Recently in Dio Amore Category

Shania Twain, live in Wembley, UK

Shania Twain, live in Wembley, UK (Photo credit: Wikipedia)

Hallelujah, hallelujah,
God bless the child who suffers
Hallelujah, hallelujah,
God bless the young without mothers
This child is homeless,
That child's on crack
One plays with a gun,
while the other takes a bullet in his back
This boy's a beggar,
That girl sells her soul
They both work the same street,
The same hell hole

Hallelujah, hallelujah,
God bless the child who suffers
Hallelujah, hallelujah,
Let every man help his brother

Some are born addicted and some are just thrown away
Some have daddies who make them play games they don't want to play

But with hope and faith
We must understand
All God's children need is love
And us to hold their little hands

This boy is hungry, he ain't got enought to eat
That girl's cold and she ain't got no shoes on her feet

When a child's spirit's broken
And feels all hope is gone
God help them find the strength to carry on

But with hope and faith
Yea, we can understand
All God's children need is love
And us to hold their little hands

Hallelujah, hallelujah
Let us all love one another
Hallelujah, hallelujah
Make all our hearts bilnd to color
Hallelujah, hallelujah
God bless the child who suffers





Honey, I'm Home!


Italiano: Basicità della piridina

Italiano: Basicità della piridina (Photo credit: Wikipedia)

La Proprietà è l'origine del peccato.

Dimostrazione.

Definizione di Proprietà: dal vocabolario della lingua italiana lo Zingarelli: "Diritto di godere e disporre di un bene in modo pieno ed esclusivo, entro i limiti e con l'osservanza degli obblighi stabiliti dalla legge".

Definizione dell'aggettivo esclusivo dallo Zingarelli:"Che spetta solo a una persona o a un gruppo di persone".

Definizione di Peccato dallo Zingarelli: "Comportamento umano che costituisce violazione della legge etica e divina. Nella dottrina cattolica, libera o volontaria trasgressione della legge divina, in pensieri, parole, opere, omissioni.".

Qual è la principale legge divina? Dal Vangelo di Gesù: Matteo 22, 36-40 " «Maestro, qual è il più grande comandamento della legge?». Gli rispose: «Amerai il Signore Dio tuo con tutto il cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente. Questo è il più grande e il primo dei comandamenti. E il secondo è simile al primo: Amerai il prossimo tuo come te stesso. Da questi due comandamenti dipendono tutta la Legge e i Profeti»".

Come puoi amare il prossimo tuo come te stesso se poi lo escludi dal disporre e dal godimento in modo pieno di un bene di cui ti sei appropriato e di cui ne disponi solo tu?

La legittimazione della Proprietà porta alla legittimazione del Peccato, perché la Proprietà esclude il prossimo dal godere e dal disporre di un bene di cui ne dispone soltanto il proprietario e nessun altro. In questo modo la Proprietà viola la legge dell'amore, perché, per definizione, l'amore è un sentimento di affetto che ha come fine il bene della persona amata. Poiché l'oggetto della Proprietà è proprio un bene che viene escluso al prossimo perché di quel bene ne ha diritto di disporne soltanto il proprietario, la Proprietà viola la legge dell'amore e quindi viola le legge di Dio e quindi è l'origine del peccato.

(.)

La barca

| 57 Comments
C'era una volta una barca molto grande, quando passava tutti si fermavano ad ammirarla e qualcuno la filmava per portarsela nei ricordi e nei sogni.

Eccola:



Ma Uno che ha pure lui una barca molto grande di cui è geloso, molto geloso, perché gli è costata cara, si incazzò.

Quell'essere non tollerava che quella barca così monotona, così bianca, sempre piena di gente proveniente da tutto il mondo, fosse filmata e guardata da coloro che ha sempre amato. Non lo tollerava ed era geloso.

Sì, quell'essere restava infastidito ed offeso nel vedere tutte quelle persone ingenue pagare il biglietto per una crociera di così breve durata, quando invece sulla sua barca  la crociera era gratis e durava tutta la vita. Così quell'essere, un giorno, preso dalla gelosia, si incazzò, ma si incazzò così tanto con quella barca tanto grande e tanto bella, perché tutti la guardavano e la filmavano, mentre la sua barca si svuotava sempre di più e decise che quell'inganno doveva cessare. E così fu.

Chi ha orecchi per intendere, intenda.


Cercasi Gesù

| 6 Comments

"Cercasi Gesù", un film di Luigi Comencini del 3 marzo 1982, con Beppe Grillo.

Ictus

| 31 Comments

E' ora di mettere fine alla pena carceraria detentiva che priva della libertà chi viola la legge mettendolo in prigione perché calpesta la dignità di Dio. Dignità di Dio, non dico dell'uomo, perché Dio è nell'uomo. Che ti piaccia o no, la pena carceraria deve essere eliminata, estirpata e abrogata dall'ordinamento giuridico mondiale a partire da quello italiano.

Signori, Dio non scherza, alzate le chiappe e ponete fine alla pena carceraria, perché la Terra non si trasformi nel vostro carcere.

Ti invito a meditare su questo passo del Purgatorio di Dante Alighieri: "Libertà va cercando, ch'è sì cara, come sa chi per lei vita rifiuta".

In ogni condanna, dalla semplice sanzione pecuniaria, fino alla condanna a morte, passando per la condanna al carcere, c'è una ingiustizia intollerabile: la privazione della libertà.

(.)

Ah, dimenticavo..., primo comandamento: "Io sono il Signore, tuo Dio, che ti ho fatto uscire dal paese d'Egitto, dalla condizione di schiavitù: non avrai altri dei di fronte a me. Non ti farai idolo né immagine alcuna di ciò che è lassù nel cielo, né di ciò che è quaggiù sulla terra, né di ciò che è nelle acque sotto la terra. Non ti prostrerai davanti a loro e non li servirai " (Es 20,2-5). Sta scritto: "Adora il Signore Dio tuo e a lui solo rendi culto" (Mt 4,10).


Dio non tollera concorrenti in amore.


Datemi una moneta da due euro italiana! Di chi è quella immagine? Di Dante Alighieri? Rendete a Dante ciò che è di Dante e a Dio ciò che è di Dio.

Moneta da due euro italiana

Dedicato a Daniele

| 45 Comments

In questo video, il Papa Giovanni Paolo 1° fa un discorso serio ai fedeli sulle opere di carità temporali e spirituali, accennando anche alla proprietà privata che per nessuno è un diritto inalienabile e assoluto, ma poi crolla nel confronto con Dio incarnato in un bambino che lo spiazza.

Il Papa GP1 chiama un bambino di nome Daniele ad aiutarlo e gli chiede che classe fa. Daniele gli risponde che fa la V elementare. Poi il Papa gli chiede se vuole stare sempre in V elementare o se il prossimo anno vuole andare in un'altra classe. Daniele risponde al Papa da vero Dio dicendogli che per lui è uguale, ma che preferisce restare sempre in V elementare perché se va in prima media lascia la sua maestra. Per Daniele il rapporto affettivo con la sua maestra è più importante del passaggio di grado, più importante della carriera scolastica. Da quelle parole si comprende che è Dio a rispondere al Papa e non Daniele.

Purtroppo il Papa non comprende la risposta di Daniele il quale non ci tiene ad andare in prima media per non lasciare la sua maestra. Il Papa non comprende che a rispondergli non è tanto Daniele, ma è Dio incarnato in Daniele. Per Daniele la maestra è come il Maestro per i discepoli. Sì, quel bambino è diverso dal Papa perché ragiona come Dio, mentre il Papa ragiona da uomo. La sua innocenza di bambino non dà importanza all'avanzamento di carriera. Infatti Dio non ragiona secondo i parametri umani i quali mettono la legge del progresso e l'avanzamento di carriera al primo posto, infischiandosene dei rapporti umani, ma ragiona secondo i canoni dell'amore. Comunque poi si comprende che il Papa faceva riferimento al progresso spirituale e non a quello sociale o politico. Lasciamo quindi che i bambini vadano da Gesù, perché di essi è il regno dei cieli.

Come dice padre Alberto Maggi: "La Legge impedisce di conoscere l'amore del Padre."

La Legge deve essere al servizio dell'uomo, altrimenti la Legge diventa una forma di schiavitù. Ogni uomo ha bisogni ed esigenze diverse l'uno dagli altri. Ma se la Legge con le sue regole e la sua burocrazia deve essere uguale per tutti, come sta scritto a caratteri cubitali nei tribunali, come può andare incontro alle esigenze di ogni uomo? Come può la Legge essere al servizio di ogni uomo, se deve essere uguale per tutti? Non può, è un suo limite: accontenterà qualcuno, scontenterà altri imprigionandoli in contesti avulsi dalla loro indole e dal loro spirito. Quindi la Legge uguale per tutti mortifica l'uomo perché lo schiavizza costringendolo a compiere azioni che nulla hanno a che fare con i suoi bisogni, portandolo prima o poi al fallimento e alla morte.

L'uomo può fare a meno della Legge, se lo vuole. Una società che riesce a fare a meno della Legge e della burocrazia che ne consegue non è una società anarchica, ma è una società libera e consapevole.

Apophysis

| No Comments

Con questo post intendo festeggiare la risurrezione di Gesù e augurare buona Pasqua con un video che ho trovato su YouTube.

Apophysis 3D rmx

Non è facile cogliere il profondo significato spirituale di quelle animazioni frutto di elaborazioni matematiche al computer, a ritmo di musica. Il bello è che quelle animazioni le puoi creare anche tu scaricando il programma open source: Apophysis.

Apophysis o apofisi significa protuberanza o sporgenza o prominenza , etimologicamente significa generare o essere generato della stessa sostanza. In informatica è un programma di animazione frattale scritto in Delphi, linguaggio di programmazione evoluzione del Pascal.

Il costo della vita

| No Comments

In questo mondo la vita ha un costo, si chiama costo della vita. Questo costo viene determinato dall'indice dei prezzi al consumo attraverso complessi calcoli statistici. Il costo della vita può poi salire o scendere a seconda dei capricci del marcato. Presso la Camera di Commercio di Firenze è possibile sapere qual è l'andamento del costo della vita.

Io ho sempre creduto che la vita fosse un dono di Dio di inestimabile valore come leggo anche sul sito web vatican.va: "Il dono della vita, che Dio Creatore e Padre ha affidato all'uomo, impone a questi di prendere coscienza del suo inestimabile valore e di assumerne la responsabilità". Dio è amore e ci dona la vita gratuitamente. Se la vita è un dono, non può che essere gratuita e se è di inestimabile valore, dargli un costo significa dargli anche un prezzo da pagare e quindi significa sottovalutarla e svalutarla.

Evidentemente, in questo mondo corrotto la vita non è un dono se ha un costo. Ci prendiamo in giro? Se la vita ha un costo, qualcuno potrebbe anche decidere di non pagarlo questo costo, rinunciando alla vita, perché nessuno dovrebbe essere costretto a pagare per qualcosa che viene dato gratuitamente.

Come la mettiamo?

Uomo, come la mettiamo con il costo della vita?


OOOHHHH ragazzi, siamo mica pazzi???

Se la vita è un dono, non può avere un costo! Allora, vaffanculo al costo della vita.

Signore, scaccia dal Tempio tutti quelli che mettono un costo sulla vita e che ci mercanteggiano sopra, come sai fare bene e liberaci dal loro giogo.

Alluvioni in Asia, Pakistan, Cina e India, alluvioni in America e in Europa.

Fuoco in Russia.




Terremoti, alluvioni, incendi, eruzioni vulcaniche, la forza del dio Natura in risposta all'uomo che con la legge, con la forza e con l'inganno crede di impossessarsi in modo esclusivo di ciò che non gli appartiene, sfidando, in questo modo, quello Spirito d'amore e creatore dal quale provengono tutte le cose e al quale tutti noi torneremo portandoci dietro soltanto il bene compiuto.

Dio suggerisce all'uomo di eliminare la Legge umana. Attenzione, non è un obbligo, ma un suggerimento.

Si suggerisce di eliminare la Legge umana.

Il suggerimento è un consiglio, una indicazione, una proposta che, come tale, ha il carattere di essere facoltativa o non definitiva. Se ti va lo fai. Se non ti va, non lo fai. Etimologicamente, suggerire significa portare - sotto, dire a voce bassa a qualcuno la parte da recitare.

Lo scrivo un po' più grosso:

Dio suggerisce all'uomo di eliminare la Legge umana

Uomo, politico, cittadino, non sei obbligato ad accogliere i suggerimenti di Dio, ma io ti consiglio di accoglierli, perché con Dio c'è poco da scherzare. Lui è l'Amore e l'Amore è la sua legge e l'Amore è anche Giustizia. Attento a non confonderla con la giustizia dell'uomo che si appoggia sulla legge umana che porta alla morte, proprio quella che Dio ti consiglia di eliminare. La Giustizia di Dio si compie nella Verità.

Verità e giustizia per Stefano Cucchi. Corteo a Roma.

Matteo 5,17

Non pensate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non son venuto per abolire, ma per dare compimento.

Vuol dire che Gesù è venuto per dare compimento alla legge dell'amore la quale non può convivere con la legge umana che prevede il carcere, le sanzioni, quando non la pena di morte.

Matteo 7,12

Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro: questa infatti è la Legge ed i Profeti. Di solito l'uomo vuole essere amato, rispettato, nutrito, curato, e in definitiva trattato bene.

Giocare con Dio

| 1 Comment

Da quanto leggo sui giornali on line, è ripresa l'attività degli scienziati intorno all'LHC di Ginevra, alla ricerca della particella di Dio.

Vedo che a questi scienziati piace giocare con Dio, pur non avendone le conoscenze necessarie. Lo cercano e non lo trovano, quando invece la particella di Dio è già qui in mezzo a noi da un bel pezzo. Signore, questi scienziati ti cercano e per trovarti hanno costruito una mega galleria sotto terra nella speranza che facendo scontrare un po' di polvere ad alta velocità, tu esca fuori. Loro pensano che tu stia in mezzo a quella polvere di particelle che hai usato per plasmare l'uomo e che loro ora fanno collidere a velocità pazzesche sprecando energie pazzesche.

Signore, dagli un piccolo contentino a questi scienziati, fatti vedere come piace a loro, affinché possano gridare ai quattro venti di averti almeno visto di sfuggita, perché sei tu che hai detto "cercate e troverete". Quelli ti stanno cercando e vogliono trovarti, altrimenti restano delusi.

E' bastata una briciola di pane per mandare in tilt il loro apparato tecnologico, quando tu sai bene che con una fede grossa come quella briciola di pane tu ti fai vedere ai quattro venti ed emani una energia da fare collassare tutto l'LHC. Loro non sanno che tu ti riveli ai piccoli e ai semplici e rimandi a mani vuote i sapientoni. Però un piccolo strappo alla regola per questi scienziati desiderosi di trovarti lo puoi anche fare.

Francesco De Gregori - Caterina

(.)

Poi arrivò il mattino e col mattino un angelo
e quell'angelo eri tu
con due spalle da uccellino
in un vestito troppo piccolo
e con gli occhi ancora blu
e la chitarra veramente la suonavi molto male
però quando cantavi sembrava Carnevale
e una bottiglia ci bastava per un pomeriggio intero
a raccontarlo oggi non sembra neanche vero
E la vita Caterina lo sai non è comoda per nessuno
quando vuoi gustare fino in fondo tutto il suo profumo
devi rischiare la notte il vino e la malinconia
la solitudine e le valigie
di un amore che vola via
e cinquecento catenelle che si spezzano in un secondo
e non ti bastano per piangere le lacrime di tutto il
mondo
chissà se in quei momenti ti ricordi della mia faccia
quando la notte scende e ti si gelano le braccia
Ma se soltanto per un attimo potessi averti accanto
forse non ti direi niente ma ti guarderei soltanto
chissà se giochi ancora con i riccioli sull'orecchio
o se guardandomi negli occhi
mi troveresti un po' più vecchio
e quanti mascalzoni hai conosciuto e quanta gente
e quante volte hai chiesto aiuto
ma non ti è servito a niente
Caterina questa tua canzone la vorrei veder volare
per i tetti di Firenze
per poterti conquistare

Non c'è niente di meglio del suono delle campane per chi vuole essere svegliato alla mattina per una nuova giornata ...

I campanari a Mossa suonano le campane per svegliare chi ancora dorme.

(.)

Il sole bacia la luna

| 8 Comments

Ah! Ah! Ah!

Per quelli che non conoscono la potenza di Dio e la sua presenza in mezzo a noi:

"Il sole bacia la luna"

Perché nulla è impossibile a Dio!

(.)

Ennio Morricone For a few dollars more

Un saluto a Chiara

Un saluto e un ringraziamento per la testimonianza di fede e amore che la vita di Chiara Lubich ci ha donato in tanti anni al servizio di Dio e della Chiesa.
Sempre Uno!

Messaggio del Papa Benedetto XVI


Chiara Lubich - Siate una famiglia

Dio fotografo e regista

| 5 Comments
Elicottero della Guardia di Finanza
Elicottero della Guardia di Finanza durante una missione.

Dio è come un fotografo, un regista con la macchina da ripresa in mano. Lui riprende il mondo e fa il film, ma Lui nel film o nelle fotografie non si vede. Tu puoi solo vedere il mondo da Lui ripreso, seguire l'azione, ma non puoi vedere il regista-fotografo, perché è Lui che riprende la scena e te la fa vedere.

Chi fa le foto non può comparire nelle foto. Per comparire in fotografia occorre che il fotografo consegni la macchina fotografica a qualcuno e gli dica di fotografarlo, oppure usi l'autoscatto. Dio è voluto comparire in fotografia di fianco all'Uomo e ha consegnato la macchina fotografica a Gesù, il quale lo ha fotografato nei suoi molteplici aspetti. Gesù ci ha fatto vedere Dio per mezzo del suo insegnamento. Il Vangelo è quella fotografia nella quale puoi "vedere Dio". Gesù ha poi usato l'autoscatto della croce (macchina fotografica) per farsi fotografare insieme a Dio.

Salmo 110

| 3 Comments

Salmo 110

[1] Di Davide. Salmo.
Oracolo del Signore al mio Signore:
"Siedi alla mia destra,
finché io ponga i tuoi nemici
a sgabello dei tuoi piedi".

[2] Lo scettro del tuo potere
stende il Signore da Sion:
"Domina in mezzo ai tuoi nemici.

[3] A te il principato
nel giorno della tua potenza
tra santi splendori;
dal seno dell'aurora,
come rugiada, io ti ho generato".

[4] Il Signore ha giurato
e non si pente:
"Tu sei sacerdote per sempre
al modo di Melchisedek".

[5] Il Signore è alla tua destra,
annienterà i re nel giorno della sua ira.

[6] Giudicherà i popoli:
in mezzo a cadaveri
ne stritolerà la testa su vasta terra.

[7] Lungo il cammino si disseta al torrente
e solleva alta la testa.

La canzone del sole

| 9 Comments

Lucio Battisti: La canzone del sole

Per la festa della mamma cantiamo insieme la "Canzone del sole" di Lucio Battisti.

Il sole quando sorge sorge piano e poi,
la luce si diffonde tutta intorno a noi
le ombre di fantasmi nella notte
sono alberi e cespugli ancora in fiore
sono gli occhi di una donna
ancora pieni d'amore...


Lucio Battisti: La Canzone del Sole

Lucio Battisti forse non lo sapeva, ma quegli "occhi di una donna ancora pieni d'amore" che cantava, sono gli occhi di una donna in formazione, sono gli occhi di Maria, "la tua fidanzata" (Mt 1,20), sono gli occhi della Chiesa, madre e sposa.

Il sole (Gesù-Dio) quando sorge sorge piano e poi,
la luce (di Dio) si diffonde tutta intorno a noi
le ombre di fantasmi nella notte (Trasfigurazioni di Gesù)
sono alberi (della vita) e cespugli (rovereti) ancora in fiore (in fiamme)
sono gli occhi di una donna (Maria - la Chiesa)
ancora pieni d'amore...

Tre video musicali per annunciare la risurrezione di Gesù e augurare Buona Pasqua!

Easter Song: su You Tube.

Link: Video musicale: The Easter Song.




Dal Vangelo secondo Matteo:

Alcuni maestri della legge e alcuni farisei dissero a Gesù: "Maestro, vorremmo che tu ci facessi vedere un segno miracoloso".
Gesù rispose: "Questa gente malvagia e infedele a Dio vuole vedere un segno miracoloso! Ma non riceverà nessun segno, eccetto il segno del profeta Giona. Come Giona rimase nel ventre del grande pesce tre giorni e tre notti, così il Figlio dell'uomo rimarrà sepolto nella terra tre giorni e tre notti." Mt. 12, 38-40.

Chi ha orecchi, cerchi di capire.

Hallo God, I love you !

| 12 Comments

Have You a good new 2007.

Salve mio Signore e mio Dio, come primo post di questo nuovo anno 2007 voglio dirti che ti amo e che mi affido come sempre a Te, al tuo amore e alla tua giustizia.

Ti segnalo il Ministro delle Comunicazioni Paolo Gentiloni il cui nome fa rima con Giuseppe Fioroni, Ministro dell'Istruzione. Paolo Gentiloni ha recentemente firmato un Decreto Legge per contrastare il fenomeno della pedopornografia sulla rete Internet.

Si legge: "Nel decreto del Ministero delle Comunicazioni è disposto in particolare che gli Internet Provider si dotino dei sistemi per oscurare i siti incriminati, secondo i requisiti stabiliti nel provvedimento stesso, entro 60 giorni dalla pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale al livello minimo di «nome del dominio» ed entro 120 giorni dalla stessa data a livello di «indirizzo IP ». Ogni 6 mesi si procederà poi al controllo dei risultati ottenuti, alla verifica delle tecnologie adottate e della loro congruenza con gli obiettivi della legge."

Su Punto Informatico leggo: "A stabilire su quali siti i mouse degli italiani non potranno scorazzare sarà il Centro nazionale per il contrasto della pedopornografia, organismo coordinato dalla Polizia Postale e già previsto dalla legge anti-pedoporno del 1998. "

A tal fine voglio richiamare cosa già diceva Gesù tempo fa e riportato in Matteo 18, 6-7-8-9-10.

Signore, voglio ricordare che un sistema per filtrare Internet esiste già ed è stato messo in piedi da un tuo funzionario, un tuo sacerdote: Don Ilario Rolle e va sotto il nome di Davide.it, una Onlus con sede a Venaria Reale in provincia di Torino e che già collabora con la Polizia Postale di Torino.

Serviranno ancora e avranno ancora senso servizi come Davide.it, dopo i provvedimenti del Ministro?

Signore, io mi fido poco dei ministri dello Stato, della Repubblica, dei funzionari della Polizia Postale, io mi fido di Te.

Che cosa può succedere se un funzionario della polizia postale o un comune cittadino ateo e agnostico a cui Tu stai antipatico e per cui Tu non esisti, si dovesse imbattere in questo sito o in altri simili? Chi ci garantisce che non trasmetta il mio IP alla Polizia Postale e al mio provider per l'oscuramento e la censura, perché secondo lui, si tratta di un sito pedopornografico, in buona o cattiva fede? Chi va a controllare? Chi ci garantisce della sua buona fede? E io come posso sapere se il mio IP è stato oscurato? Da chi mi posso informare? Me lo dirai Tu? Quali tutele e garanzie posso avere da quei signori? Io, le garanzie e le tutele le aspetto da Te.

Signore, basta poco per commettere una ingiustizia, un indirizzo IP trasmesso in modo sbagliato, una svista, un numero digitato male e non ricontrollato, un errore di battitura, sia da parte del funzionario della Polizia Postale, sia da parte dell'incaricato del provider che dovrà molto probabilmente inserire quel indirizzo IP in un router o in un firewall.

E poi Signore, su una macchina server Web, identificata con un unico IP ci stanno, di solito, molti siti. Se oscuro l'IP di quella macchina perché ospita un sito pedopornografico, rischio di oscurare tutti i siti che quella macchina ospita e che con la pedopornografia possono non avere nulla a che fare.

Signore, a me stanno a cuore le ultime volontà di Tuo Figlio Gesù riportate in Matteo 28,20, in Luca 24,47-48, in Marco 16,15, in Giovanni 20,21. Tu sai cosa devi fare, io mi affido e confido in Te.

Keep open the sky

| 29 Comments


Keep open the sky -
Shorten it!
(.)

"Dovunque sarà il cadavere, ivi si raduneranno gli avvoltoi". Matteo 24, 28; Luca 17,37
"Wherever the corpse is, there the vultures will gather". Matthew 24,28

Chi è il cadavere? Chi sono gli avvoltoi che si raduneranno? Lascio a te trarne le conclusioni.

Dalla lettera di Paolo agli Efesini

"Io ho ricevuto una rivelazione che mi ha fatto conoscere il progetto segreto di Dio. [ ] E il segreto è questo: anche i pagani (Gentili) accolgono il messaggio della parola di Dio e si uniscono a Gesù Cristo, ricevono la stessa eredità che Dio ha promesso al suo popolo e diventano un unico corpo con gli Ebrei." (Efesini 3,6 da Parola del Signore, edizioni LDC-ABU).

"Che i Gentili (i pagani, i non ebrei, gli stranieri) cioè sono chiamati in Cristo Gesù a partecipare alla stessa eredità, a formare lo stesso corpo e ad essere patecipi della promessa per mezzo del vangelo" (Efesini 3,6 da La Bibbia, testo ufficiale della Conferenza Episcopale Italiana, edizioni Piemme).

"Ebbene, è proprio lui [Cristo] che ha dato diversi doni agli uomini: alcuni li ha fatti apostoli, altri profeti, altri evangelisti, altri pastori e maestri. Così egli prepara il popolo di Dio per il servizio che deve compiere. E così si costruisce il corpo di Cristo, fino a quando tutti assieme arriveremo all'unità, con la stessa fede e con la stessa conoscenza del Figlio di Dio; finché diventeremo uomini perfetti, degni della infinita grandezza di Cristo che riempie l'universo.

Non saremo allora più come bambini messi in agitazione da ogni nuova idea, portati qua e là come il vento. Gli uomini che agiscono con inganno e con astuzia non potranno più farci cadere nell'errore. Al contrario, vivremo nella verità e nell'amore, per crescere continuamente e per avvicinarci sempre più a Cristo. Egli è il capo; e ogni parte del corpo collegata dalle giunture che lo tengono bene unito, riceve da lui quella forza che fa crescere tutto il corpo, nell'amore. " (Efesini 4, 11-16)

Dio è onnipotente, Dio è Amore. Allora viene da chiedersi: se Dio è onnipotente ed è Amore perché non distrugge il male? Perché non sconfigge la morte? Perché non elimina tutte quelle miserie, quelle sofferenze fisiche e spirituali che ci fanno stare male: i peccati, le malattie? Sono domande che mi sento porre da molti non credenti.

La risposta non è semplice, ma cercherò di spiegarla con un esempio concreto.

Facciamo l'ipotesi che il male non esista, che esista soltanto il bene. Che senso avrebbe la vita? Se il male non esistesse, non avrebbe nemmeno senso parlare di bene. Allo stesso modo il caldo e il freddo: se il freddo non esistesse, non avrebbe senso parlare del caldo e viceversa, perché tu sai cosa è il freddo dopo aver provato il caldo e sai cosa è il caldo dopo aver provato il freddo.

In fisica esistono due forze: uno positiva e una negativa che si attraggono l'una con l'altra e che si respingono come per esempio in una calamita. La forza positva non avrebbe senso se non ci fosse anche quella negativa. Possiamo paragonare quelle due forze al bene e al male.

Ti faccio un esempio concreto: la dinamo della bicicletta. La dinamo è un trasduttore, trasforma l'energia meccanica del movimento in energia elettrica che viene usata per accendere le lucine della bicicletta. All'interno della dinamo esiste una calamita con le sue due belle polarizzazioni + e - . La dinamo non funziona senza la calamita al suo interno.

Alla luce di questo esempio, mi viene da paragonare Dio ad una calamita ( + e - , cioe il bene e il male) e Gesù ad una dinamo e chi pedala è l'uomo che si serve della bicicletta per percorrere di notte la strada della vita per non cadere nel fosso, ma per arrivare alla meta: la salvezza. La forza prodotta dalla dinamo è la corrente elettrica (lo Spirito Santo) che non si vede ma c'è e che Gesù (dinamo) ha promesso di darci tramite il suo insegnamento contenuto nel Vangelo. Il Vangelo lo possiamo paragonare ad una lampadina (altro trasduttore che trasforma la corrente elettrica in luce e calore) dove la luce e il calore è l'amore che illumina la strada della nostra vita.

Quindi ricapitolando; [Dio (calamita + e -)] --> [Gesù (dinamo)] --> [Spirito Santo (corrente elettrica)] --> [Vangelo (lampadina)] --> [Amore (luce e calore)] --> [Chiesa (bicicletta)] --> [Salvezza (destinazione)]

Quindi Dio (visto come una calamita) è sia il bene che il male e di per sè è neutro perché contiene tutte e due le forze. Gesù (la dinamo) fa da trasduttore ed è figlio della calamita (Dio). Infatti una dinamo senza la calamita non funziona. Gesù ci ha mostrato Dio: la calmita che gli serve per generare energia elettrica: lo Spirito Santo. Siamo noi uomini che dobbiamo pedalare sulla bicicletta (la Chiesa) per mettere in funzione la dinamo per generare corrente elettrica (che può essere paragonata allo Spirito Santo perché attraverso il Vangelo (lampadina) possiamo amare e fare luce per illuminare la nostra vita e arrivare a destinazione: la salvezza, la vita eterna o regno dei cieli.

Quel è il ruolo della Chiesa, popolo di Dio? La Chiesa è la bicicletta sulla quale ci sta attaccata la dinamo (Gesù). L'uomo deve solo salire sulla bicicletta e pedalare per arrivare a destinazione.

Spero di non aver offeso e scandalizzato nessuno a paragonare Dio ad una calamita dicendo che possiede sia il bene che il male e Gesù ad una dinamo, lo Spirito Santo alla corrente elettrica, il Vangelo ad una lampadina, l'Amore alla luce e la Chiesa alla bicicletta.

Tutto questo per farti capire che Dio (calamita) è bipolare e possiede sia il bene che il male necessari per far funzionare la dinamo e illuminare le nostre vite con la luce dell'amore per portarci alla salvezza tramite la Chiesa sulla quale ci sta attaccata la dinamo (Gesù) che ci illumina la strada di notte tramite il Vangelo (lampadina) affinché non ci perdiamo nel buio.

Gesù abbandonato

| 3 Comments

Quando fu mezzogiorno, si fece buio su tutta la regione, fino alle tre del pomeriggio. Verso le tre Gesù gridò molto forte: "Elì, Elì, lemà sabactàni", che significa "Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?" Mt.27,45-46.

Strano che Dio abbandoni il Figlio nel momento più cruciale della sua vita: quello della morte. Eppure con quel grido di dolore, gridato molto forte, Gesù paga la moneta, paga la tassa per il tempio (il suo corpo), paga per tutti e ci unisce al Padre, realizzando la redenzione per tutti gli uomini affinché siano tutti una cosa sola, come chiede Gesù al Padre in Giovanni 17,21.

Quel grido è il grido di Dio che non vuole scendere dalla croce per salvare se stesso, come tanti chiedono. Su quella croce Dio ha scelto di andarci Lui stesso perché "Al principio c'era colui che è la Parola. Egli era con Dio; Egli era Dio". Gv. 1,1.

Gesù ci chiede di amare Dio con tutto il cuore, con tutta l'anima, con tutte le forze e con tutta la mente. Ed è proprio sulla croce che troviamo Dio nella persona di Gesù. Dobbiamo quindi amare Gesù in croce, dobbiamo amare la croce, perché attraverso di essa si realizza la nostra salvezza e Dio manifesta il suo amore per noi.

Quel grido di dolore e di abbandono di Gesù è il grido che ogni uomo dovrebbe accogliere e farlo proprio per riconoscerlo nei drammi di questo mondo, nelle povertà materiali e spirituali, nelle sofferenze più atroci, nel peccato, negli orfani abbandonati, in tutte quelle persone separate o divorziate, in quei genitori che hanno perso i figli, in quelle persone che hanno perso il fratello o l'amico, la moglie o marito, ma anche nella cristianità, nella Chiesa e nelle sue disunità.

Ed è là che noi cristiani siamo tenuti ad intervenire e ad entrare in azione per portare il nostro amore come Gesù ci chiede. Per farlo non è necessario fare grandi viaggi, basta iniziare dalla propria famiglia, dalla propria parrocchia, dal proprio ambiente di lavoro. Là dove c'è un dolore, là c'è Gesù abbandonato, là c'è Dio che ci chiede il nostro amore.

Credere in Dio e aver fede in lui. Cosa significa? Per chi è cristiano credere in Dio significa anche credere in Gesù e viceversa. Gesù è la persona che ci ha mostrato Dio e attraverso la quale si arriva a Dio. Credere in Dio non significa muovere la lingua e le corde vocali per fare uscire quelle parole dalla nostra bocca. Credere significa mettere in atto tutta una serie di azioni e comportamenti in conformità con l'insegnamento di Gesù.

Serve a poco dire di essere credenti se poi non siamo capaci di affidarci alla provvidenza di Dio e il destino della nostra pensione è la cosa principale che ci preoccupa. L'uomo ha bisogno di certezze e di tutele. La pensione è una forma di tutela, una tutela sociale e legale che ti dà una certa garanzia e un sostentamento al termine dell'attività lavorativa durante la vecchiaia.

Eppure chi crede in Dio non deve fare conto sulla pensione, secondo l'insegnamento di Gesù, ma soltanto su Dio. E' difficile affidarsi a Dio e alla sua capacità di farsi provvidenza per l'uomo. Credere a Dio come un padre che ci ama e che pensa a tutto per il nostro bene è molto bello, ma risulta difficile viverlo e concretizzarlo con i nostri pensieri, le nostre idee e il nostro comportamento, ma soprattutto risulta difficile crederci. Perchè è difficile crederci? Di cosa abbiamo paura? L'uomo ha paura della morte, del dolore e della sofferenza sia fisica che spirituale, tutte cose che lo disturbano e lo rendono infelice. Tutte cose presenti in questo mondo e che l'uomo sperimenta sulla propria pelle, le cui conseguenze lo portano a dubitare e a non credere in Dio amore. E' un assurdo credere in un Dio amore quando stai male e soffri il mal di denti o quando vedi i bambini africani morire di fame. E allora come la mettiamo?

Da una parte c'è Gesù con il suo insegnamento che ti invita a non preoccuparti per il fututro e a guardare gli uccelli del cielo che non raccolgono e non seminano e ti dice che hai un Padre che pensa a tutto, dal'altra ci sono i bambini del terzo e quarto mondo che muoiono di fame e di dissenteria, la cui vista ti fa dubitare delle parole di Gesù. E' la tua logica e la tua ragione che ti porta a dubitare delle parole di Gesù e a mettere in dubbio la capacità di Dio di farsi provvidenza.

Gesù lo sa e ti chiede di aver fede, di credere in lui e nel Padre. Gesù, per aiutare la gente a credere, fa alcuni miracoli: moltiplica i pani, trasforma l'acqua in vino, risuscita i morti. Ma la gente continua a non credere e lui quelli che non credono li chiama : gente di poca fede.

E allora se una persona non riesce a credere a Dio come ad un padre che gli dà tutto quello di cui ha bisogno, facendosi provvidenza e amore, vuol dire, secondo me, che quella persona non crede veramente in Dio e non crede neanche in Gesù. Quindi, se non crede in Gesù, non può avere la vita eterna promessa da Gesù a quelli che credono in lui.

Ma se Dio fosse certezza, allora non avrebbe più senso la fede. Gesù invece ci chiede di aver fede, di credere in lui. Evidentemente Gesù conosce bene Dio e conosce bene anche l'incredulità dell'uomo e per convincerci della sua buona fede ha accettato di morire per poi risorgere. Gesù quindi ha dato la vita per redimerci, per salvarci, per convincerci a credere in lui. Allora aver fede significa anche credere nella morte e nella risurrezione di Gesù.

Ma chi è che testimonia la morte e la risurrezione di Gesù? Sono i suoi apostoli, i suoi discepoli, è la sua Chiesa fondata su Pietro e Paolo, sul Papa e sulla comunità dei fedeli.

Allora aver fede significa credere nella Chiesa. Credi tu nella Chiesa? Non puoi non credere perché la Chiesa è presente, visibile e tangibile. La Chiesa è presente? Sì, la Chiesa è presente! Io faccio parte della Chiesa e son qui presente che ti scrivo. La Chiesa è tangibile? Sì, la Chiesa è tangibile, se vuoi puoi venire a casa mia e toccarmi, ma puoi andare anche nella tua parrocchia e toccare un parrocchiano o il parroco. La vedi? Dov'è la Chiesa secondo te? Sei mai andato in chiesa durante la messa? Sei mai stato in Piazza San Pietro, lo vedi il Papa in TV? Io Papa Giovanni Paolo II l'ho visto di persona a Roma, nel 1990, e ti posso testimoniare che non era un fantasma.

Che ci sta a fare, secondo te, il Papa? Sta lì solo per scrivere encicliche e farsi applaudire dai fedeli? Il Papa con tutta la gerarchia e la comunità dei fedeli alla quale io appartengo sta lì anche per testimoniare quella morte e risurrezione di Gesù avvenuta duemila anni fa, affinchè tu creda in Gesù e in Dio. Non ti basta? Cosa vuoi di più? Se non credi in Gesù perché non lo vedi, credi almeno nella Chiesa che vedi, credi nel Papa.

Allora, ho cercato di spiegarti a modo mio che la presenza della Chiesa nella Storia è un buon motivo per credere nella morte e risurrezione di Gesù e di conseguenza nel suo insegnamento e di conseguenza in Dio e nella sua capacità di farsi provvidenza.

Ti rendi conto, quindi, che tutto il castello della fede poggia sulla testimonianza della Chiesa e sulla sua presenza nella Storia. Risulta perciò di fondamentale importanza, affinchè il mondo creda, che la Chiesa sia unita, fedele nel comportamento e nella Parola con quanto insegnato da Gesù, perché se quella presenza basata sulla coerenza e unità dovesse venire a mancare, crollerebbe tutto il castello della fede e verrebbe a mancare al fedele il supporto concreto e visibile per credere in Gesù e quindi per credere in Dio.

In conclusione, è dovere di tutta la Chiesa e del Papa in particolare, per il delicato ruolo che svolge, testimoniare il Vangelo, affidandosi concretamente alla provvidenza di Dio Padre, come insegnato da Gesù.

Io sono sicuro che nè morte nè vita, nè angeli nè altre autorità o potenza celeste, nè il presente nè l'avvenire, nè forze del cielo nè forze della terra, niente e nessuno ci potrà strappare da quell'amore che Dio ci ha rivelato in Cristo Gesù, nostro Signore. (Romani 8, 38-39)

"Il mio comandamento è questo: amatevi gli uni gli altri come io ho amato voi. Nessuno ha un amore più grande di questo: morire per i propri amici. Voi siete amici miei se fate quello che io vi comando. Io non vi chiamo più servi, perché il servo non sa cosa fa il suo padrone. Vi ho chiamati amici, perché vi ho fatto sapere tutto quello che ho udito dal Padre mio. Non siete voi che avete scelto me, ma io ho scelto voi, e vi ho destinati a portare molto frutto, un frutto duraturo. Allora il Padre vi darà tutto quel che chiederete nel nome mio. Questo io vi comando: amatevi gli uni gli altri." (Giovanni 15,12-17)

La solitudine di Dio

| 14 Comments

Dio, nella sua onnipotenza, nella sua grandezza, nel suo eterno amore è estremamente solo. Dio ci ama di un amore infinito, ma purtroppo è estremamente solo. Dio è amore, ma lui è solo e la sua solitudine lo rende triste . Dio ha creato l'uomo perchè ha bisogno dell'uomo, così come l'uomo ha bisogno dell'amore di Dio. Dio è innamorato dell'uomo e come ogni innamorato ha fatto il primo passo verso di noi donandoci ciò che di più prezioso aveva: suo figlio Gesù. Dio ha dimostrato il suo amore verso tutti gli uomini attraverso l'insegnamento di Gesù e il suo sacrificio. Ora, da buon innamorato, aspetta che l'uomo gli dica: sì, ti amo, o mio Dio! Dio aspetta che noi lo amiamo come ci ha insegnato Gesù: amandoci l'uno con l'altro e facendoci uno tra di noi. Dio vuole che noi diventiamo una sola cosa. Soltanto così, Dio può sentirsi meno solo e manifestarsi a noi in tutta la sua potenza e splendore.

Credere che Dio è amore

| 2 Comments
Udienze di Giovanni Paolo II

God is love

| 1 Comment

Hello world ! God is love!
Yes. I have decided to open this blog - web site because I found out a wonderful treasure: God is love.
Reading the Gospel, I came to this conclusion.
My blog's name is "Dio Amore" in italian language, in English I mean:"God is love" .

Well, I'll try to discuss about life, Love, Jesus, faith in God, the Gospel, the Catholic religion, spiritual problems, atheism, and so on.

All that in italian language. Sorry, non in English, but perhaps something there will be. I live in Italy and it's not simple for me writing in English. I'm a computer programmer and I know technical English, but not very well spoken English.

My faith in God and in Jesus Christ and in his love drive me in this web project. I hope to find good people that feel inclined to help me. I need someone with experience and know-how in life, in psychology, in human relationship, in friendly relations, especially in Italy or even in the world to help me to build this web site.

Do you love God? I love God and I want to do wonderful things for him. I want to make you know his love. Do you want to help me in this task?

My name is Paolo and my nickname is "prisma" in this web site. I don't want to show myself and put me in appearance. You can write me an email here: nospam < at > dioamore < dot > org. I hold privacy in great esteem.
See you.

Il progetto Dio Amore

| 2 Comments

Questo progetto nasce per parlare su Dio Amore, Gesù e il Vangelo e scambiare opinioni ed esperienze di vita vissuta sull'amore di Dio. Ci sono momenti della vita in cui si fanno incontri "speciali" che lasciano il segno. Io ho incontrato Gesù e mi sono "innamorato" di lui e questo progetto è una delle conseguenze di quell'incontro insieme al progetto Centro Accoglienza. Sono un laico, credente, cattolico. Vivo la vita di tutti i giorni con le sue gioie e i suoi dolori...

Dio è Amore

| 3 Comments

Annunciamo a gran voce che:


Dio è Amore


Solo Amore. Sì, questa è la ragione per cui è nato questo progetto.

Il tuo volto, Signore, voglio far risplendere
Il tuo volto, Signore, voglio far risplendere
Logo
I sette colori dell'amore di Dio: Misericordia, Perdono, Carità, Provvidenza, Bontà, Giustizia, Fedeltà.
Creative Commons License
This blog is licensed under a Creative Commons License.
Free Internet Security - WOT Web of Trust
Powered by  Movable Type 5.01