E lo chiamavano amore

| 2 Comments

In questo video che ti segnalo, Serafino Massoni trae spunto da una risposta di una psicologa del cuore per dirci che la relazione tra i sessi è retta da giochi di potere.

LA FAVOLA BELLA

I video di Serafino Massoni sono interessanti perché evidenziano e denunciano l'ipocrisia della società patriarcale rispetto alla società matriarcale.

Secondo l'autore, il passaggio dalla società matriarcale a quella patriarcale, come spiegato in precedenti video, ha portato alla nascita della famiglia monogamica patriarcale, alla nascita della proprietà privata, alla nascita della schiavitù e della prostituzione.

Il passaggio dal matriarcato al patriarcato sarebbe avvenuto in conseguenza del fatto che gli uomini hanno scoperto il loro ruolo sessuale nella nascita dei figli, perché prima si pensava che la nascita dei figli fosse dovuta esclusivamente alla donna. Poiché tra il rapporto sessuale e la nascita dei figli passano nove mesi, gli uomini ci hanno messo un po' di tempo per mettere in relazione i due eventi.

Gli uomini, scoprendo il loro ruolo nella nascita dei figli, hanno incominciato a pretendere un maggiore ruolo sociale rivendicando la paternità, cioè la proprietà privata dei figli e di conseguenza la proprietà della donna, mentre prima i figli non sapevano di avere un padre, ma soltanto una madre.

Per garantire la certezza della paternità, gli uomini avrebbero inventato il matrimonio, cioè un insieme di regole e norme per ingabbiare la donna in una sorta di prigione al fine di garantire la verginità della donna stessa fino al matrimonio, la sua fedeltà e sottomissione al marito. Questo, secondo Serafino Massoni, spiegherebbe la nascita della religione monoteista con le regole dettate da un Dio Padre che possiamo riassumere nei comandamenti di Mosè: "non desiderare la donna d'altri" e "non desiderare la roba d'altri", dove in pratica si equipara la donna con la roba, cioè alla merce, secondo l'uguaglianza donna = merce.

Da qui sarebbe poi nata la proprietà privata e la schiavitù, la prostituzione con tutti i suoi risvolti negativi e scabrosi.

L'analisi di Serafino Massoni è interessante, tuttavia io mi pongo alcune questioni sugli aspetti relativi al Dio Padre monoteista in merito alla verginità della Madonna e al ruolo sessuale di Giuseppe nella nascita di Gesù.

Se gli uomini arrivano a rivendicare un maggiore ruolo sociale sulla donna in conseguenza della scoperta del loro contributo sessuale alla nascita dei figli, io mi chiedo, come già fatto sul sito www.centroaccoglienza.org, perché gli uomini dei testi evangelici si sarebbero inventati questa storia della verginità di Maria a loro svantaggio e che li vede esclusi dal dare un contributo sessuale alla nascita di Gesù. Infatti Giuseppe non ha un ruolo sessuale nella nascita di Gesù.

A maggiore ragione gli evangelisti avrebbero dovuto dare a Giuseppe un ruolo sessuale decisivo nella nascita di Gesù, se non altro per giustificare un maggiore ruolo di potere dell'uomo rispetto alla donna nella guida della Chiesa nascente. Ma non lo fanno ed escludono Giuseppe dal suo ruolo sessuale nella nascita di Gesù. Questo, secondo me evidenzia che la storia dei Vangeli, proprio perché è un controsenso secondo la logica umana che vuole gli uomini protagonisti sessualmente, non può essere stata inventata, ma è vera e gli evangelisti non fanno altro che attenersi ai fatti accaduti.

A questo punto bisognerebbe affiancare al Papa una donna alla guida della Chiesa, almeno per pareggiare i conti e riconoscere alla donna quel ruolo di madre svolto da Maria.

Da un punto di vista escatologico ciò non è possibile, perché secondo me va contro i piani di Dio che vuole vedere nella Chiesa cattolica la donna madre e sposa da affiancare a Gesù. Il Papa svolge, dal mio punto di vista, il duplice ruolo di "marito provvisorio" della Chiesa, quindi anche di "padre" spirituale di Gesù. Possiamo allora identificare la figura del Papa con quella di Giuseppe oltre a quella di vicario di Cristo?

Voglio dire a Serafino Massoni per concludere, che i suoi video sono interessanti. Tuttavia il matriarcato è affetto da un difetto di conoscenza, perché non si conosceva il ruolo sessuale svolto dall'uomo nella nascita dei figli, come lui stesso sostiene, non si conosceva chi fosse il padre (come nel regno animale del resto). Quindi, dal mio punto di vista, il matriarcato è un sistema sociale in errore, perché l'ignoranza porta all'errore e l'errore porta fuori strada. Idem nel patriarcato, esiste un difetto di conoscenza che porta all'errore. Dio ha mandato Gesù per correggere l'errore che nasce dall'ignoranza umana, dalla mancata conoscenza di Dio.

Update del 21/07/2011: Il video di risposta di Serafino Massoni

2 Comments

Serafino Massoni ha ottima erudizione ma è negativa.
Neanche concepisce lo Spirito che pure è dentro di sé, com'è in ogni coscienza umana.
E' l'uomo intellettuale che nel 2009, a 69 anni, è ancora svisceratamente appassionato di Engels, padre del materialismo storico e dialettico. Poi esulta negli insegnamenti orientali di Budda.
( ******************* )
Nei rapporti dialettici sul Web ha una spiccata virtù camaleontica.
Spesso tuona e ciancia con il "patrialcal/capitalismo" e "proprietà privata", ignorando che questi altro non sono che il riconoscimento del Giusnaturalismo (diritto naturale) innegabile sin dall'antichità, principalmente con Antifonte di Atene e Aristotile. Giusnaturalismo moderno, affrontato nei secoli XVI-XVII da Grozio, Hobbes, Rousseau, Kant, Lock e disconosciuto, erroneamente, da Hume, per considerarlo valido solo prima della nascita dello stato.
L'ho eletto mio "Amico particolare" in sostituzione di Oriana Fallaci, da me eletta nel 2004 nella mia Opera epistolare e profetica "La DIVINA COMMEDIA BIS" (1993-2005), ispiratami come per Dante, dallo sbalorditissimo Spirito Santo (Paraclito di N.S. Gesù Cristo).
Serafino Massoni è soddisfatto della sua vita terrena ed io mi compiaccio ma, nel contempo, sono molto rammaricato perché trascina ad errare tanti e tanti giovani sul Web che, ignari, lo seguono e l'acclamano entusiasti.
Su YouTube, da commenti su video dell'intelligente giovane ciampi20, ottimo studente di lettere e filosofia, ho appena fatto la lieta conoscenza dell'utente pixel618. Sono il 33° visitatore del canale «La Luce e la Verità», a cui, per mia natura, credo a priori.
Lietissimo, da questo competente e stupendo sito, dò il benvenuto su YouTube a pixel618 e saluto molto cordialmente, aff.mo in Cristo

Inenascio :)
a-religioso e a-politico dal 1/11/2003, per trovarmi a vivere, da oltre 5 anni, in "felicità perfetta" in termini di "Pienezza dell'Essere". Oltremodo annoiato per non poter condividere, detto beato stato, con tutto il mio prossimo, amato come me stesso.

Credo che ci sia molta verità nei video di Serafino Massoni e comprendere il passaggio dal matriarcato al patriarcato sia utile per comprendere noi stessi e le nostre ipocrisie sociali. Resta comunque nel patriarcato un errore di fondo dovuto all'ignoranza umana là dove l'uomo non comprende che per comunicare su YouTube con altri youtuber deve farsi youtuber anche lui, così come Dio si è fatto uomo per comunicare con l'uomo.

Scrivi un commento




Il tuo volto, Signore, voglio far risplendere
Il tuo volto, Signore, voglio far risplendere
Logo
I sette colori dell'amore di Dio: Misericordia, Perdono, Carità, Provvidenza, Bontà, Giustizia, Fedeltà.
Creative Commons License
This blog is licensed under a Creative Commons License.
Free Internet Security - WOT Web of Trust
Powered by  Movable Type 5.01