Volare in formazione

| 5 Comments

Signori, è ora di imparare a volare in formazione. Per il giorno dei Santi impariamo a santificarci nel cielo per la Sua gloria. In attesa che l'ammiraglio si decida a coordinare la pattuglia aerea del regno dei cieli, quella reale, ho deciso di proporti questo bel video dei Virtual Blue Angels.

Video del volo acrobatico molto bello realizzato dai Virtual Blue Angels (16 min.):

Altro video ...

5 Comments

Signori! Si dorme? Per aspettare gli altri veniamo attaccati nella nostra base?
Per fortuna non è una fissa dimora e anche un bacio di traditore non può che far aumentare la nostra forza.
I Santi dove sono? Ma non ti preoccupare che il codice rosso come vino è rientrato in un bianco ostia. Era una semplice colomba sporca di petrolio ed l'ho aiutata a volare dopo averla amorevolmente ripulita. Se poi vorrà andare di nuovo in quei posti, di sicuro ritornerà con aspetto da uccellaccio oscuro, ma noi siamo sempre qui o lì, ovunque come angeli che annunciando anche qualche volta sentenziando.
Ormai ti sei vestito e tu sei il comandante qui, puoi andare a perlustrare soprattutto me se sono stato di tuo gradimento.

Prismaaaaaaaaaaaaaaa! dove sei?
Ci attaccano!

Angelo, ho messo l'autopilot. Non aver paura! Se ci attaccano, fidati di Lui. Noi continuiamo a volare.

E lo dici proprio a me che sostengo che tutto è nelle Sue mani? di certo siamo anche noi le Sue mani, mosse dalla Sua mente? Entrambi dipendenti da un Cuore Eterno? Possiamo non vegliare? E se poi mi addormento? Ma! Tu fai quello che vuoi, io resto in allerta perchè non mi fido del mio pilota automatico che mi ricorda le macchinette nelle chiese americane che servono per confessare e distribuire l'ostia per la scarsità di vocazioni e preti.
E poi non dobbiamo aver paura degli attacchi perchè potrebbero essere delle esercitazioni o prove che LUI ci manda per allenarci al grande attacco, e questo mi ricorda un soldato che non si accorse della fine della guerra e lo trovavarono ancora a difendere la sua postazione vent'anni dopo la fine della guerra. Io sono e voglio essere come quel soldato, con armi cristiane, si intende, che colpiscono al cuore ed alla sensibilità che devono distruggere la falsità che rimane nei nostri amorevoli nemici e fratelli.
Senpre all'erta per l'attacco finale che si combatterà in Cielo per accogliere la Sua Venuta.

Prisma tu hai fatto quello che ti sentivi di fare come peraltro fanno tutti, compreso anche chi è orgoglioso ancor di più in fatti e non solo a parole.
Tu ormai mi affianchi e cominci a conoscermi come io conosco te nel commentare qualche blog o sito, ricordo dove ti incontrai nel blog di Laura (TRU821) “Adesso” in Virgilio, e non immagini come io sia deluso dell’incomprensione che c’è sulla figura del Cristo (dico Cristo perché raggruppa molte Verità che non si contrappongono fra loro).
La Verità è in questa! Provarla continuamente, inizialmente per coerenza, con se stessi per essere, in un certo modo, veri e non semplici attori o maschere che eseguono parti e vivono solo per nutrire la carne.
San Carlo Borromeo (al suo onore è stata nominata la Chiesa della mia città, dove giovedì prossimo ricorre la data del mio battesimo, vero compleanno spirituale) sosteneva l’ambiguità del teatro e dei comici, ma erano altri tempi dove si cercava di non allenare il corpo a falsità di espressioni. Ma Carlo Woijtila, che ha fatto anche l’attore, ha spiegato la differenza tra essere attore o uomo, dichiarandolo prima di esprimersi in entrambi i casi. Due cose nettamente distinte e non come adesso che si cerca di arrivare a coprire una colpa dicendo che si stava scherzando.

Ma non voglio dilungarmi facendo la morale da strapazzo perché voglio solo dirti che su di noi poveri burattini c’è il Buon Mangiafuoco che sa essere severo e umano e sa notare i burattini propensi a diventare bambini, togliendogli i fili che in Verità non hanno mai avuto.
LUI sa chi fa l’attore quando dovrebbe essere uomo e vede chi è uomo sempre anche sul sipario di questo mondo.
Attori e macchiette che sono buoni da essere usati per poi gettati nel fuoco per nutrire il grande burattinaio di questo mondo, ma sappiamo come un Lucifero può anche diventare il Vero Arcangelo che serve il Signore e con mala voglia dovrà servire anche l’Uomo, vera eredità di Dio, ma queste sono spiegazioni che capirai quando comincerai a volare nel Terzo Cielo.
Ora ti vedo nel secondo ed il bello è che non te ne stai accorgendo, ma se guardi gli altri li noterai più caduti e stesi al suolo rispetto a te che con quella affermazione: “un'altra esperienza negativa”, inconsapevolmente hai eseguito un giravolta, capovolgendo il Cielo con la terra per voler andare verso il “basso”, verso l’immenso, verso Dio. Lasciando quel puntino che gira nello Spazio in un Tempo che quando arriverai al Settimo Cielo ti sembrerà un semplice pulviscolo che servirà solo a chi vorrà ricordare, per amare Dio ancor di più, ma molto di più, di più, di più, di più, di più di settantasette volte di più di quando si può immaginare in un Cielo precedentemente a quello che ci si trova (trovarsi = Riconoscersi, ascoltare = Eseguire).

Scrivi un commento




Il tuo volto, Signore, voglio far risplendere
Il tuo volto, Signore, voglio far risplendere
Logo
I sette colori dell'amore di Dio: Misericordia, Perdono, Carità, Provvidenza, Bontà, Giustizia, Fedeltà.
Creative Commons License
This blog is licensed under a Creative Commons License.
Free Internet Security - WOT Web of Trust
Powered by  Movable Type 5.01