Te Deum, dare a Dio ciò che è di Dio

| 1 Comment

Dopo lo "scippo" mediatico del Te Deum da parte della Rai Radio Televisione Italiana, per siglare l'inizio delle trasmissioni in eurovisione, con al centro dell'ostensorio il nome "Rai" al posto del Corpo di Cristo, proprio come se fosse un ostensorio sacro, è ora di restituire a Dio ciò che è di Dio e mettere fine a quello che ritengo uno scempio del componimento francese.

Diamo fiato alle trombe e ai tamburi:

1. Charpentier: Te Deum, H 146 / Le Parlement de Musique

Preludio
Te Deum laudamus:
Te Dominum confitemur.
Te aeternum patrem,
omnis terra veneratur.
Tibi omnes angeli,
tibi caeli et universae potestates:
tibi cherubim et seraphim,
incessabili voce proclamant:
"Sanctus, Sanctus, Sanctus
Dominus Deus Sabaoth.
Pleni sunt caeli et terra
majestatis gloriae tuae."

Altri video in tema:
2 Te Deum, H 146
3 Te Deum, H 146
4 Te Deum, H 146

1 Comment

Celestiale!
Grazie. Ho aggiunto il link ai miei :)

Scrivi un commento




Il tuo volto, Signore, voglio far risplendere
Il tuo volto, Signore, voglio far risplendere
Logo
I sette colori dell'amore di Dio: Misericordia, Perdono, Carità, Provvidenza, Bontà, Giustizia, Fedeltà.
Creative Commons License
This blog is licensed under a Creative Commons License.
Free Internet Security - WOT Web of Trust
Powered by  Movable Type 5.01