Hallo God, I love you !

| 12 Comments

Have You a good new 2007.

Salve mio Signore e mio Dio, come primo post di questo nuovo anno 2007 voglio dirti che ti amo e che mi affido come sempre a Te, al tuo amore e alla tua giustizia.

Ti segnalo il Ministro delle Comunicazioni Paolo Gentiloni il cui nome fa rima con Giuseppe Fioroni, Ministro dell'Istruzione. Paolo Gentiloni ha recentemente firmato un Decreto Legge per contrastare il fenomeno della pedopornografia sulla rete Internet.

Si legge: "Nel decreto del Ministero delle Comunicazioni è disposto in particolare che gli Internet Provider si dotino dei sistemi per oscurare i siti incriminati, secondo i requisiti stabiliti nel provvedimento stesso, entro 60 giorni dalla pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale al livello minimo di «nome del dominio» ed entro 120 giorni dalla stessa data a livello di «indirizzo IP ». Ogni 6 mesi si procederà poi al controllo dei risultati ottenuti, alla verifica delle tecnologie adottate e della loro congruenza con gli obiettivi della legge."

Su Punto Informatico leggo: "A stabilire su quali siti i mouse degli italiani non potranno scorazzare sarà il Centro nazionale per il contrasto della pedopornografia, organismo coordinato dalla Polizia Postale e già previsto dalla legge anti-pedoporno del 1998. "

A tal fine voglio richiamare cosa già diceva Gesù tempo fa e riportato in Matteo 18, 6-7-8-9-10.

Signore, voglio ricordare che un sistema per filtrare Internet esiste già ed è stato messo in piedi da un tuo funzionario, un tuo sacerdote: Don Ilario Rolle e va sotto il nome di Davide.it, una Onlus con sede a Venaria Reale in provincia di Torino e che già collabora con la Polizia Postale di Torino.

Serviranno ancora e avranno ancora senso servizi come Davide.it, dopo i provvedimenti del Ministro?

Signore, io mi fido poco dei ministri dello Stato, della Repubblica, dei funzionari della Polizia Postale, io mi fido di Te.

Che cosa può succedere se un funzionario della polizia postale o un comune cittadino ateo e agnostico a cui Tu stai antipatico e per cui Tu non esisti, si dovesse imbattere in questo sito o in altri simili? Chi ci garantisce che non trasmetta il mio IP alla Polizia Postale e al mio provider per l'oscuramento e la censura, perché secondo lui, si tratta di un sito pedopornografico, in buona o cattiva fede? Chi va a controllare? Chi ci garantisce della sua buona fede? E io come posso sapere se il mio IP è stato oscurato? Da chi mi posso informare? Me lo dirai Tu? Quali tutele e garanzie posso avere da quei signori? Io, le garanzie e le tutele le aspetto da Te.

Signore, basta poco per commettere una ingiustizia, un indirizzo IP trasmesso in modo sbagliato, una svista, un numero digitato male e non ricontrollato, un errore di battitura, sia da parte del funzionario della Polizia Postale, sia da parte dell'incaricato del provider che dovrà molto probabilmente inserire quel indirizzo IP in un router o in un firewall.

E poi Signore, su una macchina server Web, identificata con un unico IP ci stanno, di solito, molti siti. Se oscuro l'IP di quella macchina perché ospita un sito pedopornografico, rischio di oscurare tutti i siti che quella macchina ospita e che con la pedopornografia possono non avere nulla a che fare.

Signore, a me stanno a cuore le ultime volontà di Tuo Figlio Gesù riportate in Matteo 28,20, in Luca 24,47-48, in Marco 16,15, in Giovanni 20,21. Tu sai cosa devi fare, io mi affido e confido in Te.

12 Comments

Se ti affidi completamente a LUI allora perchè sbraiti tanto? Non fraintendere quello che dico ma bisogna fare ordine in se stessi prima di accusare uomini che vogliono cercare di tutelare che questa società non diventi come Sodoma e Gomorra.
Cosa temi? Non sei coerente con il Vaticano?
Lo vedi che ritornano di nuovo le mie domande? Poi non temere perchè i veri Cristiani si notono nelle difficoltà. O hai paura di essere dato in pasto ai leoni? Non immagini quante ingiustizie provocano rivoluzioni che portano anche dopo secoli a intiepidire i Cristiani rendendo quella verità, non più Vera ed Eterna, ma una legge di questo mondo per crocifiggere altri poveri Cristi.
Pietro, Quo Vadis? Seguimi a Roma!

Buon anno Angelo, giuste osservazioni le tue. Io penso che ogni credente in Dio debba farsi suo strumento e mettere a Sua disposizione mani, gambe e testa. Il mio sbraitare è per denunciare i rischi di censura che certi provvedimenti di legge fatti dagli uomini possono comportare.

Lo sbraitare può piacere come può non piacere. La cosa più importante è il messaggio evangelico che tramite Internet può trovare un ulteriore e potente canale di diffusione oltre quelli tradizionali. Il messaggio evangelico educa l'uomo alla Vita, all'amore, alla misericordia e di conseguenza al rispetto per i bambini e per ogni uomo. Là dove questo messaggio di amore stenta ad arrivare, la Vita non attecchisce, ma le conseguenze sono appunto violenza, scandali, abusi sessuali, pedofilia, morte.

Il messaggio evangelico è scomodo per molti uomini, è duro, sotto certi aspetti. Ascoltarlo e metterlo in pratica comporta la rinuncia a se stessi e alla propria vita. Un messaggio difficile da comprendere, ma che bisogna portare e diffondere per amore di Gesù, perché se ben compreso, è un "peso leggero" e porta alla salvezza.

E' la cosa più importante. Le leggi dovrebbero limitarsi a regolamentare l'uso di uno strumento importante come Internet, garantendo tutele a tutti i soggetti e non a sopprimerlo o censurarlo con la falsa e ipocrita scusa di tutelare i minori.

Per quanto riguarda seguire Gesù a Roma da parte di Pietro, ti invito a meditare. La citta di Roma, la Roma antica, è la Babilonia, la grande prostituta descritta nell'Apocalisse di Giovanni, a cui fa riferimento con i "sette re" e i "sette colli", senza citarla esplicitamente, forse per evitare possibili ritorsioni da parte dell'Impero.

Pietro deve seguire Gesù e pascere il suo gregge verso la Gerusalemme celeste, là dove non si "vede nessun santuario nella città, perché il Signore Dio e l'Agnello sono il suo santuario" Apocalisse 21,22.

OK, d'accordissimo, ma non per il finale.
Quo Vadis, Pietro? Lui sta andando a Roma, di più non posso dirti! E' giusto quello che dici ma il trampolino di lancio per Sion Celeste oggi è a Roma, come lo era in quel tempo a Gerusalemme.
Non fare errori, anche se comprenderai tutto al momento opportuno, se avrai il dono di essere tra i 144.000 prescelti.

Angelo, non è il mio Dio quel Dio che fa discriminazioni e che si ferma a 144.000 prescelti a numero chiuso. Piuttosto preferisco cederti il posto.

Finalmente una parte di DIO in formazione! E’ bello lottare per vivere con il vero DIO come fece Abramo, Giacobbe ed altri ancora come anche Giuseppe il Falegname.
Non preoccuparti che in quei 144.000 grossi pesci c’è tutto lo Spirito di Dio.
Dovresti leggere il Vangelo e dare tu una spiegazione e dire al Signore, perché altri si ed io no?
Nell’antichità si sacrificava sangue ed anche oggi vediamo i boscimani sacrificare un bue per sapere dove è caduto un aereo con tutto il suo equipaggio. Tu sai sacrificare te stesso?
Caro Pietro, è tutto scritto, ma a me piace vedere la tua verità sull’amore vero che arriverebbe a perdonare anche l’arcangelo più bello e simile a Dio, pur che comprenda e capisca il perché della Sua Creazione.
Scusami se parlo in un modo ermetico come un bacio che non dice nulla ma che è segno di amore e anche tradimento. Ma chi sa unire il Tutto in una cosa Vera? Gnosticismo, eresie, giansenismo, altre religioni e tutto fino a San Francesco e Gesù, compreso tutti i pesciolini che bisogna pescare da questo mare (“male” momentaneo) per renderli grossi pesci?
Tu parli di un Dio estremo nell’amore e ti dico che fai bene e stai sulla strada giusta.
Per me non fa differenza tra un Abramo che cerca di eseguire un sacrificio su un figlio, comandato dallo stesso dio (o dei)che poi lo salva (anzi attualmente avrei dei dubbi perché se accadesse a me io mi rifiuterei, ma ti spiego perché e lo farei anche per i figli di altri ed anche verso animali, sarebbe più giusto mangiarseli come ha voluto insegnarci nostro Signore che ha detto che è il momento giusto di nutrirci di Dio, di noi stessi).
Io conosco un capo tribù che avendo avuto un figlio (non suo) da una donna in tarda età, avendolo ricevuto con una sindrome che fa del viso un “colui che ride”, ha ubbidito alla tradizione del tempo (i dei del tempo che obbligavano a questo) a sacrificare un figlio che non poteva assicurare la difesa di una proprietà che allora non poteva essere compresa (a differenza della proprietà del Cielo). Allora lo legò e lo posizionò su un altare per poi bruciarlo, ma quegli occhi che lo guardano come fosse un gioco, perché negli abitanti del Regno, Figli della Luce, non esiste odio o rancore perché sanno solo amare e fidarsi del vero Padre che è nei Cieli, fermarono quella mano che non comprendeve cosa stesse facendo e si sforzò di dare un senso alla sua esistenza, la vita vera! Sentì il Dio di San Agostino che si ribellava e diceva che è maturo e vuole nascere per rivelargli le Verità su questo mondo.
Quel figlio fu riconosciuto erede di una discendenza (anche se ebbe bisogno di un aiuto per trovare moglie), circoncidendolo per riconoscerlo da altri figli che potevano bramare un eventuale proprietà, ma non di questo mondo.
Io non ho bestemmiato ma ho compreso come l’amore viene sulla terra per dare frutti al Cielo.
E preferisco non parlare di un falegname rimasto vedovo, che si è ribellato ad una punizione da infliggere ad una sua creatura data in adozione (per le usanze del tempio) che vittima di uno stupro, per le leggi “divine” del tempo, era degna di una lapidazione.
Un matrimonio riparatore? Senza più toccarla per non rammentare quell’atto che deve essere eseguito solo con amore? Con quale amore può essere premiato quell’ATTO DI AMORE?
Ogni riferimento è puramente occasionale e le mie libere interpretazioni voglio essere solo un atto di amore per chi esegue cose che non comprende ma si lascia trasportare solo dall'amore, sapendo cosa siamo in realtà: Figli della Luce e dell’Altissimo.
Io so entrare in Chiesa e saper anche uscire portandomela tutta addosso, ma tu che hai voluto rispondermi con quel tono che solo io posso comprendere, se ti ritieni appartenente ad un pensiero che resiste in una Chiesa che non rinnega le scritture passate e future solo perché è consapevole della sua umana presunzione di poter far male o bene.
Ora giudica queste mie storielle fantastiche a differenza di quelle umane che tu credi solo rispettando un intervento divino.
Pietro, seguimi, io vado a Roma per fondare la Chiesa Universale preparando il trono dove siederà Nostro Signore Gesù Cristo.
Lo pubblicherai? Sai in verità chi sono? Sanno rintracciarmi? Che male ho fatto? E tu come la pensi? Volendo dire qualcosa di nuovo solo rinnegando i 144.000 eletti? Sei dentro o fuori?
Io ti dico che sei dentro fin dagli inizi e lo vedo dal tuo ardore di ribellione che solo un vero innamorato di Dio sa come contrastare il Padre con armi ancor più avanzate, sfidandolo in una gara di amore Vero e Puro che il Primogenito Gesù ha avuto il coraggio di fare, come Giuseppe, Mosè, Giacobbe, Abramo e tutti gli altri tra le loro membra che sono 144.000.
Pietro tu sei solo una cellula, come lo sono io e se diciamo cosa strane e pericolose lasciamo che ci amputano perché come potremmo essere separati da questo mondo e scelti per il Regno? … o aspetti il coltello del grande macellaio?
La Verità la rivela direttamente il Maestro che è sempre con noi fin dagli inizi e fino alla fine del mondo.
O non crdi allo Spirito Santo?
(Mc. III 28-29; Mt. XII 31-32; Lc. XII 10)

Angelo, per me non ha senso fondare la Chiesa Universale, perché l'ha già fondata Gesù con la sua morte e risurrezione, il suo trono è la croce. Non abbiamo bisogno di andare a Roma, dobbiamo soltanto guardarci intorno e amare, lì dove Dio ci ha collocato. Altrimenti chi non può andare a Roma perché è paralizzato in un letto o è stato amputato dal macellaio, che fa?

Brutta risposta! Senza senso perchè non hai capito il senso. Ma non ti è dato entrare in Chiese che non comprendi come la stessa che pensi di capire.
La tua chiesa è quella cattolica? E' quella che riconosce anche le sacre scritture prima di Gesù Cristo? O sei tu che vuoi fondare una nuova creazione? Dici che vuoi salvare tutti e poi ti lamenti cosa fanno gli altri.
Cerca di fare ordine nel tuo cuore prima di cercare di spiegare cose che tu stesso non comprendi. Io ti farei papa.
Scusami lo sbotto ma forse è meglio che le mie bestemmie me le tenga per me.

Angelo, tu che Chiesa Universale vorresti fondare? Per o contro?
E quando l'hai fondata cosa ne fai? Non ti basta la Chiesa cattolica? E' già lì bella e pronta. Cosa ci sta a fare secondo te la Chiesa cattolica?
La Chiesa cattolica non è già una Chiesa universale? Avrà i suoi difetti, ma noi (almeno io) arriviamo da lì. Semmai si tratta di evolvere e andare oltre, crescendo nello Spirito e nell'amore in unità con essa.

Continui a non capire il mio intervento provocatorio. Non ricordi cosa è successo da Ioannes? Chi ha cercato di difenderla parlando di qualcosa che va oltre la comprensione umana?
Chi, invece, voleva parlare della Madonna e dei Vescovi?
Caro Pietro, quando dico: "quanto mi ami" non pensare che io sia un Messia o un Anticristo.
Io non sono nulla e non capisco perchè continuo a scrivere nel tuo sito.
Se vuoi difendere la Chiesa Cattolica devi venire nella Sua sede, se poi vuoi attaccarla allora segui la Gerusalemme celeste.
Chi di noi è pronto a morire per qualcosa che, anche sbagliando, riesce comunque a portare a termine il suo compito?
Rilego questa frase e mi domando se è la mia deficienza nello scrivere che mi ha portato a scrivere una cosa che può essere soggetta a tante interpretazioni, o è meglio che tu capisca o non capisca perchè deve andare così?
Prima attacchi e poi vuoi difendere.
Di questo passo, a costo di attaccarti in qualunque modo, io rimango nella mia coerenza di provare il tuo amore che è fatto anche di ribellioni e rassegnazioni.
Vedi, forse, più di farti papa, ti darei le chiavi del paradiso perchè il tuo modo di fare asomiglia molto a Simone "figlio di Giona" detto Pietro, ma non fraintendere perchè il paradiso che intendo è solo il mio cuore.
Solo di questo io sono padrone di gestire.

Angelo, se io fossi Papa della Chiesa cattolica, la rivolterei come un calzino. Non so quanto durerei, probabilmente verrei sbattuto fuori ancora prima di aver messo piede nella sua sede. Secondo me la Chiesa cattolica la si difende dal basso, come semplice fedele, con la preghiera fatta di piccoli gesti d'amore, come può essere un sito web o un gesto di misericordia, non dall'alto, da Papa o da Vescovo. Ricordiamoci che la Chiesa cattolica è immagine di Maria, opera di Dio e di Gesù. Sono loro che la difendono e la sostengono, altrimenti, se non fosse sostenuta da Dio, a quest'ora la Chiesa cattolica non ci sarebbe più da un bel pezzo.
(Atti 5,38)

Io sono un papa e mi sono eletto da solo. Sono anche un cardinale, un vescovo e anche tutti i prelati ed elementi che costituiscono una chiesa. Sono anche un semplice devoto e purtroppo sono anche uno che bestemmia e che ce l’ha a morte con me stesso. Quando si riesce a comprimere un corpo, pur grande che sia, in un corpo più piccolo, allora si riesce a vederla in un altro modo. In un modo da poter lottare con se stesso per vedere con occhi che perdonano anche se volendo tanto cavar quell’occhio o quel braccio che è di scandalo. Ma io so che quel braccio ha anche detto che la colpa è dell’altro che non ha impedito che avvenisse lo scandalo. Anche l’occhio mi ha detto che la colpa è della palpebra che non si è chiusa e l’immagine l’ha vista anche l’altro occhio e mi ha chiesto misericordia per poter essere posto in un cranio con un cervello che sa guardare in modi diversi.
Caro Pietro è tutto scritto e questo che ha detto Gesù non bisogna intravederlo in modo ermetico e fine ad una punizione, ma comprendere con l’altro che ha detto.
Cavare un occhio o un braccio non è uccidere l’anima che contiene lo Spirito, ma una fase di perfezione che porta a togliere a chi ha poco per dar quel poco a chi ha anche tanto.
Ricordo quando non comprendevo quelle parole ed altre ancora, ma ora so cosa c’è dietro a questo tempo e ti dico che è semplicemente meraviglioso e misericordioso. Se Dio ha detto che è tutto bello e buono, io posso dire che è tutto meraviglioso e misericordioso.
Ma ricordo il tuo rimprovero di veder in me uno che vuol andare oltre DIO.
E’ peccato? O è peccato dire che è tutto brutto e cattivo?
Caro Pietro, io non sono in grado di difendere la Chiesa e nemmeno me stesso, ma sono felice lo stesso perché ho visto e sentito. Mi basta questo perché LUI mi ha spiegato tutto e questo fa rabbia a chi continua a bestemmiare, anche lasciando e rispettando scritture che non comprende, invece di fare come faceva Abele che cercava di dare tutto il più bello e di più buono a CHI E’ il Creatore di Tutto. Il ridare tutto quello che posso perché non è opera mia. Tutto quello che è brutto e cattivo soprattutto, sacrificandolo per non tenermelo più in me. Tutto quello che è bello e buono per donarlo agli altri. Questo è il papa della Chiesa Universale che intendo che deve essere un trono come dici tu “la croce” per far sedere il Cristo che viene a mettere la tenda in noi.
Mi dispiace che non riesci a carpire quello che dico, prudente e sospettoso come è giusto essere, ma perché non noti quello che dico confrontando le scritture? Non comprendi quello che dico io o quello che è scritto in quelle parole di Vita eterna, e non come dice il mio parroco che bisogna interpretarle in confronto ai tempi. Quale bestemmia più grande è questa! Se dobbiamo confrontarle e comprendere rispettando i tempi allora chi dice questo è nel tempo, ma fuori dell’eternità.
Io continuo a starti vicino e non so nemmeno il perché, ma mi piace che mi stimoli a dire cose che rimarrebbero chiuse nel mio cuore e non verrebbero alla luce né per te e, ahimé, nemmeno per me.
Grazie, Pietro. Non mi hai risposto però. Posso consegnarti le chiavi del mio paradiso?
Della mia Chiesa, del tempio di Dio, del mio cuore?
Tu mi dirai che non sei in grado di possedere quello del tuo paradiso e giustamente io ti dico di unire tutti i cuori, tutti i tempi e tutte le chiese per farne UNA SOLA basate su DIO = AMORE.
(mi sembra che il tuo sito è quello giusto), forse per questo il Signore ci ha fatto incontrare.
ANGELO
Un ringraziamento particolare te lo manda un certo ALBINO (raggio piccolissimo dell’aurora che arriva a schiarire le tenebre più profonde di un giorno che è iniziato e non finirà mai) LUCIANI (membro appartenente innanzitutto alla LUCE fatto di corpi minuscoli è fosforescenti, veri figli della Luce). Leggiti completamente Luca cap.12 e cap.16 pensando a quel papa che pensava di rimanere piccolo piccolo, ma non ebbe paura di voler preparare la chiesa di Gesù per la Sua Venuta.
Tu sai come è finita, ma LUI è stato un semplice annuncio come lo è il primo raggio di LUCE di un AURORA che non finisce mai, aumentando in una luce iniziata da quel raggio ALBINO SCOLPITO con quello scalpello, pur piccolo che sia ma, che fa di una pietra scartata un inizio di pietra testata d’angolo per quel banchetto preparato fin dagli inizi dei secoli.
La cosa peggiore di me è che scrivo troppo, ma io so che chi scrive poco può rigirare la parola ed io non ho paura di dire qualcosa di sbagliato o blasfemo e mi lascio giudicare perché qualsiasi giudizio fa parte della mia costruzione, la mia chiesa, il mio tempio, il mio cuore, tutto per DIO.

Angelo, so cosa vuoi dire. Non ti preoccupare di Papa Luciani, Dio sa tutto.

Scrivi un commento




Il tuo volto, Signore, voglio far risplendere
Il tuo volto, Signore, voglio far risplendere
Logo
I sette colori dell'amore di Dio: Misericordia, Perdono, Carità, Provvidenza, Bontà, Giustizia, Fedeltà.
Creative Commons License
This blog is licensed under a Creative Commons License.
Free Internet Security - WOT Web of Trust
Powered by  Movable Type 5.01