Il sole bacia la luna

| 8 Comments

Ah! Ah! Ah!

Per quelli che non conoscono la potenza di Dio e la sua presenza in mezzo a noi:

"Il sole bacia la luna"

Perché nulla è impossibile a Dio!

(.)

Ennio Morricone For a few dollars more

8 Comments

Ore d´angoscia per la piccola Luna:
http://espresso.repubblica.it/dettaglio-local/Ore-d%C2%B4angoscia-per-la-piccola-Luna/2034315/6


(.)

Segni dal cielo:

2008-07-20 08:33
Malmena figlia a Roma, ora arrestato
L'accusa e' di lesioni gravissime, la piccola e' al Bambin Gesu'
www.ansa.it/site/notizie/awnplus/news_collection/awnplus_ticker/2008-07-20_120243453.html

Tre giorni dopo:

2008-07-23 21:45
ROMA, SI E' SVEGLIATA DAL COMA LA BIMBA MALMENATA
ROMA - Si e' svegliata dal coma la bimba francese di 4 anni picchiata selvaggiamente dal padre sabato sera davanti all'Altare della Patria a Roma. La bambina e' ricoverata nella saletta rossa del Dipartimento di emergenza e accettazione dell'ospedale Bambin Gesu' di Roma.
www.ansa.it/opencms/export/site/visualizza_fdg.html_730195850.html

Grazie Angelo. Ora spero che dopo questi semplici segni dal cielo, quel padre della luna comprenda e se non comprende, ne risponderà lo Stato.

Lo Stato? … cos'è lo stato? …: “Una situazione Spazio-Temporale?”
Io non conosco le convenzioni degli uomini, come il parlare bene (?!?), lo scrivere bene (?!?) il fare leggi giuste o ingiuste ma che poi non vengono applicate con giustizia. La vera Giustizia che inizia dal occhio per occhio e dente per dente fino a rimetti sui di noi i nostri peccati come noi li rimettiamo sui nostri debitori.

La Legge e sempre la stessa e pagheremo fino all’ultimo spicciolo questo abuso di fare agli altri quello che non vogliamo che si faccia su se stessi.

Il Padre è perdonato e lo ha perdonato la Figlia stessa come la Luna perdona il Sole che la costringe ad illuminare le tenere, a fasi alternate.

Tutti hanno un potere immenso e molti si chiedono anche chi sono quelli in coma!

Il Verbo ci disse Chi sono io per voi, non mi interessa cosa pensano gli altri, ma IO chi sono per, voi? … ognuno per il vostro sentire?

Chi è Dio per noi? … se non sappiamo cosa siamo noi per Dio (perdio!).
La depressione incalza, molti vorrebbero suicidarsi ma nessuno gli aiuta a capire come siano importanti i traditori dello Spirito per lo Spirito stesso.

In quella locuzione con l’Angelo di Dio mi fu riferito che come lo storpio o il cieco nato vive per il compirsi del vero miracolo, così i Santi ritornano sulla terra per provocare il nostro Spirito.
Non è facile capire il senso della zizzagna, del male, della sofferenza se non si comprende cosa fa scaturire, cosa provoca lo Spirito che si evolve in corpi, per una unica evoluzione che genera EREDITA’ di DIO.

Sembra strano ma tutti hanno un potere Immenso e provocante verso un Dio che sembra malvagio, ma vuole essere provocato, combattuto, SUPERATO … per compiacersi di quel Figlio che sapeva MAI perduto.

Nessuno Demone o Angelo è più forte di noi perché quella differenza ci viene nascosta e solo noi possiamo smascherarla, fino a sentire l’Angelo che ti supplica di venir lasciato prima che giunga l’Aurora, e noi, come Giacobbe, senza capire se è un demone o un angelo, sempre di Dio, non ci abbia prima benedetto.
Studiano, cercano e non sanno chiedere quello che se non si ha lo si crea da solo: La Misericordia!

A come mi piace pensare ad un Dio incarnato che non lasciava segni ma solo Misericordia verso lo Stesso Padre che forse in quel BIG BANG è MORTO lasciando il Suo Spirito in quell’Adamo di Spirito che aspetta la Sua Eva, l’icona Maria, per generare l’erede Infinito ed Eterno che il Drago rosso vuole rapire ma non comprende che è oltre il suo tempo, quel tempo fissato, anche nel trascendente, perché più ci si avvicina a Dio e più si nota quanto è Immenso, Infinito ed Eterno è la Misericordia che viene a mettere la tenda in noi.

Si! La stessa dell’occhio per occhio e dente perdente che non cambia legge ma che si evolve in quel fai all’altro quello che avresti voluto che l’altro ti facesse: PERDONARLO.

Scusami, Piero, ma non so nemmeno quello che scrivo e leggo insieme a te perché in me vive CHI io voglio mettere in pratica, ricordando le mie ultime parole quando in un momento di morte dello Spirito non ho mai rinnegato. Quel vivere nella gioia degli altri, nei veri miracoli!

La polvere sbatte da una parte e dall’altra fino ad entrarci negli occhi e Paolo comprese quel suo coraggio che doveva essere indirizzato in qualcosa molto più giusto ed alla portata di tutti.
Anche gli esseri in coma o in croce hanno ed è quello di perdonare, di perdonare perché non possono fare altro.
Che bello vedere chi non si arrende alla morte e che fino all’ultimo, anche sentendo che Dio è morto, prende la forza per alimentare quel Dio che sarà l’Unico a strapparlo dalla morte. Quella morte che sa prendere solo il cadavere ma non quell’animo che ho trovato maggiormente in quei veri atei con buona volontà che hanno fatto bene senza pensare di guadagnarsi qualcosa.

Il regno è per chi non credendo ha al prossimo quello che avrebbe dato soprattutto sapendo che non gli venga restituito.

E’ il tempo di gridarlo!

Se Dio è Morto: IO SONO SUO FIGLIO e risorgerò nell’ultimo giorno.

Se non sappiamo far camminare uno storpio, o dare la vista ad un cieco, di certo possiamo almeno perdonargli i sui peccati!

Molti mi accusano di togliere Spirito, trascendenza a Dio ed al Suo Volto Gesù Cristo Nostro Signore, ma si perdono l’umanità, l’incarnazione di un Dio che non può spiegare tutto se non siamo noi in grado di creare un nostro mondo, un nostro Universo, un nostro Tempio … di quell’Unità che non può essere distinta essendo UNA, come all’inizio, in quell’ultimo Giorno: OGGI!

Oggi vi do questo annuncio: OGGI E’ NATO il SALVATORE e OGGI STESSO sarai TU con me in Paradiso.

Sarebbe sempre stato un miracolo per volontà divina il persistere di quel coma ma come si può non comprendere un Padre che vuole suicidarsi ed una Madre che cerca le proprie colpe.

Il Cielo soffre nel vedere quel riconoscere della miseria degli uomini che vogliono segni e quando li hanno li attribuiscono al caso, alla scienza, come non sia per caso scoppiato per amore l’Altissimo per condividere quell’amore che non voleva mantenere nella quiete ma renderlo operante … all’infinito.

Forse una stella è esplosa e ha formato una Luna che ricorda al sole che un giorno bacerà la terra quando LUI stesso smetterà di equilibrare questo gioco palloso, di pianeti che non collassato uno nell’altro.

Lo Stato? Cosa è lo Stato? Lo Stato siamo noi.

Che cosa rappresenta l'Altare della Patria? Chi ha fatto costruire l'Altare della Patria a Roma? Chi va a deporre la corona (di spine ?) all'Altare della Patria. Chi va in visita e chi rende omaggio all'Altare della patria? Di chi è quella tomba che si trova all'Altare della Patria? Che relazione c'è con il Santo Sepolcro? Chi è il Milite Ignoto?

Cosa fece Abramo con Isacco? Chi è quell'angelo che è intervenuto per fermare quel padre? Dio o l'uomo?

Il 25 aprile, festa della liberazione, cosa fa il Presidente della Repubblica, presidente degli italiani, Capo dello Stato? E cosa fa il Papa, Capo di Stato, vicario di Cristo, il 25 dicembre, festa della nascita di Gesù?

Il Papa paragona la Chiesa alla luna. Ma il sole (Gesù) bacia la luna (la Chiesa), la illumina e la fa risorgere, mantenendola in vita. Il padre della luna chi è? La luna è nata dalla terra? Come è nata la luna?

Da Wikipedia: "Attualmente la teoria dell'impatto gigante è quella maggiormente accettata dalla comunità scientifica. Fu proposta nel 1975 da William K. Hartmann e Donald R. Davis e viene ipotizzato l'impatto con la Terra di un corpo delle dimensioni di Marte (che viene chiamato Theia o Orpheus), che creò abbastanza materiale nell'orbita circumterrestre da formare la Luna."

Teoria dell'impatto...

Dio ci manda dei messaggi ben precisi, anticipando eventi in forme e modi che solo Lui decide. Lo ha sempre fatto da Adamo a Gesù e continua a farlo. Sta a noi comprenderli e interpretarli.

Noi siamo il Popolo! … non dimenticarlo MAI!
La Chiesa o lo Stato è la “parentesi spazio temporale” nel quale vive il Popolo.
Il Popolo è come l’albero che può nascere sul confine tra due campi: Stato e Chiesa, ma fruttificare lo stesso alimentando sia un campo che l’altro, nutrendosi sia di una terra che dell’altra, sia dal male che dal bene … dando sempre il meglio.
Io servo il Popolo e non il Governo o il Presidente dello Stato che poi non sa difendere nemmeno i valori delle sue stesse leggi (vedi costituzione).
In un popolo, in una tribù, in una famiglia non ci devono essere divisioni tali da comprendere un fratello grasso e un fratello magro.
Le vacche sono sette! O magre o grasse e non miste!
Tu vuoi tapparti le orecchie per comodità, per opportunità, ma ricordati che non è la falsità il male fino a quando le si riconosce verità superata, Messa alla Luce, modificata, viva ed Eterna.
Il Male estremo è l’opportunità! La convenienza, la tiepidità che è la Virtù del Demonio che vendemmia … invece di mietere.
Ma tu parli di altari! Scambiando corone di spine con corone di alloro. Tu dai ancora importanza ad un sepolcro.
Tu hai bisogno di reliquie, di panamenti funebri, di tombe per ricordare la vittoria della Morte.
Io seguo la vita e non vado a trovare un sepolcro vuoto … o pieno!
Io seguo chi mi parla!
L’Angelo di Abramo mi ha parlato e mi ha spiegato come Vive l’Eterno in Noi … lasciandosi superare, per compiacersi del Figlio Stesso.
Ma non si può sentire l’Angelo di Dio se non lo si provoca, lo si fa commuovere, come saper superare l’altro Angelo, fatto di luce, ma non portatore di Luce.
Ma non posso spiegarti tutto se non sei pronto.
Non può l’Angelo entrare in una casa e trovare una Vergine che può dirGli: NO!
Turbamento, SI! Inquietudine: SI! Impreparazione, sbandamento, speranza e tutto quello che vuoi ma mai un NO!
All’invito di seguire si può sentirsi liberi ma quando il Cristo è concepito in Noi … non si può dire NO!
L’Aborto nella carne può venir perdonato, come l’eutanasia nella carne, ma RICORDATI che sia l’Aborto che l’Eutanasia nello Spirito non verrà mai perdonato, sia in terra che in Cielo, perché cosa vuoi perdonare alla polvere … senza l’Anima, senza lo Spirito?
Tu sei figlio del Catechismo non vissuto, tu pensi di avere fede ma non l’hai ancora provata, temprata. Tu sei sbattuto dal Vento e non sai se sei pula o seme.
So di esagerare! So di essere un anatema ma io per i capelli cercherò di toglierti da questo sepolcro, prima che arrivi l’Angelo della Morte … prima dell’Aurora del Giorno dopo. Quel Giorno di sabato fatto per la Vita e per l’Uomo e non per la Morte.
Tu sei certo che in quel sepolcro è rimasto per tutto il Giorno di Sabato?
Tu c’eri?
Hanno potuto constatare per quanto tempo è rimasto morto un corpo che non è mai morto? … tu che combatti l’Eutanasia senza saper il perché?
Io mi tengo la mia blasfemia, ma tu cerca di vivere quello che hanno vinto tutti i Mistici, i Santi e per ultima la Madre, che non voleva rendere tutti Cattolici ma solo Migliori: Induisti, Mussulmani, Buddisti, Cristiani, Atei e chi più ne metta ma che siano veramente Universali!
A costo di sentire il Silenzio di Dio, che come nello Sposo ha sentito l’abbandono del Padre solo perché era tutto il loro in quel momento prima di salire sul Vero trono.
Ora c’è posto solo per gli invitati!
Lo Spirito di Dio è stato tutto versato sulla terra e chi lo alimentava è morto.
Ma se muore il padre dopo aver seminato, chi dice che non è in Vita l’Iddio Nuovo?
Non sai interpretare i segreti? (vedi 3^ di Fatima e l’Apocalisse di Giovanni).
Per te si può unire in matrimonio la Madre con il Figlio?
Conosci il Matrimonio del Cielo? Sai cosa vuol dire che diventeranno una carne sola? … o pensi all’amplesso dei corpi?
Pietro! Che fai? … VIENI?
… e lascia stare quelle chiavi di una cappella in un cimitero. Hai paura che ti rubino la Morte?
Le Nozze dell’Agnello sono iniziate … e non venire dopo il SI del Cielo alla Terra, perché su questo non so dirti nulla!
N.B.: se vuoi riportare questo su Wikipedia, fallo pure, fallo presto, e smettila di essere vecchio nello Spirito, perché lo Spirito non diventa mai vecchio!

Angelo, non sono editore di Wikipedia. Le chiavi della cappella, in verità sono username e password, servono per essere riconosciuti e poter entrare in questo sepolcro da una porta segreta, là dove non tutti possono entrare.

Si vede che sei tutto nel secondo Cielo! ... da come sei diventato sibillino, ... ma in parrocchia ti comprendono ... dal crollo?

Scrivi un commento




Il tuo volto, Signore, voglio far risplendere
Il tuo volto, Signore, voglio far risplendere
Logo
I sette colori dell'amore di Dio: Misericordia, Perdono, Carità, Provvidenza, Bontà, Giustizia, Fedeltà.
Creative Commons License
This blog is licensed under a Creative Commons License.
Free Internet Security - WOT Web of Trust
Powered by  Movable Type 5.01