Capire le ragioni dell'ateismo

| 18 Comments

Questa sezione intendo dedicarla all'ateismo e ai suoi aspetti a me incomprensibili. Per me la fede è una cosa naturale e spontanea e faccio fatica a comprendere le posizioni degli atei. Non nascondo tuttavia di avere le mie crisi di fede quando sono triste, demoralizzato, stanco, malato, ecc.

Tuttavia mi piace confrontarmi con chi è ateo e non crede in Dio. Il mio scopo non è tentare di convertire l'ateo o convincerlo ad aver fede, ma piuttosto cercare di capire le sue posizioni e i suoi convincimenti al fine di trovare quali sono i punti che ci uniscono e quali quelli che ci dividono.
Penso che anche l'ateo abbia una fede degna di essere trasmessa e condivisa, una fede non in Dio, ma piuttosto nella natura, nell'uomo, nell'umanità, nella scienza o nella cultura.

E' l'amore stesso che mi porta a cercare di capire e comprendere posizioni diverse dalle mie e a cercare le cose che mi uniscono agli atei, e non solo a loro, ma anche a persone di convinzioni diverse.

18 Comments

Non so chi abbia scritto tutte queste parole, e se nelle ultime righe cerca un confronto con un ateo, beh eccomi qua...

Credo che la differenza maggiore tra credente e non credente si quella dell'accettazione dei dogmi religiosi

Io li reitengo assurdi e molto spesso rivoltanti e contrari alla natura umana. Faccio solo alcuni esempi:

Il Peccato Originale - che rende l'essere umano un colpevole per il solo fatto di nascere.
La Trinità - delirio dottrinale che, come diceva Schopenhauer, ha causato più morti delle pestilenze (oltre allo squilibrio mentale dei suoi assertori...).
La valorizzazione della sofferenza - che incoraggia ed esalta la mortificazione del corpo in virtù di una sorta di predestinazione alla santità (si pensi al culto delle stigmate, alle corde legate in vita per mortificare la carne,...).
Il disprezzo del corpo e la condanna del piacere - che ha portato l'essere umano alla più inumana delle alienazioni, la vergogna per il suo stesso corpo, e all'associazione della nudità e del sesso a sentimenti di peccato e di indecenza (si ritiene inaccettabile che in televisione un minorenne veda una scena di erotismo, ma non che assista ad immagini di violenza e di omicidi...).

Non credo in Dio e se Dio esistesse, beh se fossi al suo posto proverrei gran dolore perchè il mondo che ha creato fa letteralmente pena, e non perchè è stato l'uomo a rovinarlo, ma perchè lo ha rovinato la religione di persone ignoranti come voi che credono ingenuamente a queste falsità.

Dio non esiste perchè l'uomo esiste...
Se Dio è perfetto allora anche l'uomo doveva esserlo

Cosa c'è di meglio che godersi la vita facendo sesso, usando preservativi, e seguendo la propria coscienza e non quella impostaci dai comandamenti religiosi (che per quanto possano sembrare giusti tradiscono la natura dell'uomo nel comandamento che afferma "non desiderare le cose degli altri")?

Voi risponderete:
Il Paradiso! (ammesso che esista)
Dove posso amare Dio per sempre! (non bastava dedicargli una vita terrena, anche l'eternità! si vede che è un'egoista, e non tiriamo fuori la scusa che per dire che mi ha dato la vita io debba essergli riconoscente, in fondo non gli ho chiesto io di farmi nascere!)

Ateismo = Libertà

Ciao Campoamor, la fede è una proposta e nello stesso tempo un dono. Nessuno ti obbliga a credere.

Tu dici: > "Non credo in Dio e se Dio esistesse, beh se fossi al suo posto proverrei gran dolore perchè il mondo che ha creato fa letteralmente pena, e non perchè è stato l'uomo a rovinarlo, ma perchè lo ha rovinato la religione di persone ignoranti come voi che credono ingenuamente a queste falsità"

Se la mia religione ha rovinato il mondo creato da un ipotetico Dio, io sono qui per pagare. Gesù è quell'uomo dal quale trae origine la mia fede e la mia religione. Gesù ha pagato con la morte in croce il peccato dell'uomo. Se il suo sacrificio non è stato sufficiente per rimediare ai guasti commessi dagli uomini, penso che sia mio dovere pagare come ha fatto lui.

Come pensi possa io rimediare al danno arrecato?
Vuoi condannarmi a morte come hanno fatto per Gesù?

Io condanno tutti coloro che predicano in nome di quel tuo Dio.

Una persona dovrebbe essere libera di poter scegliere il proprio credo, e invece voi cristiani avete creato una società in cui chi è cristiano è un bravo ragazzo, chi non è cristiano è visto come uno che va controcorrente e quindi da isolare. Perchè è questo quello che sta succedendo dalle mie parti.

Condanno i genitori che battezzano un bambino appena nato facendogli imboccare una strada in cui la società lo costringe a diventare cristiano. Una persona dovrebbe conoscere prima di scegliere anzichè prima scegliere e poi conoscere, ma già in età pre adolescenziale ecco i primi sacramenti di comunione e cresima!

Condanno le scuole che appendono crocifissi nelle aule. L'Italia è un paese laico!

condanno il cristianesimo che fa ritardare il processo di modernizzazione della nostra società. Leggi come quella sull'eutanasia che è in viglore in molti paesi ancora in italia non è stata approvata.

Condanno il papa Benedetto XVI che ha definito la musica rock "dannosa per l'anima"

Condanno la falsità del mondo cristiano della mia cittadina dove ogni cosa che il parroco dice viene data per buona come se fosse stata detta da Dio in persona

Condanno tutti i cristiani della mia cittadina dove è più importante fare sfoggio dei vestiti nuovi la domenica mattina che dedicarsi al prossimo e dove ragazzi come me vengono letteralmente esiliati dalle persone "cristiane" e etichettati come ragazzi cattivi

Condanno la mia ex ragazza che, avendo saputo la mia decisione di non sposarmi in chiesa, mi ha lasciato

Condanno questo mondo creato dal vostro Dio

condanno il vostro Dio per tutti i problemi che mi sta causando

Per me lei potrà credere in quello che fa e non lo metto in dubbio, ma il mondo che state creando è buono solo per voi cristiani!

Avete creato voi questa società che ripudia gente come me!

Campoamor, ti rispondo punto per punto.

>Io condanno tutti coloro che predicano in nome di quel tuo Dio.

In questo modo ti metti sul loro stesso piano.

>Una persona dovrebbe essere libera di poter scegliere il proprio credo,

Esatto.

>e invece voi cristiani avete creato una società in cui chi è cristiano è un bravo ragazzo, chi non è cristiano è visto come uno che va controcorrente e quindi da isolare.

Questo lo dici tu. Se la pensassi come dici tu a quest'ora ti avrei dovuto bannare da questo sito.

>Perchè è questo quello che sta succedendo dalle mie parti.

Di dove sei?

>Condanno i genitori che battezzano un bambino appena nato facendogli imboccare una strada in cui la società lo costringe a diventare cristiano.

E' normale che i genitori scelgano per i loro figli la strada, l'educazione e la formazione che per loro è la migliore.

>Una persona dovrebbe conoscere prima di scegliere anzichè prima scegliere e poi conoscere, ma già in età pre adolescenziale ecco i primi sacramenti di comunione e cresima!

I sacramenti non sono obbligatori. Se non li accetti, li puoi rifiutare.

>Condanno le scuole che appendono crocifissi nelle aule. L'Italia è un paese laico!

Il crocifisso è solo un simbolo di appartenenza ad una tribù come lo è avere scritto sulla carta di identità: "cittadinanza italiana".

>condanno il cristianesimo che fa ritardare il processo di modernizzazione della nostra società.

Modernizzare non vuol dire civilizzare. Chiediti se è meglio uccidere una persona con un fucile automatico moderno o con un coltello all'antica.

>Leggi come quella sull'eutanasia che è in viglore in molti paesi ancora in italia non è stata approvata.

Mi prendi in giro? E che? Dobbiamo essere come dei pecoroni (come i cristiani che tu condanni)che se un paese decide di rendere obbligatoria la gonna per i maschi, quella legge la dobbiamo fare anche noi?

>Condanno il papa Benedetto XVI che ha definito la musica rock "dannosa per l'anima"

A sì? Non lo sapevo che per B16 la musica rock fosse dannosa per l'anima. Secondo me è più dannoso il vino, cioè l'alcool (per la salute).

>Condanno la falsità del mondo cristiano della mia cittadina dove ogni cosa che il parroco dice viene data per buona come se fosse stata detta da Dio in persona

Succede la stessa cosa con la TV e i media laici.

>Condanno tutti i cristiani della mia cittadina dove è più importante fare sfoggio dei vestiti nuovi la domenica mattina che dedicarsi al prossimo e dove ragazzi come me vengono letteralmente esiliati dalle persone "cristiane" e etichettati come ragazzi cattivi

Anche il mio precedente parroco condannava le tue stesse cose.

>Condanno la mia ex ragazza che, avendo saputo la mia decisione di non sposarmi in chiesa, mi ha lasciato

La condanno anche io.

>Condanno questo mondo creato dal vostro Dio

Lo condanno anche io.

>condanno il vostro Dio per tutti i problemi che mi sta causando

Anche io ho problemi, ma non lo condanno.

>Per me lei potrà credere in quello che fa e non lo metto in dubbio, ma il mondo che state creando è buono solo per voi cristiani!

E' vero. Più che buono, a questo punto, io direi falso.

>Avete creato voi questa società che ripudia gente come me!

Io non ti ripudio.

Campoamor, la differenza tra credere e non credere non sta nella conoscenza dei dogmi religiosi, perché tutti siamo credenti in qualcosa. Tu credi nelle debolezze umane? del tipo: la salvaguardia della specie e dei propri cuccioli con la indiscutibile necessità di rigenerarsi attraverso la procreazione? (che alcuni chiamano come un peccato, una imperfezione che è peccato che esista?) Il timore di qualcosa di sconosciuto e di imprevedibile che può causare prematuramente la nostra morte e che non si conosce il senso se non altro da chi la rende vera che è la Vita?
Tu pensi che se non ci fossero i cristiani non avremmo avuto delle stragi assurde?
Dei sacrifici umani ingiustificabili? Come se qualcuno per scongiurare la propria morte fosse disposto a sacrificare quella di un altro? Non è quello che facciamo anche come atei? Invece di capire perché si muore! Parli di filosofi ma non ti viene a mente chi disse che se sono nato impreparato alla vita, di sicuro la vivrò interamente per prepararmi a morire.
Dovresti studiarti altre filosofie come ad esempio quella buddista e vedrai che nel massaggio cristiano troverai tutto e di più. Un qualcosa di più che si chiama Dio.
Con chi ce l’hai? Con i Cristiani? O con tutti i Credenti? Allora c’è l’hai anche con te stesso dal momento che non ci capisci nulla e ti ribelli nel sentirti impotente ad alcune verità come il termine della tua Vita.
Ti premetto che io non ho fede, a meno che la fede non la intendiamo come la speranza delle realizzazione di qualcosa che ci porta a dividerci coscienziosamente questo paradiso che è la terra.
Pertanto lo ridico, non ho fede! Ma qualcosa di certo ho e cercherò di spiegartelo.
Di sicuro non ti spiegherò le mie esperienze trascendentali perché non posso dimostrarti che la terra è tonda se non te la posso far vedere, ma siccome non ti posso far vedere Dio, cercherò di dimostrartelo.
Forse dovresti iniziare il cammino dall’inizio. Da quando credevi a Babbo Natale solo perché trovavi dei doni come se non dovessi credere anche a chi ti ha donato il tuo essere uomo, o forse volevi essere qualcos’altro? … hai qualche preferenza? Non ti spieghi come mai chi ha di più dalla natura spesso è più ateo di altri, non ti sembra un tantino da presuntuosi? Chi si vuole emergere per essere sempre primo? A tal punto da contrastare anche la morte? O a facilitarla? Ci sono due strade per sconfiggere la morte. Una apparente o momentanea ed è cercando di trovare rimedi continui come le medicine e le difese verso le difficoltà della natura e dei propri simili, uccidendo fino a quando si viene uccisi. L’altra godersi pure un piccolo attimo cercandolo di dividerlo con altri per dire una semplice frase: Come ho ricevuto così io dono! Ti sembra qualcosa da stupidi? O da coraggiosi?
Parli di valorizzazione della sofferenza come se un atleta può misurarsi con altri e soprattutto con se stesso senza fare sacrifici. O forse credi ai dopanti? Di certo sono una cosa certa ma hai veramente conosciuto i tuoi limiti?
Parli di stigmate ma io conosco quelle che un campione di canottaggio conosce nel profondo di quelle piaghe che solo quando si cicatrizzano fanno dei calli che un vero lavoratore riconosce di ringraziare per averle avute e per il pane che si è procurato. Faccio esempi di sportivi perché il senso è più sportivo che altro, scusandomi con i zappatori che forse non ci sono più.
Parli di corde legare in vita che mi ricordano il velocista Mennea, grande oppositore del doping da dirigente, forse ricordandosi di quando si legava alla cintola corde che dovevano trascinare dei copertoni di camion, per superare i suoi limiti, non avendo nessuno da poter far partire insieme a lui, a meno che doveva sottoporsi a “handicap” con qualcuno che doveva cercare di non farsi superare.
Forse tu sei più d’accordo a disprezzare il corpo cercando di modificarlo con l’aiuto del bisturi e con droghe che potrebbero portare subito al piacere, inconsapevole di trovarti a vivere un sogno che ti farà risvegliale stordito e come uno straccio peggio di prima?
Da come parli sembri uno che non ha nulla da criticarsi nel corpo e in salute. Vuol dire che stai ancora sognando. Non immagini come io sia bello e forte nei miei sogni. Pensa sogno spesso di volare.
A quali minorenni vuoi far vedere cose che in verità già vedono? Parli di quelli che stuprano le bambine, abituati a vedere che il sesso deve piacere per forza anche se non si vuole farlo? A miei tempi non si vedeva nulla di questo ma c’era qualcosa che si presagiva già in quei no! no! no! che cominciavano a diventare dei si! Si! Ancora.
Povero stupido, devi avere sicuramente gli ormoni a mille e come ti comprendo.
Non sai nemmeno il senso di questa produzione eccessiva che ti porta anche a divenire calvo.
Per quanto riguarda la violenza vista gratuitamente, di sicuro alcuni bambini la vedono in diretta per colpa di stupidi che, per potersi strallazzare in qualche sexshop, vende armi a popoli che conoscevano solo frecce per cacciare e che per loro sfortuna sono ricchi di petrolio ma devono subire la prepotenza dei magnaccia occidentali. Ma non ti preoccupare perché l’oriente si sta ribellando e i casini, allestiti con minorenni, che si prostituiscono per sfamarsi per colpa di chi toglie il pane per poterlo scambiare con il sesso, sta arrivando fin qui, con tutti gli interessi.
Tu potrai anche non essere d’accordo su quanto ho scritto, ma se anche esistono i preti pedofili non ti è permesso, da persona intelligente, dare la colpa alle religioni, non conoscendo che i casini esistevano già prima di un Dio che è venuto a morire per dimostrare come si vive tra i propri simili.
Come un vero padre e vero re, che si sacrifica per la propria famiglia e il proprio popolo. Forse ti sarebbe piaciuto vivere ai tempi di Pompei, in quei periodi dove l’omosessualità era divinamente apprezzata in tutti i giovanotti del tempo.
Chi ti vieta di farlo? Ma stai attento ad abusare di qualcuno che non ti appartiene perché non ti accorgi cosa ti sta capitando dall’ALTO.
Non sono sentenze, ma la dimostrazione che come tu lasci nei casini il frutto del tuo piacere, così chi ti sta usando potrebbe lasciarti solo per provare i suoi veri figli, e poi buttarti nella geenna.
Io non voglio giudicarti ma chiamarti a meditare e a contemplare cosa è veramente giusto, senza togliere la liberta di alcuno. Di nessuno. Tu invece giudichi Dio, non riconoscendoti in quello che sei: un prototipo mal riuscito o in fase di perfezionamento.
Ma il bello di chi crede, perché ha provato prima di te, è nel vedere come quelli che provocano e combattono Dio, perché sentono una forza dentro, perché non sanno bene dove indirizzarla.
Cerca di usarla per il bene di tutti e vedrai che se almeno qualcuno potrà dire che l’ho visto fare qualcosa a vantaggio di altri e non suo, così percepirai la tua salvezza (che non è un regalo ma una partecipazione a comprendere perché accade tutto questo). Vuoi o non vuoi essere un dio? Godendoti anche in questo tempo l’inizio di un’eternità senza sofferenze? Questa è la strada della perfezione, prova su prova, per non poter più sbagliare.
Se tutto e tutti si comportassero a proprio vantaggio allora vedrai che ti mancherà tutto perché tu non ti accorgi di essere meno di nulla, senza gli altri.
Forse non sei stato uno spermatozoi che è morto con la sofferenza di non essere riuscito ad inseminare un ovulo, chissà per quale motivo. Tu perché l’hai fatto, cosa sapevi allora e cosa dovevi venire a compiere in questo mondo? In Verità qualunque cosa hai fatto e farai, sarai stato utile o come attrezzo o come opera da portare a termine. Ma io ti dico che tu sei sia attrezzo che opera. Tu fai parte di Dio che si crea da solo e stai compiendo i primi passi.
Come me quando mi accorsi di avere un’anima e non aspettare a riconoscerla quando senti di voler vivere per qualcun altro, solo per servire qualcun altro senza sapere il perché. Ti auguro un colpo di fulmine che ti porti a sentire solo dopo il tuono perché riconoscerai che tu non sei nato per colpa di chi ti ha generato, ma sei nato per essere Chi ti ha generato.
E non dire che l’uomo deve essere perfetto solo perché non vedi chi lo è diventato.
Per te come dovrebbe essere l’uomo perfetto? Con un orgasmo continuo che non serve per stimolare a riprodursi? Io ti dico che è così! Ma non come lo intendi tu.
Un orgasmo bellissimo ed eterno perché è frutto ti una sofferenza iniziale, un corteggiamento o come la nascita di un bambino che deve solo crescere fino a quel dolore che ti opprime e ti stringe ma che non possiamo evitare che accada per poter veramente nascere.
Che grande verità che hai detto! Mi ricordo quando risposi a mia madre così: Tu mi hai fatto nascere e tu mi devi sopportare. Che immensa Misericordia è la Sua che sa che cambierai e come cambierai come sono cambiato io a costo di farti ripartire dall’Alto. Ma cerca di essere più rispettoso almeno di chi ha sciupato (come dici tu) una vita per stare accanto a quei padri, madri e figli che nessuno voleva riconoscere come fratelli, riconoscendoli di averti aiutato ad essere quello che sei.
Tu dici di sentirti libero e non ti accorgi che hai bisogno di donne, di cibo e di divertimento per raggiungere quegli orgasmi precoci e che subito dopo ti accorgi che non valeva la pena di consumare tutti quei soldi, sottratti chissà da chi, che di sicuro hai aiutato a non perdersi in qualcosa che è come un sogno, un incubo, invece di vivere la vita vera a contatto con la terra umida e fredda che si riscalda al primo raggio di sole, che molti non vedono per ritornare veloci a casa dove pensano di trovare sempre qualcuno che li accoglie e li assista.
Tu non sei libero perché hai bisogno della tua sposa.
ANGELO
P.S. Per quanto riguarda il tuo secondo commento, caro Campoamor, io sono dalla tua parte, come penso lo è anche prisma. La verità è che quando andavo a scuola il crocifisso non lo notavo e nemmeno nella mia prima comunione capii tanto e non ne parliamo della cresima. Ricordo solo il pranzi e i doni. Ma ora che vedo pareti vuote con l’ombra di una croce che fa riconoscere il colore iniziale di quella tinteggiatura, ti confesso che si vede più adesso che prima.
Ma non ti preoccupare che i crocifissi stanno ritornando come ai tempi dei romani e sai a cosa mi riferisco.
N.B. Cerca di non fare tutta di un’erba un fascio, perché vedrai che non tutte le erbe sono uguali e in te vedo ribellione che è sempre positivo. Ma stai attento a saper scegliere la vera libertà che ti rende fiero di sentirti veramente vivo, se non in te, di sicuro negli altri che hai aiutato.
Se poi vuoi che il Buon Dio non ti faccia più soffrire, allora eutanasia per tutti (come è scritto, altro che pene eterne).
Pensa a sposarsi e non giudicare la funzione religiosa, ma pensa a scegliere bene la donna che sposi.
Una cristiana conviene sempre, te lo dice uno delle tue parti. Quasi tutti si sposano per l’abito e l’ave maria da sentire e commuoversi. Cristiani si diventa con le opere e non come i giapponesi che si sposano con rito tipo cattolico, rimanendo nella loro fede.
Io rispetto il matrimonio in chiesa, ma che senso ha poi non viverlo da veri cristiani?
Quante storie fai, solo perché vuoi essere coerente con le tue idee, mi vien da ridere vedere qualche mio familiare che si sposa in chiesa non sapendo fare nemmeno il segno di croce.
Io vedo il te un vero soldato di Cristo se riuscirai ad indirizzare bene le tue ricerche sulla verità della tua esistenza.
Non immagini quanti carnefici di cristiani sono diventati i più assidui sostenitori di quella verità che rimane offuscata a chi non è meritevole di custodire.
Cerca di fare l’uomo! Perché se non si diventa uomo, non si può diventare Dio (e se non ti interessa a te a LUI di certo, se no perché ti ha creato?) E poi serve a capire almeno tutti questi enigmi che quando li scoprirai ti meraviglierai nella nostra attuale ignoranza e pochezza.
Non aver paura che io ho sognato anche di morire per una causa giusta e non sai come ho avuto paura e come ho sofferto, me lo ricordo ancora ed eppure era solo un sogno, ma non per tutti).
Dimenticavo che questo Papa è imprevedibile: ha dato via libera al condom, ma dopo aver seguito la funzione religiosa dal matrimonio in latino.
Pensavo di capire tutto, invece chi vivrà vedrà! Forse ha voluto venire incontro a "campoamor".
Però quelli senza musichetta. Inteso!

Perchè condannare così?sono convinta di una cosa:si parla tanto contro Dio, lo si nega, ma intanto,si parla di Lui...qual è il vostro problema,cosa vi crea tanto amaro in bocca...se poi parlate di chi secondo voi non esiste? non è forse giunta l'ora di piantarla e di imparare ad essere coerenti? perchè Dio vi fa tanto problema se per voi non esiste?
perchè ne parlate se per voi non esiste?

Non è questione di riconoscere l’esistenza di qualcosa che non serve, ma di ricercare cosa manca in noi per sentirci vivi, sensati e perfetti! Il problema esiste quando lo si riconosce. Svelate la soluzione ed aiutateli a fare i compiti. Il cercare cose nascoste solo per completarci. Il nutrirci di cose che ci fanno crescere. La sopravvivenza dello Spirito, di qualcosa che se non esistesse non darebbe senso a tutto il resto.
Inizialmente lo si fa per fede o forza di reazione a cose insensate e poi, come uno scienziato, si comincia a vedere cose che sono sempre state lì in attesa di essere scoperte.
Questo mondo è uno stimolo e funziona solo per il raggiungimento al vero mondo, nel quale siamo destinati.
Il raggiungimento della perfezione che, trovata anche in piccola parte, ci fa sentire meglio a tal punto da volerla dividere con gli altri. Il Bene assoluto, quello che ci fa sentire divisi come particelle o cellule che, anche se portatori di Vita eterna, non hanno senso singolarmente e muoiono ripetutamente.
. Chi comprende il senso delle malattie e degli anticorpi? Qual è il vero miracolo? Il cammino e la vittoria finale su qualcosa che poi dovremo ringraziare per il bene che ci ha fatto. Altro che male.
La coerenza di un ateo, di quelli sensati ed intelligenti, è svelata in una frase che spesso dicono nella loro umile e perfetta consapevolezza, in un modo simile: “Comunque! Avere la fede è una bella cosa ed invidio chi ce l’ha”. Nel catechismo ci dicono sempre che il rappresentante del male non vuole dimostrare la sua esistenza, perché se riuscisse a dimostrarla, conseguentemente, saremmo certi dell’esistenza di chi l’ha creato e per quale motivo. Perderebbe il senso al quale siamo chiamati. Provate a dare soluzioni subito come spesso cerchiamo anche di dare, rimarranno incomprese e senza risultato. Piccoli somarelli e parassiti che in qualche modo servono per chi non vuole esserlo. Tutto serve e noi dobbiamo solo voler essere migliori in qualunque modo. Migliori nel senso di essere felici. Tutto si fa per felicità o per raggiungerla. Tutto non si fa perché non dà felicità. Attenti alle vie intermedie che sono comunque sbagliate o imperfette o invere.
Meglio caldo o freddo, ma mai tiepido. Provare per credere.
Cosa vuole il male che è dentro di noi? Cosa vogliono le malattie e la falsità che è dentro di noi?
Renderci immuni, redenti per sempre?. SI! Provare per credere.
Su alziamoci e andiamo! Ricordatevi come siete giunti qui, perché ci saranno malattie e falsità più tenaci e quasi insormontabili, ma chi gestisce tutto sa cosa donarci a giuste dosi. Volete o non volete essere qualcosa che adesso non credete di essere?
Coerenza! E amate chi vi attacca perché sono quelli che vogliono di più conoscere DIO e loro stessi, cercando nella geenna di questo mondo. Lasciatevi mangiare e non attaccatevi a cose che prima o poi nutriranno la loro carne. Date loro da mangiare cose non appartenenti a questo mondo e salverete voi e loro.
Amen

dio è solo per i deboli, per chi non sa cosa dire quando non riesce a spiegarsi un qualcosa...

non l'ho mai pregato e mai pregherò...

e poi perchè dovrei pregare un qualcosa che non ho mai nè visto nè sentito nè toccato e che mi promette una cosa che non posso neanche vedere perchè sarò morto?

dio non esiste perchè se esistesse il mondo sarebbe perfetto...

Se dio è il nostro padre e creatore credete davvero che ci lascerebbe vivere in un mondo così?

In nome del vostro dio sono state combattute le guerre più cruente

In nome del vostro dio scoperte scientifiche importanti sono state messe a tacere perchè contraddivano ciò che era scritto sulla bibbia...

L'ipocrisia che regna nelle vostre chiese mi sconvolge: fate propaganda dicendo di donare l'otto per mille alla chiesa per aiutare bambini africani o gente che non ha lavoro e poi entro in chiesa e cosa vedo? edifici grandi e maestosi, oro da tutte le parti, dipinti e affreschi, sacerdoti con anelli preziosi e catene d'oro massiccio...

La chiesa plagia le menti delle masse ignoranti, ecco cosa fa...

Con la promessa di una "vita eterna dopo la morte" raccoglie sempre più adepti da controllare fino a controllare la società intera...

La chiesa è un cancro, molto più dannoso degli interessi economici...

Aprite gli occhi, tutto ciò che vi circonda è falsità...

Vi è stato detto di non peccare, io semplicemente rispetto le leggi del popolo italiano, non cerco di nascondere la mia natura umana come fate vuoi, sono invidioso di ciò che hanno gli altri perchè è nell'indole umana esserlo, e quelli che voi definite "atti impuri" per me sono normalissimi, non cerco di repriperli perchè se lo facessi non sarei un essere umano ma un mostro...

voi credete che il vostro dio vi abbia dato la vita, ma siete stati voi a chiederla? Ha fatto tutto lui senza il vostro permesso...

Il vostro santo padre una volta ha detto: "non ascoltate la musica rock perchè danneggia l'anima".... no comment...

Sono stanco di questa società religiosa che avete creato...

Ha ragione campoamor, o sei cristiano o ti escludono...

E poi un'altra cosa, com'è che prima il vostro dio apriva le acque, scatenava calamità e roba varia, insomma si manifestava, e adesso no?
Velo dico io, perchè prima le masse popolari erano più ignoranti e credulone di oggi e potevano essere plagiate più facilmente...

la bibbia è il libro più falso che esista, prima lo si interpretava alla lettera, poi si è capito che quelle che c'erano scritte erano bazzecole e quindi si è detto "la bibbia va interpretata in chiave moderna" e roba varia...

spero di vivere fino al giorno in cui si riuscirà a dimostrare l'inesistenza di dio, vorrei proprio vedere la chiesa e tutti i suoi adepti corruttori della società come si comporteranno...

Ciao ateo. Beh sì, Dio ha mandato Gesù per i deboli. Capisco il tuo punto di vista nei confronti della Chiesa. Tuttavia trovo più fede in te, nelle tue parole, che in molti discorsi di credenti, perché tu sei alla ricerca della verità. La fede non la si impone, ma la si vive personalmente e in comunione con altri credenti.

Ciao Prisma

Non è dio che aiuta i deboli, voi credenti sbagliate in questo, illudete soltanto i deboli dandogli una falsa speranza...

ammettiamo per assurdo che dio esista, voi credete davvero che lascerebbe amministrare il proprio regno e le proprie anime a persone come vescovi, arcivescovi e roba simile?

troppi errori sono stati fatti dalla chiesa perchè questa possa essere definita come la voce di dio...

la mia non è una critica rivolta a chi crede, ognuno è libero di credere in ciò che vuole, la mia è una critica che si scaglia sugli organismi che si dicono portatori della parola del vostro dio...

ho visto tanta di quella iposcrisia nella chiesa che ormai trovo ribrezzo e sdegno ad entrare in un qualsiasi vostro luogo di culto...

la gente si fa troppo plagiare dai vostri pastori, ormai ogni parola detta dal vostro papa è legge, è lui l'uomo più potente del mondo, ed è sempre appoggiato da quella cerchia di fondamentalisti cristiani che al primo segnale si scagliano con forza e senza mezzi termini contro l'oppositore, e che credono ancora che il sole gira intorno alla terra solo perchè è scritto sulla bibbia...

Aprite gli occhi, non vedete il male che la vostra chiesa sta facendo?

corrompe le anime promettendo loro la ricompensa della vita eterna, come una specie di vendetta dei deboli sui forti, dei poveri sui ricchi...

io non cerco la verità, non chiedo risposte alle domande "perchè esisto", "da dove vengo", per il semplice motivo che queste domande hanno già una risposta per me: è tutto frutto del caso, o meglio di un errore...

l'uomo è il più grande errore della natura...

credete davvero che il mondo sia una creazione divina?

credete davvero che siamo soli nell'universo?

vorrei proprio vedere voi predicatori e pastori di anime cosa direte quando si scoprirà che non siamo soli nell'universo, ormai è solo questione di tempo, e spero che quel giorno giunga presto...

oggi il vostro papa ha detto "i giovani non devono dedicare la loro vita solo al denaro e al successo, ma dedicarla anche a Gesù..."

e io dovrei dedicare la mia vita a Gesù?
cosa ha fatto per me? voi direte "si è sacrificato per salvarti..."
salvarmi da chi?, dal peccato? io pecco ancora e ne vado fiero, non tradisco i miei istinti di uomo, non sono un mostro e non mi pento dei miei peccati, perchè io non infrango nessuna legge dello stato italiano... l'unica cosa che so è che gesù ha creato una religione che ha distrutto l'impero romano, simbolo di civiltà superiore, e che ha fatto ricadere il mondo in 1000 anni di buio assoluto dove la chiesa regnava incontrastata e dalla quale l'umanità si è salvata grazie a persone che hanno avuto il coraggio di manifestare i loro pensieri e di dire le cose come stanno, e molte di quelle menti sono state messe a tacere...

accuso la chiesa, con quanta più forza ho in corpo

accuso voi pastori di anime

sono peccatore e mene vanto, sono felice di sapere che la natura mi ha donato istinti piacevoli, duraturi, sinceri... sono uomo, non sono un mostro! perchè è questo che voi pastori di anime create: mostri!

Sì Ateo, prendo atto del tuo sfogo.

Gesù è venuto per dare speranza all'uomo e per segnalargli che esiste un mondo che va oltre i piacevoli, duraturi istinti umani, un mondo che con i sensi tradizionali non tutti forse percepiscono, così come noi non percepiamo con i nostri occhi i raggi ultravioletti e infrarossi della luce, ma che le api e le formiche invece percepiscono e usano per orientarsi.

Il fatto che un uomo non riesca a percepire la dimensione spirituale della vita o che la percepisca in modo distorto, non lo autorizza a dire che quella dimensione non esista o che è sbagliata.

Parli della voce di dio. Tu la voce di dio l'hai ascoltata? Se la hai ascoltata, allora devi ammettere e riconoscere che un dio esiste e che qualcosa ti ha detto, che ti ha parlato. Se non la hai ascoltata come fai a dire: "troppi errori sono stati fatti dalla chiesa perchè questa possa essere definita come la voce di dio ..." ?

Come è strano che nella franchezza di uno che vuole parlare solo per quello che ha compreso possa uscire tanta VERITA'.
Ma una cosa voglio sapere da questa realtà che parla di tanta altrettanta realtà!
Come ha fatto a capire che non siamo soli nell'universo?
Li ha sentiti? O addirittura ... visti?
Sono come noi ... almeno in quel … tutto frutto del caso, o meglio di un errore...?
Se non sai ascoltare o vedere almeno spiegaci come sei arrivato fin qui! Se non come realtà umana almeno come può sostenere il contrario. Ma io voglio solo sapere chi hai visto e sentito all’infuori di questo mondo!
Da dove vengono? Qual è il frutto di questo errore?

Stanotte ho fatto del male alla persona a cui tenevo più di tutte al mondo... ho sbagliato e non posso rimediare, perchè la pena più forte è il fatto che lei sta malissimo... non riesco più a guardarla negli occhi... non sarà mai più come prima... A volte mi chiedo dov'è Dio perchè voglio che mi giudichi, ma lui non lo fa... riesco solo a causare del male alle persone che mi sono più vicine. Voglio farla finita una volta per tutte...

Io non credo in Dio, però lo sto cercando con tutto me stesso perchè voglio essere giudicato... non chiedo la sua clemenza, chiedo solo che non faccia soffrire gli altri per causa mia... ho sbagliato io e voglio pagare io...

Lo sto cercando ma lui non c'è...

Come fai a non sentirLO?
Ti sta dicendo proprio questo nell’aiutarti a riconoscere da te stesso che hai sbagliato! Ti ha inferto la pena maggiore che è quella di farti stare malissimo! Che altro vuoi? … Il suo perdono?
Te lo devi guadagnare! ChiedendoLE perdono!
Non riuscire più a guardarla negli occhi non deve essere la scusa per non guardarla, ma il condividere il male causato fino a far in modo che tutto avvenga, mai più come prima, ... ma meglio di prima. Il crescere insieme e far conoscere le proprie debolezze fino a chiederLE aiuto. Per far si che la prossima volta venga fermata in tempo.
Solo allora Dio lo sentirai … nel Suo abbraccio. E’ perfetto … nella Sua Misericordia, ma allo stesso tempo sembra tremendo. Solo quando si sente il Suo abbraccio potremmo giudicarLO perché Dio si fa giudicare come stai facendo tu adesso accusandoLO della Sua assenza!
Stai facendo tutto tu … ma in senso negativo. Dio non vuole da TE un essere automa ma uno che sa giudicare e solo quando saprai giudicare allora si farà giudicare.
Il male è stato creato proprio per causare questa tua inquietudine! Cosa dovrebbero dire allora chi subisce il male? Chi devono bestemmiare? Se non ad un Dio che lascia fare del male per poi sentir dire che vuole farla finita, riconoscendo il male fatto. Molti usano dire che Dio è Morto! Si è morto ed ha voluto farla finita per tanto male che ha fatto in te, ma se riconosci che il male lo hai causato tu allora fallo risorgere in te. Crea un Dio Nuovo e vedrai che anche tu puoi rinascere in una vita nuova come avvenne in Lazzaro.
Se vuoi sentirti giudicato allora fatti giudicare dagli uomini ed accette qualsiasi condanna ma attento a giudicarti da solo. Non saprai mai se è giusto così, in quel modo che tu vedi e pensi.
Lasciati giudicare da chi hai fatto del male e chiedeLE una punizione e chissà che il Dio Misericordioso, il Suo abbraccio lo senti proprio in chi dovrebbe abbandonarti per farti ancor più male.
Non prendere decisioni affrettate e pensa, medita e trova una soluzione per rimediare, perché si rimedia anche sulla morte stando ben attenti a non far in modo che la morte rimedi apparentemente tutto.
Non siamo disegni o bozze da gettare se non ci piacciono. Noi siamo scarabocchi che cominciano a prendere forma. Da apparenti mali o sofferenze sono nati Beni e beatitudini.
Non pensare che due amici o due coniugi arrivano alla fine del cammino non ricordando i momenti brutti, ma benedicendoli per averli rinforzati e compresi.
Dire che l’altro è la croce di se stessi non è sbagliato ma come si può arrivare a capire questo se noi cerchiamo la sofferenza e anche quella per sempre se non cerchiamo di riparare, risolvere e tirare avanti per capire fino in fondo se è giusto tutto questo.
La vita bisogna assaporarla fino in fondo e anche un condannato si tira su sulle gambe, ormai deboli, per poter continuare a respirare.
E tu coda vuoi? Essere giudicato? … giustiziato? … ma se vuoi LUI proprio per darGli il tuo male, rimproverandoLO di averti fatto così?
Ti prego! Fa in modo che LUI possa respirare ancora per dirTi almeno: “NON MI ABBANDONARE”.
E se Dio cerca te? Che puoi fare veramente un miracolo in chi ora forse sta soffrendo più di te?
Tu non immagini quale sollievo potresti darLe con quel tuo tirarti sulle gambe per farla respirare.
Dai, vieni con me, sotto la sua croce a chiederLe perdono.
Non fare come me che chiesi subito il giudizio e feci di tutto per evitare la pena che ora soffro con te fino alla fine dei giorni, insieme a tanti come me, in attesa che LUI torni per chiederGli perdono. Il vivere la sofferenza di tutti quelli che cercano Dio e vedere che è così vicino, ma così vicino da scambiarti con LUI.
Lui c’è ma io voglio vedere TE.
Dai! Tirati su! Che almeno un amico l’hai trovato.

Ciao Nessuno, come fai a dire che stai cercando Dio e lui non c'è? Se sei finito qui, evidentemente Dio non è così assente come credi. Hai sbagliato e vuoi pagare tu? Guarda che Gesù ha già pagato per te. Il conto lo ha pagato Gesù per te e per me. Non si tratta solo di clemenza, ma di rinascita. Non ti preoccupare, Dio lo hai già trovato, perché lo stai cercando, altrimenti non lo cercheresti, se non lo avessi già trovato. Ringrazialo almeno!

Raccogliere gli atei intorno a Dio, è l'atto finale della conoscenza del tutto alla fine dei tempi.
Questo compito non è affidato però alle religioni ma alla teoria unificata dell’Universo fisico e mentale.
Gli ultimi saranno primi è infatti l’unica più grande affermazione del Bene.
Quando gli ultimi saranno primi ,tutte le cose saranno veramente radunate in Dio.
Gli atei sono le persone più drammaticamente interessate a risolvere il problema del dolore e sarebbero i più felici di tutti ad essere smentiti.
Ovviamente vorrebbero essere convinti che Dio è buono pur avendo permesso il male.
Questa è la vera unica condizione per accettare Dio.
Se infatti Dio esistesse e si dimostrasse palesemente all’uomo, rivelandosi però malvagio.
Sarebbe logico e giusto dirgli: TU SARAI ANCHE DIO MA IO TI DICO VATTENE VIA DA ME!
Non esistono dunque uomini migliori degli atei. Loro pensano correttamente : se Dio esiste allora è anche buono e ci spiegherà ragionevolmente la sua incomprensibile assenza provvisoria.
Cosa faceva DIO mentre noi soffrivamo indicibilmente?
Gli atei così pensando ,dimostrano di essere uomini sinceramente e fortemente amanti del bene, forti paladini del giusto vivere,disperati e doloranti di fronte al soffrire dell’umanità .
Gli atei dunque potrebbero essere figli migliori di Dio di quanto lo sono fanatici credenti di maniera.
Per questo loro modo di esistere gli atei sono infatti sempre pronti ad imbarcarsi in una discussione sull’esistenza di Dio.
All’apparenza per negarla l’esistenza di Dio ma in realtà per affermarla felici ,se si dimostrasse confacente al bene.
In altri termini gli atei si pongono il problema di Dio in termini critici e scientifici ,ma soprattutto etici e morali.
Insomma in nessun forum di ateismo un credente in Dio non troverà ospitalità e cortesia da parte degli atei.
Molto più facile sarà trovare ostilità in un sito religioso ,se ci si dimostrerà non allineati e succubi dell’interpretazione già disponibile.
Ciò quasi sempre avviene in base ad una arrogante posizione dogmatica e ad una pretesa santità presunta ,degli editori “credenti” del sito.
Bene ora la teoria unificata dell’universo fisico e mentale è stata trovata in termini laici e scientifici.
In essa Dio è solo un effetto collaterale logico.
Ciò che esiste è Universale, necessario e immutabile. Quindi è completamente e decidibilmente LIMITATO in SE’ e niente affatto infinito.
L’Universo non è infatti infinito ma limitato ,intero e unificabile oltre l’entropia. Il divenire è una finzione matematica la cui sostanza immaginaria in teorema in numeri cardinali ,(quantizzati),,non contraddice affatto la realtà matematica in numeri continui.
Le ragioni matematiche invisibili delle leggi naturali ,sono della stessa sostanza dei fenomeni visibili. Non c'è un divenire reale e contraddittorio ma neanche falso. Il divenire è una rappresentazione matematica in numeri immaginari alla Mente non al cervello.
Il male dell’universo visibile è dunque un male finto e non reale . Dura solo per un tempo come avviene a teatro. Poi esci e se hai capito la lezione sei un uomo migliore che non ha ricevuto alcun danno dagli attori. Eppure hai riso ,hai pianto ti sei commosso, sei cambiato e sei soddisfatto di aver ricevuto risposte esistenziali e profonde dal dramma, dalla commedia, dalla musica messa in scena.
Si accendono le luci in sala, esci nella pioggia o nell’aria fresca o calda fuori dal teatro e ti avvii verso casa tua, rinnovato trasformato pronto ad essere migliore e vivo. Prima dello spettacolo intenso ,forte ,sconvolgente ma salvifico ti sentivi perso, insignificante, MORTO. Ora sei guarito e vivi e corri incontro alla vita nuova capita e dispiegata avanti a te nel bene . Un bene che ora è capito e posseduto per la prima volta in modo nuovo.
Pertanto il male finto consiste di uno psicodramma provvisorio ed educativo, che non arreca male reale ed eterno.
Ora le cose precedenti non verranno più in mente. Morte dové il tuo pungiglione ,dove la tua vittoria?
Io invierò su questo sito successive brevi mail per singoli argomenti di scienza e filosofia.
Per una lettura completa e gratuita di tutta” la teoria unificata dell’universo fisico e mentale “visita in rete il sito Vincenzo russo filosofo eleatico pitagorico. Saluti atei.

TUTTO QUELLO CHE ASSERISCE PRISMA, OLTRE A ESSERE RIDICOLO E' TUTTO CAMPATO IN ARIA. QUANDO UN RELIGIOSO DICE ALL'ATEO; COME HANNO GIA' DETTO A ODDIFREDI, CHE QUESTI A MODO SUO CREDE IN DIO, E' UNA TATTICA ASTUTA DEI PRETI. L'ATEO E' UNA PERSONA INTELLIGENTE CHE RAGIONA E NON AMMETTE NESSUN DIO. L'ILLUSINISTA PRESTIGIATORE DURANTE
LE SUE ESIBIZIONI DEL PARANORMALE ADOCCHIA SEMPRE,IL DEBOLE, IL CREDENTE, IL SUGGESTIONABILE, PER INFLUENZARLO E DARE COSI SPETTACOLO DEI SUOI POTERI, COSI FA LA RELIGIONE CATTOLICA, RAPINA A MODO DI MAGO, IL DEBOLE IL SUGGESTIONABILE PER POI MINACCIARLO DELL'INFERNO SE NON SI CONVERTE. PRISMA, CREDE A UN VANGELO INVENTATO E MANIPOLATO DALL'UOMO CREDE A UN GESU' CRISTO FIGLIO DI DIO CHE SI LIMITO' A PREDICARE IN UN PAIO DI KM2. CREDE A UN DIO CHE CI CONDANNO' PERCHE' L'UOMO HA PECCATO, CONDANNANDO L'UOMO CONDANNO' ANCHE LE SUE CREATURE ANIMALI INNOCENTI E CHE SOFFRONO COME L'UOMO, MA CHE DIO CI PERMETTE DI METTERLI SULLA BRACE. LE CONTRADIZIONI DELLA RELIGIONE SONO COSI TANTE , DA SCRIVERE UN LIBRO PIU' LUNGO DEL VANGELO. NON OCCORRE NESSUN DIO PER VIVERE FELICI E ONESTI

Mi rivolgo all'ultimo intervenuto, dicendogli innanzitutto che non si scrive in tutto maiuscolo su internet: tu gridi, ma forse gridi per sentirti forte nonostante tu non abbia argomenti validi.
Invece di gridare alla luna, spiega in cosa credi tu, e così si potrà instaurare un sincero dialogo invece di una sterile polemica come tu hai fatto.
------
Tento di aprire un dialogo con te, e lo faccio con ciò che recentissimamente scrive padre Ermes Ronchi; forse ci puoi trovare alcune delle critiche che tu fai alla Chiesa, la quale certo ha delle responsabilità per ciò che pensano quelli che la pensano come te:

Hanno imbalsamato il Vangelo - Ermes Ronchi
Messaggero di sant’Antonio settembre 2011:
…. Ho l’impressione che noi oggi non sentiamo il Vangelo come una buona notizia perché le stesse Chiese l’hanno imbalsamato, ne hanno fatto un breviario di etica, un deposito di dogmi.
Il Vangelo dovrebbe rallegrare, spingere verso la felicità. È una buona notizia che non si può dare in modo arrogante, rabbioso, nemico. Ma al modo del Magnificat. ….

Nella tua rabbia, hai una giustificazione perché la Chiesa ha predicato "in modo arrogante, rabbioso, nemico", in un modo che ha fatto male alche a me, ma che ora in alcune sue componenti si apre alla Luce Genuina del Vangelo, della Buona Notizia.

Ti faccio i miei sinceri auguri che tu veda la realtà non come tutto bianco o tutto nero, senza le mille sfumature che rendono bello il mondo.
Gianni


Scrivi un commento




Il tuo volto, Signore, voglio far risplendere
Il tuo volto, Signore, voglio far risplendere
Logo
I sette colori dell'amore di Dio: Misericordia, Perdono, Carità, Provvidenza, Bontà, Giustizia, Fedeltà.
Creative Commons License
This blog is licensed under a Creative Commons License.
Free Internet Security - WOT Web of Trust
Powered by  Movable Type 5.01