siano 11.104.128.000 Santi. Pensi che io mi spaventi per così poco? Beh, allora non hai idea della grandezza di Dio. Sono tutti lì? Lo hai visto il video e hai sentito cosa dice Scalfari? Lui non li vede tutti quei Santi. Io ne vedo molti di più e la mia vista si perde, perché non riesco a vedere la fine di tutta quella moltitudine di Santi. Ma lo sai che i numeri sono infiniti? Conta le stelle, se riesci e prova a dividere un qualsiasi numero per zero. Ottieni un errore perché la divisione per zero non è calcolabile, eppure lo zero, il nulla esiste. Ma se non è calcolabile la divisione per zero, un motivo ci sarà. Con chi divide Dio la sua eredità? Non può dividerla per zero, con nessuno. Almeno con qualcuno la deve pur dividere, per quanto piccolo possa essere, non ti pare?

Come fai a considerare Vero e Saggio lo scritto di Lucifero se poi ti lamenti del suo Nick?
In Verità sei ancora influenzato da fede, peraltro, distorta che gli uomini tramandano con errori e traduzioni inquinate dalle loro misere forze.
Il Portatore di Luce in Assoluto è Misericordioso e Compassionevole e perdona l’incosciente soldato che fra poco gli conficcherà la lancia nel costato per dare termine a quelle sofferenze inutili, come se fosse un misero essere umano che elimina il proprio cane (o caro) per dare termine a qualcosa di incomprensibile.
Nel sostenere la lotta contro l’aborto non ti sei mai imbattuto in chi ti ha detto se hai avuto modo di vivere un natale del proprio bimbo che doveva nascere storpio?
Sai cosa dovrebbe rispondere un vero Cristiano? O devo rimembrarti la Sapienza di Salomone?
Ma come al solito prenderai al balzo quel riconoscere in quella mamma arrendevole chi è pronta a perdere il proprio figlio per la salvezza del figlio stesso.
Chi è in grado di condannare il proprio figlio per la salvezza di se stesso?
Tu pensi che Abramo l’avrebbe fatto quel sacrificio umano? … sul proprio figlio?
Il finale lo sappiamo ma non sai come in Verità si è evoluta la situazione.
Noi sappiamo solo che quel down si è sacrificato da solo quando si è eletto a Figlio di Dio, portando a termine quell’unica Verità, in una Pasqua di sempre.
Io non ho paura di essere blasfemo perché io vedo tutto chiaro e non temo di essere considerato “cretièn” se poi so difendermi con la mia lingua.
Ma è pur vero che anche il Cristo vive di queste passioni non legandosi a nessuno e tanto meno ad eventuali figli da non procreare in cattività, a lavori che sono più castighi o sfruttamenti per arricchire chi mantiene la religione come vera droga di animali di allevamento.
Anche la Madre è stata tenuta a distanza come i fratelli fino a consegnarsi da solo nelle mani di chi voleva banchettare per Pasqua.
Le mie parole sono pesanti ma il mio obiettivo ora è Unico ed è quello di tacere per sempre.
Non ci riesco perché sento su di me la colpa di non aver avvertito che esiste una legge unica che mette tutti nello stesso livello che lo Spazio ed il Tempo porta a confonderci per essere noi stessi i giudici di se stessi.

Se ci lasciassimo morire per seguire il Signore forse avremmo anche noi sulla carne i segni che ci uniscono a chi unisce tutti in quel dolore e sofferenza che costruisce opere in Cielo e non operando menzogne inganniamo l’attesa di una condanna che solo da noi stessi possiamo annullare.
Se odiassimo i parenti che ci ricordano di pensare alla famiglia, se odiassimo i datori di lavoro sporco, se odiassimo senza alzare un dito ma rinfacciando il male che loro fanno senza sporcarsi le mani, portando nel precipizio i poveri giovani di questa generazione: In Verità vi dico che gli angeli sorreggeranno quei poveri Cristi che devono portare a termine le colpe dei padri, ma dei loro padri l’Iddio non avrà Misericordia perché non sono inconsapevoli e sanno bene cosa fanno.

Tu mi chiedi un Nik migliore dimenticando chi è Lucifero fino a non sapere che i primi cretièn lo riconoscevano in Gesù (lo ha detto Mons. S.E. Vescovo Gianfranco Ravasi), ma si sta ben attenti a non togliere le piaghe della Chiesa e quelle su tutti noi, invisibili se non le accettiamo per donarle ai nostri figli.

Scalari è un tiepido come tanti e pensando di mettere al centro l’uomo sta ben attendo a starne lontano. Non parliamo di chi contrasta che una Dio a uso e consumo.
Mi vien da ridere quando ci riteniamo tutti peccatori per rimanere in compagnia perdendoci la gioia del sentirsi soli … solo con DIO.

Il deserto? … sta arrivando e chi potrà sopravvivere se non chi si sente a casa sua? Chi sopravviverà al freddo se non chi ci è sempre stato? … e al caldo? E chi morirà senza bestemmiare Dio perché vedrà e sentirà le stesse cose di Nostro Signore Gesù Cristo?

Se ti spaventi per dei numero infiniti o nulli… scambiando i Santi con gli Angeli, allora cosa sentirai quando vedrai la Trinità composta?
Tu parli con le parole di altri e non hai il coraggio di parlare nella tua solitudine.
Io so che i numeri sono infiniti come lo è l’infinito stesso ma non parlare di cose che non conosci almeno a metà strada.
Parli da Vecchi testamento! Tu pensi che esista la nullità? Tu pensi che esista lo zero?
Sai cos’è il nulla? Parli di errori come se esistono gli errori! Ecco perché vedi nel mio Nick … l’errore.
Lo zero è una invenzione dell’uomo demonio per dar senso a qualcosa che non è ancora completo.
Dimentichi il tuo anello? Quell’intuito che è venuto dal Cielo, dallo Spirito Santo e non dalla Tua Carne?
Anche la polvere non è nullità e basterebbe un granellino per farti cadere o infettarti il tuo occhio fino a perdere anche l’altro.

Tu c’eri prima del Big Bang? Sai del nulla prima … eppure nella Genesi vi è stato detto che prima c’era chi E’.
Chi sei tu? Che parli da sapiente? Prodotto della tua unità divisa con l’infinito?
Potresti dire altrettanto di me? … prodotto di nullità diviso la mia unità in formazione.

Tu sei certo che Dio deve dividere la sua eredità con chi può sciuparla tutta? Pensi di essere un numero o un buco nero? Dio prende da te quel poco che sai fruttificare ed il reso lo lascia e lo rimpasta.
Ora sta a te decidere cosa dare a Dio o cosa a Cesare … per essere rimpastato.
Ma se ti rifiuti di dare a Dio non sarà Dio a pretenderlo perché anche il Tuo Lucifero è libero di starsene in questo mondo e solo in questo mondo da dove dalla stessa sua ribellione esce la creatura superiore … diventando più bello e buono di tutti. Tu pensi che Lucifero abbia potere su di te? Pensi che Dio possa venirti in aiuto?
Dai alzati e andiamo incontro all’Aurora … di cui siamo Figli.
Tu non sai che corri quanto la luce … ma in senso contrario alla luce stessa che vuole raggiungerti.
Basterebbe fermarsi … andando contro al mondo per sentirsi avvolti da quell’Alba … perdonando tutti quelli che aspettano il canto del gallo per alzarsi.
Non è mai troppo tardi se te lo dice chi ha creato il Tempo … esplodendo nello Spazio Infinito con tutta la Sua Gloria.

Io sono solo un messaggero e quello che esce da me vale quanto quello che esce da te e sta a noi mischiare ed amalgamare aspettando il lievito che rende tutto nutriente e buono.

Quanta perfezione verso la Verità ... in tutto!
Quando dico tutto vuol dire TUTTO!
Compreso le contraddizioni e qualche spunto di saggezza in tutto!
E quando dico tutto vuol dire Tutto … anche quello in questo sito e in questo post, compreso i commenti e la mia esuberante partecipazione che mi porta dall’alto della mia considerazione, che tutto è perfetto, se vista nella complessività e nei risultati. Sempre se li vedete e li percepite.
Ma chi è in grado di vedere tutto perfetto?
O un pazzo … o Dio.
O una nullità che spazia dove vuole o chi lo ha creato.
Non mi va di estrapolare le verità e le contraddizioni da Scalari o dalle provocazioni di Ferrara o anche chi si mette dalla parte di Lucifero per poi confondere ancor di più o, chissà, per farci riflettere quanto è falsa o poca la nostra fede.
Meglio poca che falsa? … condividi?
Qui è il succo di questo frutto peccaminoso che questo mondo.
Eppure la soluzione non è nell’amore o nel pacifismo che basterebbe far nascere Scalari, non in una mosca ma in un paese povero ed islamico per capire come è pari al nulla soprattutto quando in verità dice che Dio è ancora fuori di Lui.
Sarà che IO, Scalari o DIO siamo fuori di se stessi? O siamo tutti miseri nel girare le scritture e Sant’Agostino per prenderci la nostra parte di boccone per accogliere quel Lucifero che deve solo COMPIERSI in noi.
Libero o Legato Arbitrio?

Io vorrei tanto rimanere incantato e beato nel cercare di esternare quello che sento e vedo compiersi ma questo corpo mi lega ancora in questo mondo ed io voglio godermi anche questo inizio di Vita, sbagliando o indovinando ma sempre per quello che credo, dovendo sperimentare su di me e non sugli altri, anche se invito a provare.
Ma attenti e se vi sentite semplici cavie, sentendovi che qualcuno vi sfrutta, compreso Dio, vi invito a ribellarvi, ma occhio ragazzi perché non è facile sconfiggere l’inviato da Dio, che sia Angelo o Demone.
Eppure si riesce a sottometterli per farci dare le chiavi della conoscenza.
Ma io non vi dico quello che da soli dovete provare perché se vi raccontassi cosa in Verità succede non vi sarei di aiuto ma al contrario vi farei cadere prima.
Ora sta a voi cadere prima del precipizio o dopo.
Se non ci fosse lo Spazio ed il Tempo tra noi, piccolo o grande che sia, potremmo sperimentare insieme come ci faceva provare il Maestro quando era con noi, fuori di noi.
Ora è dentro di noi e noi non lo riconosciamo … percorrendo nuovamente la nostra Via dalla genesi fino all’Apocalisse.

Nessuno potrà salvarsi se non trova il cristo che bussa incessantemente dentro la Vostra Anima.
Altro che lasciarsi morire!
Bisogna sfoderare la Spada che chiedeva Nostro Signore, quella che sa usare solo chi riconosce lo Spirito Santo e non quell’aggeggio di ferro che può solo constatare la morte fuori e dentro di noi.
In Verità vi dico che se usate quell’aggeggio, o simili, per constatare l’esistenza della morte e il vostro falso potere, allora conoscerete solo la Morte, ma se usate la lingua che uccide il vero avversario, allora anche se sbaglierete nell’azzardare ma colpirete nel vero chi sente di essere stato colpito, in Verità vi salverete portandovi dietro anche chi a fatto quello senza accorgersene nemmeno.

ANGELO

P.S. Il mio Nick è accettabile e devo trovarne altri fuori del mio vero nome?
Tu pensi che il nome: Albino Luciani fosse accettabile o no … per portare la Chiesa pronta ad accogliere il Cristo che viene? O diventare Giovanni Paolo I° è stata la sua sentenza di condanna?

>Come fai a considerare Vero e Saggio lo scritto di Lucifero se poi ti lamenti del suo Nick?

Appunto, quello è il problema. Il nome Lucifero è spesso collegato a quello di Satana, ma Lucifero è la stella del mattino, un angelo di luce, buttato giù dal cielo, perché voleva farsi Dio.
Lucifero, usa il nick che vuoi, che per me va bene lo stesso.

Lo zero non è altro che la negazione di Dio che dimostra l'esistenza matematica di Dio. La dimostrazione la dà l'impossibilità di dividere per zero. Non è possibile dividere per qualcosa che nega Dio, dividere per il nulla.
Il nulla non può esistere, può esistere l'infinitesimo piccolo, ma non il nulla. Se esistesse il nulla, non esisterebbe Dio. Dio è tanto più piccolo, quanto più grande è l'universo. Come dire: Dio si fa piccolo per fare spazio all'universo.

Se esiste l'universo, allora esiste anche Dio, altrimenti non si riesce a determinare chi ha creato l'universo. Dio ha creato l'universo e Dio chi lo ha creato? Dio si crea da solo perché è eterno, esiste da sempre (e qui finiamo nella dimensione del tempo)dove Dio=universo. Come per lo spazio, così non è possibile dividere il tempo per zero. Dio ha creato se stesso perché il nulla non può esistere, proprio perché non è possibile dividere per il nulla.

La divisione per zero è un risultato indeterminato, un errore e infatti nessun computer riesce a dividere per zero e, di fronte ad una divisione per zero, il computer si blocca. Il nulla esiste solo come rappresentazione numerica dello zero. Se il nulla non esiste, vuol dire che qualcosa c'è e questo ce lo dice la matematica. Quel qualcosa è quello che io chiamo Dio creatore, logos, amore, spirito, particella infinitesimale, luce, ecc.

Solo per dare uno spunto di riflessione a Eugenio Scalfari e a quelli come lui.

Lo zero esiste solo in questo mondo ed è l'unica invenzione dell'uomo ... per farsi forte, ma quando comprenderà l'UNO ... lo zero scomparirà.
Scompare solo quello che in realtà non è mai esistito.
Quando l'uomo scoprirà che non esiste il nulla (ci sta mettendo tutta la sua tecnologia) capirà che più andava verso l'infinitesimo e più trovava l'infinito.
Forse la strada più corta è verso l'infinito, ma si spaventa nel rigirare il microscopio per renderlo macroscopio.
Forse lo strumento giusto è il suo corpo che Dio stesso ha usato per farci comprendere.

Scrivi un commento




Il tuo volto, Signore, voglio far risplendere
Il tuo volto, Signore, voglio far risplendere
Logo
I sette colori dell'amore di Dio: Misericordia, Perdono, Carità, Provvidenza, Bontà, Giustizia, Fedeltà.
Creative Commons License
This blog is licensed under a Creative Commons License.
Free Internet Security - WOT Web of Trust
Powered by  Movable Type 5.01